Pubblicato il 22/03/21

APPROVATA Avessimo ancora nutrito dei dubbi, ora anche l'ultimo velo di incertezza si dissolve. Cupra Tavascan sarà realtà, da opera d'arte da salone il SUV coupé 100% elettrico del giovanissimo marchio sportivo del Gruppo Volkswagen si evolverà, e si trasformerà in auto di produzione. Tempi di attesa? L'orizzonte è a  medio termine: durante la conferenza stampa sul bilancio Seat 2020, il presidente Wayne Griffiths ha citato la scadenza del 2024. Prima di Tavascan, farà il suo esordio (entro la fine del 2021) Cupra Born, compatta elettrica nativa con il compito di inaugurare il nuovo corso ad emissioni zero di una marca tra le più dinamiche del panorama.

Cupra Tavascan concept

L'IDENTIKIT Costruito sulla piattaforma modulare MEB del Gruppo, in sostanza Tavascan (già visto in anteprima, sottoforma di concept, al Salone di Francoforte 2019) declinerà in salsa Cupra il progetto di Volkswagen ID.5, differenziandosi sia per lo stile da coupé, sia per le prestazioni e il feeling più orientato alla guida sportiva. Se è probabile che il design, rispetto al prototipo, durante lo sviluppo riceva qualche minima correzione sia all'esterno che all'interno, maggiori sicurezze le nutriamo invece sullo schema propulsivo di partenza: due motori elettrici, uno per asse, potenza di sistema di 306 cv (0-100 km/h in meno di 6,5 secondi, almeno così recita la scheda tecnica) e autonomia di 450 km (ciclo WLTP) grazie alle proprietà energetiche della batteria agli ioni di litio da 77 kWh. Il mercato chiede SUV coupé, Cupra si adegua e anzi, reinterpreta il concetto a modo suo, coniugando cioè le performance ad un'immagine davvero individuale. Torneremo a parlare di lei quando l'auto di serie uscirà in strada per i test di rito. Nel frattempo, clicca Play qui sotto per una visione panoramica della vettura (e dà un'occhiata ai cerchi in lega...).


TAGS: cupra suv elettrico suv coupé cupra tavascan