Pubblicato il 21/07/20

ALZA L'ASTICELLA Vorrei ma non posso o potrei ma non voglio? Molte volte puntare sull'understatement è la scelta più elegante. E pure intelligente, quando si accompagna a un'esperienza senza rinunce – anzi da prima classe – come quella della nuova Skoda Octavia Wagon, erede di quella che da anni è la station wagon più venduta in Europa. Quando il metro di valutazione è la sostanza, la Casa cecoslovacca ha dimostrato da tempo di non dover abbassare lo sguardo di fronte a nessuno e l'Octavia 2020 alza ancora l'asticella. Anche alla prova su strada.

Skoda Octavia Wagon 2020, prova su strada

INTERNI

ABITABILITÀ Mi siedo a bordo e la prima impressione che ho è di grande spazio: ancora più di quanto i 4,69 metri dell'auto farebbero supporre. Merito di una plancia poco invadente, che si apprezza in modo particolare seduti dal lato passeggero. Solo il quinto a bordo fa i conti con un pavimento molto rialzato al centro. Belli i materiali, belle le cromature che disegnano finiture di pregio sui pannelli porta. Forse le maniglie delle portiere e la plastica della plafoniera non è al top, ma plancia e sedili sono fantastici e il rivestimento in moquette delle tasche laterali è una chicca da vera premium.

IL BAGAGLIAIO Ma che la nuova Octavia faccia un vero salto di categoria è testimoniato anche dal listino degli optional, che ora prevede pure il sedile guida con funzione massaggio (in un pack da 2.600 euro). E il bagagliaio è al top, con una capacità che va da 640 a 1.700 litri abbattendo i sedili posteriori: anche se con il contributo di un piano un po' infossato rispetto alla soglia, che rende un pochino meno agevole caricare e scaricare le valigie.

TOUCH O NON TOUCH? A bordo, pulsanti e funzioni touch trovano un buon equilibrio. Di solito preferisco comandi fisici per la regolazione del clima, ma qui il display a centro plancia ne mostra le icone principali qualunque sia il menu selezionato: un buon compromesso. Tra l'altro il clima bi-zona è di serie e a richiesta c'è il tri-zona; l'assistente virtuale Laura può regolarli, capendo quale passeggero ha caldo o ha freddo dalla direzione della voce. Una banda sensibile al tocco sotto allo schermo consente di regolare il volume dell'audio: una strisciata del dito permette di aumentarlo o lo ridurlo. E con il gesto dello zoom a due dita modifico l'ingrandimento della mappa del navigatore.

Nuova Skoda Octavia: il display touch centrale

L'INFOTAINMENT Lo schermo in sé, poi, è proprio bello: su tutte le versioni misura 10 pollici, è nitido, reattivo quasi come un vero tablet ed è la porta per molte funzioni connesse. L'infotainment dell'Octavia è infatti il MIB3, il più avanzato del gruppo Volkswagen. Su tutti gli allestimenti integra il navigatore Columbus, top di gamma, e ha di serie Android Auto e Apple Carplay, per un collegamento ottimale con il vostro smartphone.

 

DOTAZIONI DI ASSISTENZA ALLA GUIDA

QUESTE SONO DI SERIE Al top la dotazione di serie di aiuti alla guida: frenata automatica, cruise control adattivo, mantenimento di corsia, chiamata di emergenza e persino l'assistente all'evitamento ostacolo sono inclusi. Così come i fari Full LED.

Skoda Octavia Wagon 2020, dettaglio del gruppo ottico anteriore

QUESTE INVECE SONO A RICHIESTA A richiesta sono la guida automatica negli incolonnamenti Traffic Jam Assistant, compresa nel pacchetta travel assist da 400 euro con navigatore predittivo e funzione autonoma per l'arresto di emergenza del veicolo. Monitoraggio dell'angolo cieco, l'assistente al cambio di corsia e la funzione Exit Warning, che mi avvisa se arriva qualcuno mentre scendo dall'auto,  rientrano nel pack Side Assistant da 480 euro. Optional anche lo head-up display (650 euro) e i fari Matrix LED da 1.150 euro, che disegnano un cono d'ombra attorno alle auto che incrociamo per evitare di abbagliarle.

 

AL VOLANTE

METANO? NO, GASOLIO Lo confesso, per la prova su strada avrei voluto la Skoda Octavia G-Tec a metano, con il suo motore da 130 CV, il serbatoio da 17,7 kg e l'omologazione monovalente con tutti i vantaggi fiscali del caso. Invece mi hanno dato la Diesel da 150 cavalli, con cambio automatico a doppia frizione DSG 7 che comunque beneficia del Twin Dosing: una doppia iniezione di additivo che abbatte le emissioni di NOx fin dell'80%.

