Prova su strada

Aiways U5 Prime, SUV elettrico più comodo che pratico. La nostra prova video


Avatar di Claudio Todeschini , il 18/04/22

1 mese fa - Cosa ci piace e cosa no di U5, il SUV della startup cinese Aiways. La prova video

Prova su strada del primo modello (rigorosamente elettrico) della startup cinese fondata nel 2017: linee originali e interni tecnologici

Quando racconto ad amici e familiari che ho provato una Aiways U5, la prima reazione è “Che marca è?”. Non l’hanno mai sentita nominare, e non posso certo fargliene una colpa, ma del resto è questo il mondo in cui viviamo oggi. Nei prossimi mesi, nei prossimi anni arriverà in Europa una vera e propria ondata di auto cinesi, quasi tutte elettriche, e toccherà per forza di cose imparare qualche nuovo nome.

Aiways U5 Prime: il lettering sul portellone Aiways U5 Prime: il lettering sul portellone

CINQUE ANNI E NON SENTIRLI Aiways è una startup fondata nel 2017 a Shanghai, con l’obiettivo di realizzare auto elettriche razionali, semplici, divertenti da guidare ma senza rinunce, e la U5 è la sua prima creatura. Obiettivo centrato? Andiamo a scoprirlo insieme!

COM’È FATTA FUORI 

Importata in Italia dallo storico gruppo Koelliker, Aiways U5 è un SUV di medie dimensioni: 4 metri e 68 di lunghezza, uno e 86 di larghezza, uno e settanta di altezza. Per farvi un’idea: siamo dalle parti di Stelvio, Peugeot 3008 e Tiguan AllSpace. Per rimanere nell’ambito delle elettriche, è grande più o meno come Q4 e-tron e Skoda Enyaq.

Aiways U5 Prime: il profilo laterale del muso Aiways U5 Prime: il profilo laterale del muso

LOOK CHE SPIAZZA Sincero? L’impatto iniziale con il look di U5 non è di quelli che mi fanno innamorare. Le forme sono curate dal punto di vista aerodinamico, le maniglie a scomparsa nella carrozzeria sono eleganti, ma l’insieme non emoziona. L’assenza della griglia fa capire subito che si tratta di un’elettrica, mentre il disegno dei gruppi ottici e delle finte prese d’aria è abbastanza tormentato. Più riuscito il posteriore, con i gruppi ottici orizzontali e la fascia luminosa a tutta larghezza che regala una bella presenza su strada.

COM’È FATTA DENTRO 

Una volta a bordo le cose migliorano parecchio: l’abitacolo è spazioso, illuminato dalle ampie vetrature e dall’enorme tetto panoramico, elettrico e con la tendina parasole. Un piccolo lusso a cui ormai ci hanno abituati i SUV elettrici, e che sono contento di ritrovare anche qui, nella versione top di gamma Prime.

Aiways U5 Prime: gli interni Aiways U5 Prime: gli interni

TRE SCHERMI La plancia in plastica morbida è moderna, con uno stile essenziale ma gradevole: grande lo schermo widescreen al centro. Ancora meglio il quadro strumenti dietro il volante, composto da tre schermi: quello principale, al centro, con tutte le informazioni di marcia, e i due laterali dedicati ai contenuti multimediali e ai consumi. Sportivo il volante squadrato, con la corona piatta sopra e sotto: va regolato bene per vedere tutto il quadro strumenti. Buono il feeling e la risposta dei tasti e delle rotelle sulle razze del volante.

Aiways U5 Prime: i tre schermi dietro il volante Aiways U5 Prime: i tre schermi dietro il volante

POCO PRATICA La giovanissima U5 paga qualche ingenuità di troppo per quel che riguarda la praticità, soprattutto considerato che si tratta di un’auto da famiglia. Per dirne una, manca il cassetto davanti al passeggero, sostituito solo da due ganci. In generale, sono proprio i portaoggetti a mancare: c’è giusto un piccolo pozzetto sotto il bracciolo e le tasche rivestite nelle portiere. Per tutto il resto c’è il grosso “cestone” sotto il tunnel centrale: una soluzione comune ad altri concorrenti, ma scomodo e poco accessibile, soprattutto quando si guida.

