Pubblicato il 20/05/21

HA SEGNATO UN’EPOCA Vi ricordate la Mini originale, quella piccoletta che guidava anche Mr. Bean? Forse non i più giovani, ma dal 1959 questa macchina ne ha fatta di strada, è diventata un’icona, un fenomeno dell’automobilismo di massa… fino al 2000. L’anno dopo è arrivata la “new generation”. Quella rinata grazie a BMW ed è stato nuovamente un successo planetario. Sono passati vent’anni e oggi, anche Mr. Alec Issigonis - il papà della Mini originale - sarebbe stato fiero di quest’ultima generazione della “sua” auto.

COME VA

Innanzitutto, la piccoletta di una volta è diventata più grande, più tecnologica, addirittura 100% elettrica! Ma è rimasta fedele a sé stessa, a partire dalla guida, vivace e piacevole come al solito. Per esempio, il go-kart feeling tanto amato dall’inglesina c’è sempre, anche ora con questo vivace duemila quattro cilindri turbo-benzina da 178 CV e 280 Nm della versione 5 porte Cooper S. Anzi, partiamo proprio da qui, poiché il piacere di guida è l’essenza di una macchina e dalla nuova Mini ci aspettiamo molto. Posizione di guida bassa, volante a una spanna dal corpo, sembra quasi cucita addosso, anche se la visibilità dietro è sempre limitata a causa del lunotto piccolo. E piace che il cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti sia sempre ben accordato all’erogazione, puntuale nei passaggi marcia. A seconda del profilo di guida: Green, Normal o Sport si armonizza con la risposta dello sterzo e del motore per cambiate più fluide oppure rapide e pungenti, assecondando la voglia di comfort o sportività.

Nuova gamma Mini 2021: la Cooper S 5 porte su strada

UNA MACCHINA CON DOPPIA PERSONALITÀ E questa vocazione “double face” è l’aspetto che più convince guidando la nuova Mini. Con una lunghezza di 4,04 metri, una larghezza di 1,73 metri e un’altezza di 1,43 metri la 5 porte è compatta e il buon angolo di volta permette una certa agilità nel traffico. Lo spunto vivace non costringe a richiamare i quasi 180 CV per “sprintare” davanti a tutti… e niente aiutino da sistemi ibridi, sotto il cofano c’è un motore a combustione. Lo sterzo è diretto e trasmette per bene cosa passa sotto le ruote motrici, che sia sul pavé in città oppure fra le curve di una bella strada libera dal traffico. L’assetto predilige le strade più lisce, d’altronde il go-kart feeling di cui sopra non si può esprimere in mezzo al sonnacchioso traffico cittadino. Inoltre, la Mini è precisa nel tenere la linea in curva, ben aggrappata alla strada e i 1.355 kg di peso si manifestano con un po’ di inerzia nei cambi di direzione, ma non influiscono negativamente sulla guida.

Nuova gamma Mini 2021: la Cooper S 3 porte JCW in azione

SCHEMA MECCANICO MODERNO Le sospensioni con schema McPherson davanti e un sofisticato asse multibraccio e ruote indipendenti dietro, soffocano piuttosto bene l’asfalto malconcio. Tuttavia, prevale il gusto di stare al volante più che il comfort complessivo, pur senza penalizzarlo eccessivamente. Lato prestazioni, questa Mini è capace di scattare da 0 a 100 orari in 6,7 secondi e spunta una velocità massima di 235 km/h. Se non è piacere di guida questo… Un sottile piacere che aumenta leggendo i dati del computer di bordo, che comunica una media di circa 7,8 litri/100 km (12,8 km/litro), un buon risultato, pur senza risparmiare la macchina durante la prova su strada.

COME È FATTA

Ma come è cambiata sotto il profilo dello stile e dei contenuti la Mini m.y. 2021? Diciamo che sembra sempre lei, simpatica, un po’ sfacciata, stilosa, ma diversa. Soprattutto adesso che davanti c’è l’inedita, grande calandra integrata con il paraurti. Sono spariti i fendinebbia incorporati nei nuovi fari a LED e adesso ci sono delle feritoie verticali che, secondo Mini, migliorano l’efficienza aerodinamica.

