Pubblicato il 06/05/21

ANCHE ALLA SPINADategliela del colore che vogliono, purché sia nera”, diceva Henry Ford agli inizi del Novecento, citando l'inglese Thomas Hobson, uno stalliere vissuto a cavallo del 1.600 (e scusate il gioco di parole). Negli anni Venti del nuovo millennio la cosiddetta Scelta di Hobson sembra diventata: “dategliela con il motore che vogliono, purché sia plug-in hybrid”. Dall'Inghilterra Elisabettiana agli USA, arriviamo in Spagna, con l'ingresso trionfale in gamma della Seat Tarraco e-Hybrid: versione per l'appunto plug-in hybrid del maxi SUV catalano. Che è stato sviluppato in Spagna, ma viene prodotto a Wolfsburg, quartier generale del Gruppo Volkswagen.

AL VOLANTE

Seat Tarraco plug-in: impegnato in una ricarica

Sono 49 i chilometri di autonomia in modalità di guida elettrica, con tempi di ricarica da 3 ore e mezza a 5 ore e mezza secondo che si disponga di una colonnina da 3,6 kW oppure di una presa domestica. Ma soprattutto sono 245 i cavalli complessivi sotto al cofano, accompagnati da 400 scalpitanti Nm. Che effetto fanno? In una parola, dirompente.

QUEL TASTO... Lo sprint e soprattutto la ripresa mi incollano al sedile, specie se premo il tasto S-Boost accanto alla leva del cambio, che mi concede il massimo dello sprint (l'equivalente del tasto GTE sulle plug-in Volkswagen). Addirittura la trazione - esclusivamente anteriore - fatica a scaricare a terra tutta la spinta in rettilineo, se l'asfalto è umido. E non parlo di partenze da fermo, ma di pattinamenti ad auto lanciata, sui 60 - 70 km/h. I numeri dicono 205 km/h di velocità e uno 0-100 in 7 secondi e mezzo: bel risultato per un SUV di quasi 1.870 chili e lungo 4,74 m.

Seat Tarraco plug-in: visuale frontale

AUTOMATICO O MANUALE Ottimo anche l'accoppiamento del motore con il cambio automatico a doppia frizione DSG, qui nella versione a 6 rapporti, che si dimostra tanto efficiente e intelligente quando fa da solo, quanto pronto e obbediente si mi viene voglia di comandarlo a mano, con le palette dietro al volante. I consumi dichiarati, tra 1,6 e 2,1 l/100 km tengono fin troppo conto del contributo della batteria: se non si è nelle condizioni di ricaricare abbastanza spesso, è lecito attendersi consumi tra 5 e 6 l/100 km, stando a quanto misurato dal computer di bordo nel corso della prova. Stime che vanno tuttavia aggiustate in funzione del percorso e dello stile di guida.

Seat Tarraco plug-in: visuale di 3/4 anteriore

COME UN'AGILE BERLINA Tra le curve apprezzo il contributo dello sterzo progressivo, che diventa via via più diretto quanto più aumento l'angolo di sterzata, e l'assetto a controllo elettronico DCC (Dynamic chassis control). Quest'ultimo, di serie sulla Tarraco FR, dà al SUV catalano un dinamismo insospettabile, con un ottimo controllo del rollio negli appoggi e un'invidiabile compostezza nei cambi di direzione. Tanto che sembra di guidare una berlina. E naturalmente il DCC cambia registro nella guida rilassata, dove ci mette del suo per esaltare il comfort. Un comfort che beneficia anche della silenziosità del powertrain, i cui toni rimangono sempre piuttosto discreti anche nella guida impegnata. E una lode va alla risposta del pedale del freno: pastoso e progressivo sotto al piede, passa in modo inavvertibile dalla frenata rigenerativa - quella fatta per via esclusivamente elettrica, che ricarica le batterie - a quella vera e propria: per un feeling di guida ottimale. 