Aiways U5 Prime: i pratici comandi sul tunnel centrale Aiways U5 Prime: i pratici comandi sul tunnel centrale

CLIMA IN PUNTA DI DITA Sfizioso il pannello touch per il climatizzatore, che si solleva e nasconde al suo interno la piastra per la ricarica wireless degli smartphone e la presa USB per il collegamento del telefono. Peccato che, all’atto pratico, sia poco comodo da usare. L’infotainment non è una scheggia, ma fa quello che deve, e lo fa bene. Non c’è il navigatore, ed è una scelta che non mi dispiace affatto: tanto, comunque finisce sempre che si collega il telefono e si usa Waze o Google Maps (grazie al supporto per Android Auto e Apple CarPlay). 

Aiways U5 Prime: la plancetta touch per il climatizzatore Aiways U5 Prime: la plancetta touch per il climatizzatore

DETTAGLI DA SPORTIVA I sedili dell’auto in prova sono in pelle chiara, sportiveggianti, con poggiatesta “quasi” integrati. Le sedute sono più comode che contenitive, che è quello che serve a un’auto da famiglia. Le regolazioni sono elettriche fin dall’allestimento base: la posizione di guida è molto rialzata, e regala un’ottima visibilità quando si guida. Gli assemblaggi sono curati e le finiture eleganti, con i rivestimenti in pelle che ricoprono gran parte dell’abitacolo.

Aiways U5 Prime: i poggiatesta simulano quelli integrati nei sedili Aiways U5 Prime: i poggiatesta simulano quelli integrati nei sedili

SPAZIO A GO-GO Chi siede dietro viaggia in business, con uno spazio e una comodità da vettura di segmento superiore. E non scherza neppure il bagagliaio, una tana del bianconiglio di cui non si vede il fondo. Davanti c’è un piccolo frunk da 45 litri, non enorme ma perfetto per metterci dentro i cavi di ricarica. Dietro si parte da 423 litri con il divano in posizione d’uso, che diventano 1.555 abbassando gli schienali. Particolare un po’ agée, ma che aiuta la capacità di carico, le sedute si sollevano in avanti e aumentano ancora di più lo spazio disponibile. Sotto il pavimento del baule, infine, ci sono ben due preformati, che regalano molto altro spazio.

VEDI ANCHE



COME VA SU STRADA AIWAYS U5

Aiways U5 Prime: batteria da 63 kWh, autonomia di 410 km dichiarati Aiways U5 Prime: batteria da 63 kWh, autonomia di 410 km dichiarati

Come sulle Tesla, neppure su Aiways U5 c’è il tasto per l’accensione. Ti siedi, premi il freno, scegli la marcia dal selettore nel tunnel e parti. Il SUV cinese è disponibile con un solo motore, anteriore come la trazione, con 204 CV di potenza e 310 Nm di coppia. Il temperamento è brillante, e garantisce performance più che buone: lo zero cento si copre in 7 secondi e mezzo, e la velocità massima - autolimitata per questioni di autonomia - è di 170 km/h. 

SENZA FRETTA Da buona auto di famiglia, U5 privilegia lo stile di guida rilassato. Meglio non esagerare perché tende a innervosirsi un po’, in particolare all’avantreno e nei trasferimenti di carico. L’invito alla prudenza arriva anche da uno sterzo non tra i più precisi, e una taratura piuttosto morbida delle sospensioni. Considerati anche i 1.770 kg di peso, meglio rilassarsi e godersi il viaggio, accompagnati solo dal sibilo del motore elettrico. 

Aiways U5 Prime: ricarica in DC fino a 90 kW Aiways U5 Prime: ricarica in DC fino a 90 kW

TRE DRIVING MODE Un po’ di rumore aerodinamico entra in abitacolo a velocità autostradali, ma sono rimasto colpito dalla silenziosità generale di U5 quando si muove, e la facilità con cui ci si ritrova ad andare più veloci di quanto si pensa. L’acceleratore è molto sensibile, richiede un po’ di abitudine per dosare la potenza dell’auto, soprattutto in modalità sport, quando la risposta è più veloce. Più lineare l’erogazione di potenza nelle modalità Normal ed Eco. Quest’ultima, in particolare, taglia la potenza per favorire l’autonomia.

Aiways U5 Prime: ecco le nostre impressioni sul nuovo SUV elettrico cinese Aiways U5 Prime: ecco le nostre impressioni sul nuovo SUV elettrico cinese

NON FRENA DA SOLA La frenata rigenerativa si regola su tre livelli dallo schermo dell’infotainment: anche il più incisivo non è comunque mai troppo brusco. Peccato per la mancanza della guida one pedal, che trovo sempre molto comoda, specialmente nel traffico della città.

