Prova su strada
Nuova Porsche Panamera 2017 - Pronta a sfidare il sottozero

Porsche Panamera 2017:
prova, dotazioni, prezzi

Porsche Panamera 2017 con la nuova coda è finalmente parente della 911. E ha nuovi motori V6 e V8, nuovo infotainment e telaio rivisto.

33 0
Autore:
M. A. Corniche

PANAMERA O BANANERA? Una Porsche 911 con cinque porte, questa è sempre stata l’idea alla base della Panamera. La prima serie del 2009 non ha centrato l’obiettivo in pieno: una berlina di lusso, prestazionale, confortevole e con tanto di marchio Porsche ma con forme bananose e poche emozioni alla guida. Arriva ora la seconda serie della Porsche Panamera, e si volta pagina.

COLPO DI CODA Interamente riprogettata, dichiara Porsche, con nuovi motori e cambio costruiti ex novo e un telaio perfezionato. La vera svolta per la nuova Porsche Panamera è la coda che perde quelle forme un po’ sciolte e informi della prima serie per passare a un sedere alto che riprende lo stile della 911. È in questa parte che il telaio è stato rivisto in profondità.

NEW STYLE La linea dei vetri delle portiere posteriori non sale più come quella di un SUV ma scende, come quella della 911 e si allunga sul montante posteriore, rendendolo più snello.  Il posteriore si ispira ora a un posteriore brasiliano, si protende in alto e in avanti invece di sciogliersi sulla strada e le luci un po’ miopi della prima serie diventano ora tridimensionali e unite da una fascia centrale come quelle della 911, con tanto di scritta PORSCHE tridimensionale al centro. La fascia sopra alle luci è uno spoiler attivo che nel caso della Panamera turbo non soltanto si solleva ma si apre e si allarga.

SPORTIVA CON PORTELLONE Anche il lunotto della nuova Porsche Panamera sembra meno gonfio e rimane il pratico portellone posteriore che, ora, quasi non si nota e non ricorda quello di una monovolume. Sportivona sì ma, rispettando la tradizione Porsche, anche la nuova Panamera deve essere funzionale, con un bagagliaio da 495 litri che aumentano fino a 1.304 se si ribaltano gli schienali dei due sedili posteriori e la parte centrale che li separa. I posti rimangono quattro, sportivi nel disegno e nel contenimento i posteriori quanto gli anteriori.

BOCCA LARGA Sulle fiancate, la bocca di ventilazione dietro alla ruota anteriore è più squadrata e il profilo si allunga fino alle portiere posteriori, sagomandole e rendendole più snelle e meno tonde, eliminando anche in questo caso l’effetto bananera. I cerchi sono taglia 19” per Panamera 4S e 4S Diesel (optional 20”), da 20” per la Turbo (optional 21”).  

LED PER TUTTE Anche il frontale è più pulito e snello, anche questo più tagliente come il muso di uno squalo e meno tondeggiante. Meno rotonda è anche la forma dei fari che sono di serie a LED, con l’opzione PDLS Plus, ovvero a LED matrix, con 84 LED pronti ad accendersi e a spegnersi, a diminuire o aumentare l’intensità singolarmente per illuminare bene dove serve senza abbagliare nessuno. Più lunga di 30mm e con il passo allungato di 34mmm, la nuova Porsche Panamera ha però una presenza su strada più compatta.

SEMPRE CINQUE MA VIRTUALI L’abitacolo mantiene lo stile Porsche lussuosamente sportivo ma con un importante aggiornamento tecnologico. I classici cinque strumenti Porsche davanti al pilota rimangono ma diventano virtuali, sostituiti dai tre schermi del Porsche Advanced Cockpit che riproducono i cinque orologi: lo schermo di sinistra è dedicato alle funzioni di assistenza alla guida, al centro contagiri analogico e tachimetro digitale si accompagnano a tutte le informazioni di guida, dalla marcia inserita al Driving Mode e lo schermo di destra, da 7 pollici come il sinistro, offre tutte le informazioni dal telefono al navigatore, dal computer di bordo fino a trasformarsi in uno schermo dedicato alla guida notturna a infrarossi.

INFOTAINMENT Lo schermo dedicato all’infotainment si allunga per una diagonale di 12,3 pollici, capacitivo e in grado di riconoscere la calligrafia, perfettamente annegato nella fascia centrale della plancia. Come nell’ultima release del sistema di infotainment PCM Porsche per le mappe del navigatore si possono scegliere differenti livelli di dettaglio, come Google Street View e Google Earth. L’immagine si allunga per tutta la larghezza dello schermo ma a destra si può attivare una seconda schermata più piccola per menu funzionali.

INFOTAINMENT PER TUTTI Una serie di app utili fanno parte della dotazione, da prezzi benzina e parcheggi che trovano il distributore o il posteggio più vicino e programmano automaticamente il navigatore per raggiungerli, alle informazioni in tempo reale su treni e aerei. Pronto da subito per Apple CarPlay, in arrivo Android Auto. Anche chi siede nei due posti posteriori può avere a disposizione uno schermo da 7 pollici per il comando del climatizzatore e dell’infotainment.