GLI INTERNI

Seat Tarraco plug-in: gli interni visti dal tetto panoramico

A bordo design e qualità tradiscono l'appartenenza di Seat al Gruppo Volkswagen, con le dita che cadono sul morbido finché rimangono all'altezza della plancia e della parte superiore dei pannelli porta, mentre incontrano plastiche più dure dalla cintola in giù. Il tocco di classe è il rivestimento in moquette delle tasche delle portiere, mentre i sedili avvolgenti dell'allestimento FR fanno tantissimo per esaltare la qualità percepita. Oltretutto sono molto comodi e offrono un sostegno perfetto alla colonna vertebrale, che non aiuta solo in curva, ma anche per limitare l'affaticamento nei lunghi viaggi.

Seat Tarraco plug-in: il selettore della modalità di guida

IN PUNTA DI DITA Molti dei comandi sono touch e passano per il display a centro plancia; il climatizzatore si regola con tasti a sfioramento. Per questo il mio comando preferito rimane il selettore rotante per le modalità di guida: molto più comodo di un singolo pulsante da premere più volte o – peggio – un menu tutto da esplorare sul touch screen, come fanno alcune. Ma quella contro il touch dilagante, ormai, è diventata una questione personale...

Seat Tarraco plug-in: più piccolo ma sempre capiente il bagagliaio

BATTERIA La batteria da 12,8 kWh è sotto i sedili posteriori e comporta qualche rinuncia: la Tarraco plug-in hybrid infatti non può avere 7 posti come quella tradizionale e perde 150 litri di bagagliaio, che qui va da 610 a 1.770 litri di volume. Ma se non avete una famiglia particolarmente numerosa e quindi non avete bisogno per forza dei 7 posti, i 5 posti della Tarraco e-Hybrid vi piaceranno. Perché sono particolarmente spaziosi e anche chi siede dietro ha modo di allungare bene le gambe. E l'eventuale quinto passeggero non se la passa troppo male, al netto di un pavimento molto rialzato al centro.

PREZZI, DOTAZIONI, ALLESTIMENTI

Seat Tarraco plug-in: particolare dei gruppi ottici anteriori

Due soli allestimenti – al top della gamma – per Seat Tarraco e-Hybrid: Xcellence da 44.600 euro e FR da 46.250 euro, con il contributo di Seat Italia che porta lo street price d'attacco a 36.000 euro prima ancora di applicare eventuali ecoincentivi. Entrambi con la sola trazione anteriore e il cambio DSG come unica opzione, le Tarraco plug-in hybrid hanno una dotazione ricca. Solo per citare le cose più sfiziose si va dal navigatore con schermo touch da 9,2 pollici ai comandi vocali, dalle versioni wireless di Android Auto e Apple Carplay alle funzioni di controllo remoto del veicolo tramite smartphone: per il tracciamento e il controllo in tempo reale della velocità del veicolo, come per le funzioni di ricarica e pre-climatizzazione dell'abitacolo. Non mancano i finanziamenti Seat Senza Pensieri: con rate da 329 euro al mese per Tarraco e-Hybrid Xcellence e 349 euro al mese per l'allestimento FR. O il noleggio a lungo termine per i privati da 229 euro al mese.

SCHEDA TECNICA SEAT TARRACO PLUG-IN HYBRID

Motore 1.4 litri, 4 cilindri benzina plug-in hybrid
Potenza 245 CV tra 5.000 e 6.000 giri
Coppia 400 Nm tra 1.550 e 3.500 giri
Velocità 205 km/h
Da 0 a 100 km/h 7,5 secondi
Autonomia 49 km
Ricarica da 3,5 a 5 ore
Cambio DSG a 6 rapporti
Trazione anteriore
Dimensioni 4,74 x 1,84 x 1,66 m
Bagagliaio da 610 a 1.770 litri
Prezzo da 44.600 euro

IL VIDEO DELLA PROVA

Per le emozioni in presa diretta, dietro al volante della nuova Seat Tarraco E-Hybrid, potete guardare il video qui sotto nella gallery. Un clic e in meno di 10 minuti vi racconto tutto quello che c'è da sapere sul SUV catalano plug-in hybrid.


TAGS: seat prova video ibride plug-in seat tarraco seat tarraco e-hybrid tarraco video