BATTERIA E AUTONOMIA

La batteria sotto il pianale ha una capacità di 63 kWh, per un’autonomia dichiarata di 410 km. In inverno, come ormai abbiamo imparato, riscaldamento e gestione delle batterie fanno impennare i consumi. U5 comunque non se l’è cavata male: nel nostro giro sul MotorRing, tra città, statali e autostrada abbiamo rilevato un’autonomia attorno ai 320 km, con un consumo medio che oscilla tra i 19 e i 22 kWh per 100 km. Confido che con la bella stagione, consumi e autonomia si avvicineranno molto ai valori dichiarati.

Aiways U5 Prime: la presa di ricarica sotto il faro anteriore sinistro Aiways U5 Prime: la presa di ricarica sotto il faro anteriore sinistro

ALLA SPINA Il nodo dolente è la ricarica: in corrente alternata la U5 accetta solo 6,6 kW di potenza. Alle colonnine pubbliche, per ricaricare metà batteria ci vogliono circa 5 ore. Le cose vanno un po’ meglio alle colonnine fast charge in corrente continua: la U5 accetta fino a 90 kW di potenza, e si passa dal 20% all’80% di carica in poco più di mezz’ora

ADAS Pollice su invece per quanto riguarda dotazione tecnologica e sicurezza: la U5 monta dodici radar a ultrasuoni, cinque telecamere, tre radar e due telecamere all’interno dell’abitacolo. Questo si traduce in telecamera perimetrale con visuale 3D dell’auto, monitoraggio angolo cieco, frenata automatica d’emergenza... Tanti ed efficaci gli aiuti alla guida, che intervengono sempre con rapidità e precisione. C’è anche la guida assistita di secondo livello, capace di “leggere” le curve e adeguare automaticamente la velocità.

Aiways U5 Prime: trazione anteriore, 204 CV di potenza Aiways U5 Prime: trazione anteriore, 204 CV di potenza 

TI TIENE D’OCCHIO Utile, anche se un po’ inquietante, la telecamera sul montante sinistro che legge la stanchezza dei nostri occhi e ci avverte quando è meglio fare una pausa. Non manca la app per gestire le funzioni di un’auto elettrica: apertura chiusura porte e tetto, controllo stato batteria e ricarica, climatizzazione da remoto.

PREZZI E GARANZIA

Aiways U5 Prime: visuale di 3/4 anteriore Aiways U5 Prime: visuale di 3/4 anteriore

Semplice il listino di Aiways U5, che si compone di due sole voci: la prima è quella del modello X-Cite, che costa 43.250 euro e ha praticamente tutto di serie, dai sedili elettrici agli ADAS evoluti, dal clima bizona alla telecamera a 360°. La più ricca Prime costa 46.000 euro e aggiunge il parcheggio automatico, il tetto panoramico elettrico, i sedili in pelle, i cerchi da 19” e i sensori di parcheggio anteriori. Unico optional, la vernice metallizzata a 800 euro.

Aiways U5 Prime: di serie i cerchi da 19 pollici Aiways U5 Prime: di serie i cerchi da 19 pollici

AL RIPARO DA SORPRESE Come giusto che sia per un player che si affaccia per la prima volta sul nostro mercato, Aiways arriva con una garanzia interessante: 5 anni o 150mila km sull’auto, 8 anni e 150mila km su motori, centralina elettronica e batterie, garantite al 75% della carica, e 10 anni per la corrosione sulla carrozzeria.

SCHEDA TECNICA

Motore Elettrico sincrono a magneti permanenti anteriore
Potenza/coppia 204 CV / 310 Nm
Trazione anteriore
Accelerazione 0-100 km/h 7,8 secondi
Velocità massima 170 km/h
Capacità batteria 63 kWh
Autonomia (WLTP) 410 km
Potenza massima di ricarica AC 6,6 kW
Potenza massima di ricarica DC 90 kW
Consumo medio (WLTP) 17 kWh/100 km
Dimensioni 4.680 x 1.865 x 1.700 mm
Bagagliaio Da 432 a 1.555 litri
Peso 1.770 kg
Prezzo Da 43.250 euro

Pubblicato da Claudio Todeschini, 18/04/2022
Tags
Gallery
Listino Aiways U5
Allestimento CV / Kw Prezzo
U5 204 CV 63 kWh X-Cite - / - 43.250 €
U5 204 CV 63 kWh Prime - / - 46.000 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Aiways U5 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Aiways U5
Vedi anche
Logo MotorBox