COMANDI APTICI Le differenti funzioni del sistema PCM, dal navigatore al setup della Panamera, sono richiamabili dal menu verticale sul lato sinistro o dai tasti sul tunnel centrale. Pulsanti quasi invisibili: la consolle è nera, lucida e completamente liscia con tutti i pulsanti aptici, come il tastone dell’ultimo iPhone 7, che producono un clic soltanto quando l’auto è accesa. Sparisce la batteria di tasti della vecchia Panamera e la corsa corta della leva del cambio ora by wire lascia più spazio per distribuire meglio i nuovi pulsanti aptici.

NUOVA PELLE Questo è quanto si vede della nuova Porsche Panamera 2017. Ma cambiano pelle e sottopelle. Per quanto riguarda la pelle, oltre alle lamiere esterne delle porte, al cofano motore, al portellone posteriore e ai parafanghi anteriori, ora sono in alluminio anche le intere fiancate e il tetto. Anche la scocca è realizzata con un mix di acciaio e alluminio. Pesa più o meno quanto la vecchia Panamera ma in realtà il risultato è frutto di alleggerimenti (i telai dei sedili, per esempio, pesano 8kg in meno, fino ai 9,5kg in meno dei nuovi motori V8) che compensano il maggior peso di nuovi sistemi.

NUOVI MOTORI Sottopelle ci sono, innanzitutto, tre nuovi motori, V6 e V8, con due turbine inserite nella V dei cilindri (Central Turbo Layout) e iniettori al centro della camera di combustione, abbinati alla trazione integrale e al nuovo cambio doppia frizione PDK ora con otto rapporti e progettato per coppie anche di 1.000Nm. Ai nuovi motori si abbinano anche innovazioni al telaio.

PANAMERA 4S DIESEL È la berlina diesel più veloce del mondo, dichiara Porsche, grazie al suo V8 4.0 da 310 cv e 850Nm tra 1.000 e 3.250 giri. 285km/h è la velocità massima dichiarata con lo 0-100km/h in 4,5” e lo 0-200 in 17,1”. Veloce anche nei lunghi viaggi grazie all’autonomia di 1.200 chilometri data dai 75 litri del serbatoio e consumi dichiarati medi nell’ordine dei 6,8 l/100km, autonomia che, con il serbatoio opzionale da 90 litri, sale a quasi 1.500km. Le sue due turbine a geometria variabile agiscono in coppia, per la massima potenza, oppure soltanto una è in funzione ai bassi regimi, in grado comunque di garantire la coppia massima da 1.000 giri. La distribuzione è variabile per aspirazione e scarico.

PANAMERA 4S Per la Panamera 4S c’è un nuovo V6 2.9 biturbo a benzina con basamento in alluminio e VarioCam Plus, da 440 cv e 550Nm tra 1750 e 5500, con 20 cv in più, 30Nm in più e 11,1% in meno nei consumi rispetto al vecchio motore. Lo 0-100 si copre in 4,4 secondi e lo 0-200 in 16,2”. La velocità massima tocca i 289 km/h e il consumo dichiarato medio nel ciclo combinato è 8,2l/100km.

PANAMERA TURBO La Panamera top è la turbo, con un nuovo V8 4.0 a benzina biturbo Twin-Scroll e basamento in alluminio da 550 cv (di cui 340 disponibili già a 3.000 giri) e 770Nm tra 1960 e 4500 giri per 306km/h di velocità massima (0-200km/h in 13”) e 0-100 in 3,8”. Il nuovo V8 è un motore modulare che disattiva la distribuzione dei cilindri 2,3,5,e 8 tra 950 e 3.500 giri quando non serve potenza per risparmiare carburante e limitare le emissioni..

TELAIO ATTIVO Tra le novità, nuove sono anche le sospensioni pneumatiche adattive, abbinate al sistema PASM (Porsche Active Suspension management, di serie) cambiano, con ammortizzatori a tre camere per rendere più sensibile il cambiamento tra le regolazioni Comfort, Sport e Sport Plus. Il servosterzo elettromeccanico è nuovo e il Porsche 4D Chassis Control sincronizza tutti i sistemi in tempo reale, dalle PASM al PDCC (Porsche Dynamic Chassis Control che regola la rigidità delle barre antirollio) al PTV Plus (Porsche Torque Vectoring, lavora sulle ruote posteriori).

SPORT CHRONO Chi sceglie il pacchetto Sport Chrono ha a disposizione il Launch Control e, come per la Porsche 918 Spyder, il manettino Mode sul volante per avere accesso diretto alle quattro modalità di guida (Normal, Sport, Sport Plus e Individual) che al centro porta il tasto Sport Response. Premendolo, si ottiene il massimo potenziale prestazionale per 20 secondi.