Nuova gamma Mini 2021: i sedili sportivi in pelle della Cooper S 5 porte

BANDIERA INGLESE DI SERIE Sono scomparse un po’ di cromature e il design posteriore è stato alleggerito con una cornice in plastica che richiama la calandra. Infine, debutta il disegno dell’iconica Union Jack (la bandiera inglese) per i fari, sempre a LED, di serie su tutta la gamma. Poi ci sono nuovi cerchi in lega da 17 e 18” e nuovi colori carrozzeria, compresa un’audace sfumatura opzionale del tetto che da azzurro, davanti, diventa nero dietro.

GLI INTERNI

Dentro, lo spazio resta uguale a prima visto che le misure sono pressoché identiche: abbondanti i centimetri davanti, un po’ meno dietro e il bagagliaio non è un mostro di capacità con un volume da 278 a 941 litri, reclinando gli schienali posteriori. Poi, ci sono tanti dettagli che sottolineano l’evoluzione di questa Mini: c’è un nuovo volante multifunzione, un inedito cruscotto digitale da 5” (opzionale) ripreso dalla versione elettrica e a centro plancia il touchscreen da 8,8” chiuso nell’originale anello luminoso.

Nuova gamma Mini 2021: la leva del cambio automatico e il controller dell'infotainment

INFOATINMENT E SICUREZZA

Esordisce un infotainment più semplice da usare grazie alle icone selezionabili facendo swipe sullo schermo, ma resta sempre il controller nel tunnel centrale. Naturalmente c’è il navigatore satellitare con aggiornamenti online e fanno parte del corredo anche Apple CarPlay, Android Auto e nuove funzionalità dei servizi web connessi alla rinnovata App per smartphone.

Nuova gamma Mini m.y. 2021: volante multifunzione, cruscotto digitale e touchscreen nuovi

SICUREZZA BENE, MA NON BENISSIMO Lato sicurezza, la nuova Mini si aggiorna con l’arrivo di alcuni dispositivi che prima non c’erano come l’avviso di abbandono corsia o il cruise control adattivo stop&go, che integrano la frenata automatica di emergenza, ma non c’è ancora il sistema di mantenimento attivo della corsia.

PREZZI E DOTAZIONI

Il prezzo? Parola d’ordine semplificare il listino, quindi l’auto è disponibile in questi allestimenti base: Classic, Yours e John Cooper Work’s, oltre alla Mini elettrica. Ogni allestimento può essere personalizzato con dei pacchetti predefiniti di optional oltre a una selezione di singoli accessori. La gamma parte da un listino di 21.600 euro per la Mini One 3p., 22.400 euro per la Mini One 5p. e 25.600 euro per la Mini One Cabrio. La 5 porte Cooper S automatica come quella di questo test drive attacca a 30.700 euro.

Nuova gamma Mini 2021: la gamma rinnovata

SCHEDA TECNICA

Motore 4 cilindri, turbo-benzina, 1.998 cc
Potenza max 178 CV a 5.00/5.500 giri
Coppia max 280 Nm a 1.350/4.200 giri
Prestazioni 0-100 km/h 6,7 sec. v. max 235 km/h
Cambio/Trazione automatico 7 rapporti/anteriore
Dimensioni 4,04 x 1,73 x 1,43 m
Bagagliaio  278-941 litri
Consumo comb. WLTP 6,6-5,9 litri/100 km (15,2- 16,9 km/litro)
Prezzo

 Cooper S 5p. Autom. da 30.700 euro

IL VIDEO

Ma adesso, se volete guardare dal vivo tutti i dettagli della Nuova Mini Cooper S 5p. Automatica, mettetevi comodi e cliccate qui sotto per gustarvi il video che vi mostra come è fatta fuori e dentro e come va su strada la berlinetta anglo/tedesca. 


TAGS: mini cooper mini mini cooper s mini jcw mini one nuova mini cooper s prova nuova mini cooper s video nuova mini cooper s prezzo