Autore:
Luca Cereda

ALL'ESTREMO Un'Alfa Romeo 4C con un motore più potente sarebbe cosa buona e giusta, in tanti la gradirebbero. Ma al Top Marques 2018 si è perfino esagerato: 477 cavalli e un outfit aerodinamico che abbandona qualsiasi inibizione. Il colpevole? Pogea Racing, un tuner tedesco.

ALLEGRO CHIRURGO Lavoro profondo, quello di Pogea. Indirizzato anzitutto a far mettere muscoli al 1750 TBi, divenuto presto un 1950. Aumentata la cubatura, i tuner montato un nuovo turbocompressore, un albero motore e steli dei pistoni forgiati, hanno modificato le testate dei cilindri, messo valvole di aspirazione più larghe e terminali di scarico in fibra di carbonio. Il tutto condito da una doverosa rivisitazione dell'elettronica di serie dell'Alfa Romeo 4C.

DATI TECNICI Il risultato? 477 cv, come detto, contro i 240 originali, e una coppia balzata a 535 Nm, incanalati al posteriore di un'auto che pesa a secco solamente 895 chili. Tradotto in prestazioni: 0-100 da 3,6 secondi e una velocità massima di 308 km/h.

TRUCE E non finisce qui, perché anche l'occhio vuole la sua parte. Pogea ha elaborato un suo body kit cucito addosso alla 4C, che comprende un paraurti dalle prese d'aria gigantesche, un diffusore custom e un alettone gigantesco. Ruote da 18'' all'anteriore e da 19'' al posteriore, mentre gli interni alternano rivestimenti in pelle rossa all'Alcantara. Il colore della carrozzeria (grigio scurissimo) fa un po' Gotham City. Ma anche dannata l'Alfa 4C conserva il suo fascino.  


TAGS: alfa romeo tuning alfa romeo 4c top marques 2018