Autore:
Marco Rocca

ANCORA UNA VOLTA Dopo averla provata in più di un’occasione, (l’ultima volta nella comparativa con la Honda HR-V e la Mazda CX-3 che trovate nelle notizie correlate), abbiamo ri-messo la Suzuki Vitara sotto la lente per fare il punto sul sistema infotainment.

COME IL CELLULARE Anzitutto c’è un bel display da 7” touch capacitivo (come quello del telefonino) davvero reattivo, sia nel rispondere ai comandi che nel passare da un menu all’altro, cosa non sempre facile da trovare anche su auto di ben altro prezzo.

ONLY TOUCH Non esiste alcun pulsante fisico tutto è gestito attraverso il touch, volume compreso, cosa che personalmente non mi fa impazzire. Preferisco la  cara vecchia manopola per il controllo del volume, più facile e veloce quando si vuole agire velocemente.

IN QUATTRO COLORI Facile facile la schermata iniziale divisa per colori, ognuno dei quali rimanda a una funzione: rosso per l’audio, verde per la telefonia, blu per il navigatore e giallo per l’area Connect. 

NON MANCA NULLA Come in tutti i sistemi di questo tipo, collegando lo smartphone al sistema bluetooth posso ascoltare la musica in streaming, effettuare e ricevere chiamate e accedere a tutta la lista contatti, ma non solo. Il sistema della Vitara, come pochi altri sul mercato, supporta sia il Mirrorlink per gli smartphone Android, sia CarPlay per gli Phone. Per chi ancora non lo sapersse, si tratta di un sistema che permette di visualizzare e gestire, direttamente sul grande schermo, alcune applicazioni installate sullo smartphone. Grande comodità.

MAPPE IN 3D Anche il navigatore è stata una sorpresa. Il touch bello reattivo di cui vi ho parlato prima, mi permette di inserire gli indirizzi molto velocemente, le mappe sono in 3D (nelle aree di maggior interesse) e posso zoomare con due dita esattamente come faccio sullo smartphone.

CI SENTO BENISSIMO Per la serie: “anche l’orecchio vuole la sua parte”, l’impianto audio della Vitara regala buone soddisfazioni. In tutto ci sono 6 altoparlanti, due davanti, due dietro e due tweeter, le regolazioni dell’equalizzatore ci sono tutte e l'audio non distorce neanche quando si alza il volume al massimo. Sempre gradito il tasto di MUTE sul volante per zittire tutto in colpo solo. 

LUOMO DELLASTRADA Detto, quindi, che il sistema infotaiment della Suzuki è davvero ben fatto, sarà altrettanto fruibile nelle mani di chi non lo ha mai visto prima? Per capirlo lo abbiamo affidato a: "Luomo dellastrada", un simpatico nerd con due fondi di bottiglia al posto degli occhiali, che dovrà superare tre prove: inserire un indirizzo nel navigatore, collegare il cellulare al sistema bluetooth e usare i comandi vocali. Volete sapere come è andata? Guardate il video in basso. 


TAGS: suzuki vitara prova auto car infotainment test infotainment