PIACERE, DIESEL! E il piacere di guida ringrazia. Raggiunge i 222 km/h e uno 0-100 in 8,8 secondi, ma sono soprattutto i 340 Nm di coppia tra 1.700 e 2.750 giri a fare la differenza, fornendo una vérve entusiasmante. Inutile girarci intorno, quanto a vigore in ripresa non c'è ibrido che tenga: il diesel è ancora vincente. A maggior ragione se, come in questo caso, la fluidità è da riferimento - che salto rispetto alla ruvidità dei Diesel di qualche anno fa! - e se l'accoppiamento con il cambio DSG è così ben riuscito: tanto in modalità automatica quanto in quella manuale-sequenziale, quando sono io a cambiare marcia con le palette dietro al volante.

Test drive: la nuova Skoda Octavia Wagon 2020

PADRONA DELLA STRADA Ma la cosa che più mi piace della nuova Octavia Wagon è certamente l'assetto. Non scende a compromessi quanto a comfort, con sospensioni piuttosto libere, ma poi sulle strade giuste riesce a sfoderare un dinamismo che non ti aspetti. Curva, controcurva, avvallamento, cambio di pendenza: l'Octavia copia tutto con rara compostezza e competenza, mantenendo una precisione di guida molto elevata anche sui fondi irregolari e mettendo in luce ottime doti di tenuta di strada e stabilità. Tra le curve è una danzatrice provetta.

I CONSUMI NEL MONDO REALE A voler cercare il pelo nell'uovo, si nota un pizzico di rumorosità in più del normale data dagli pneumatici, forse con il contributo dei cerchi da 18 pollici dell'auto in prova (la misura standard è 17''). E pure il motore non rinuncia a fare la voce un po' grossa in piena accelerazione, senza bisogno di spingersi ai limiti estremi del contagiri. Va detto però che, per essere un Diesel, le doti canore non gli mancano e la timbrica non è sgradevole. Non è comunque un'auto rumorosa, sia chiaro, e dalla sua ha anche ottime carte da giocare alla voce consumi: 4,9 l/100 km misurati dal computer di bordo al termine di un percorso misto di circa 100 chilometri. Cambiando unità di misura, sono oltre 20 km/l e scusate se è poco!

 

VERSIONI E PREZZI

DALLA BASE ALL'AUTO IN PROVA Nelle concessionarie a partire da settembre, la Skoda Octavia Wagon 2020 è già in prevendita ed entro l'anno la gamma si comporrà di motorizzazioni benzina, Diesel, metano, mild e plug-in hybrid: con potenze tra 110 e 204 CV e prezzi a partire da circa 25.000 euro. Due gli allestimenti, Executive, che strizza l'occhio alle flotte, e Style come la nostra, che ha in più la strumentazione digitale configurabile Virtual Cockpit da 10,25 pollici, luci ambient regolabili, sistema keyless, retrocamera e connettività Android Auto e Apple Carplay wireless per gli smartphone compatibili. Il tutto per 33.900 euro.

Skoda Octavia RS 2020: la berlina e la wagon

IN ARRIVO SUV E GT Attenzione, però: la lista dei possibili optional è comunque molto lunga. Da non sottovalutare, per esempio, lo Sleep Pack da 250 euro con appoggiatesta posteriori aeronautici che sorreggono il capo mentre dormi (e altri accorgimenti per pisolare in viaggio). Entro fine anno saranno ordinabili anche la Skoda Scout, con assetto rialzato, trazione integrale e protezioni stile SUV, e la sportiva Octavia RS con motori diesel, benzina e pug-in hybrid e potenze da 200 a 245 CV.

 

SCHEDA TECNICA SKODA OCTAVIA WAGON 2.0 TDI 150 CV DSG STYLE

Motore

1.968 cc, 4 cilindri, turbodiesel

Potenza

150 CV tra 3.000 e 4.200 giri

Coppia

340 Nm tra 1.700 e 2.750 giri

Velocità

222 km/h; da 0 a 100 km/h in 8,8”

Trazione

anteriore, cambio DCT a 7 rapporti

Dimensioni

4,69 x 1,82 x 1,47 m

Peso

1.487 kg

Bagagliaio

da 640 a 1.700 litri

Prezzo

da 33.900 euro

 

SKODA OCTAVIA WAGON 2020: IL VIDEO DELLA PROVA

IN PRESA DIRETTA Ora avete tutte le informazioni, ma vi mancano le emozioni: salite a bordo con noi della nuova Skoda Octavia Wagon 2020. Qui sotto trovate il video registrato onboard durante la prova, in cui approfondiamo le impressioni di guida in presa diretta, per non farvi perdere nulla dell'esperienza che abbiamo vissuto al volante della station wagon boema. Per guardarlo basta un clic: buona visione!

 


TAGS: skoda octavia wagon skoda octavia prova skoda octavia wagon skoda octavia 2020 skoda octavia combi octavia 2020 video