DOPPIA STERZATA Se la novità più evidente della Porsche Panamera 2017 è la coda, lo è anche sotto pelle. Anche per la Panamera, come per la 911, sono ora disponibili anche le quattro ruote sterzanti, con le ruote posteriori che sterzano fino a 2,8 gradi. Sterzano in direzione contraria alle anteriori fino a 50 km/h, oltre 80 km/h sterzano nella medesima direzione e, tra 50 a 80 km/h sterzano da un lato o dall’altro a seconda delle condizioni. Aiutando le manovre a bassa velocità o accorciando virtualmente il passo e rendendo il retrotreno più stabile.

INNODRIVE Assistita alla guida nel mantenimento della corsia, la nuova Porsche Panamera di dota (da febbraio 2017) anche del sistema di guida intelligente Innodrive. Sulla base dei dati di navigazione il sistema tiene conto di curve, pendenze, rotonde, condizioni di traffico e limiti di velocità per scegliere la marcia più efficiente, veleggiando (praticamente in folle), frenando e accelerando per ottimizzare i consumi. Innodrive, da bravo sistema Porsche, ha anche una modalità Sport che rende la guida più dinamica.

LISTINO PREZZI Se siete arrivati fino a questo punto, avete notato che l’elenco delle novità portate dalla nuova Porsche Panamera è piuttosto lungo. Anche i prezzi non sono corti, partono dai 92.718 euro della Panamera da 330cv, l’unica a trazione posteriore, fino ai 172.140 euro della Panamera Turbo Executive, circa 14.000 euro in più rispetto alla normale Panamera Turbo. Quanto si spende per una Panamera 4S Diesel? 121.388 euro, circa 4.000 in più rispetto alla 4S a benzina e circa 10.000 in più rispetto alla Panamera 4 E-Hybrid. Qui sotto potete comunque scaricare il listino PDF per avere tutti i dettagli su prezzi e dotazioni. 

ABITO NUOVO VITA NUOVA Se l’abito fa il monaco, la nuova Porsche Panamera con il suo nuovo abito trasmette decisamente meglio che in passato l’idea di sportiva a quattro porte. La nuova coda fa pensare allo scatto e alla capostipite delle Porsche moderne, l’iconica 911. L’invito a salire ora è più esplicito e anche all’interno il family feeling con la 911 è più evidente, anche se i cinque strumentoni della vecchia Panamera comunque non erano male.

TRADIZIONALMENTE HI TECH All’interno, i tre display della strumentazione sono una bella rivisitazione moderna della classica impostazione a cinque strumenti della 911. Già non mi dispiaceva il quinto strumento digitale e multifunzione adottato dalle altre Porsche ma la soluzione adottata per la nuova Porsche Panamera appaga la vista e offre anche una grande flessibilità nel pacchetto di informazioni fornite. Con una grafica digitale tutta Porsche, chiara, elegante e ben leggibile.

INFOTAINMENT Il grande display dell’infotainment al centro della plancia della Porsche Panamera 2017 è sicuramente una soluzione elegante (anche voi vi siete stancati dei finti tablet infilati nelle plance come moderne spade nella roccia?) e funzionale. Il display ha una qualità eccellente in termini di definizione e luminosità e anche la doppia possibilità di scegliere le funzioni, a video grazie al menu di sinistra o tramite i tasti sulla consolle centrale, rende l’uso facile. Interessante anche la finestra supplementare che si può far comparire sulla destra dello schermo ma per attivarla è necessario toccare il lato destro dello schermo, quasi davanti al passeggero.

DOPPIA ANIMA Berlina di lusso o 911 a quattro porte? Non è facile mettere insieme le due anime ma direi che sulla Panamera 2017 i tecnici di Porsche ci sono riusciti. Il lusso è innanzitutto statico, con la solita, perfetta qualità e scelta dei materiali che fanno l’interno di una Porsche riconoscibile anche bendati. Tutto è fatto bene, trasmette la sensazione di esser fatto per durare oltre che per piacere. Tutto è sobrio ed elegante, a parte qualche legno pensato da tedeschi per i tedeschi.

MORBIDA AL PASSO Il lusso è anche comfort e su questo tema la prima sensazione che mi trasmette la nuova Porsche Panamera è di un’auto morbida. Piacevolmente morbida (non molle) nel levigare strade non lisce ma anche nelle reazioni calibrate quando premo sull’acceleratore, sul nuovo cambio PDK che continua a snocciolare marce per ottenere sempre il regime migliore rispetto all’andatura. E, per rendersi conto di questo lavoro del cambio ad andature normali è necessario guardare il contagiri tanto i suoi cambi marcia sono quasi impercettibili.

IN AUTOSTRADA Durante la prova ho affrontato anche un breve tratto in autostrada a 130 km/h e mi sarei aspettato un filtro più stretto sui rumori di rotolamento, aerodinamica e meccanica. È silenziosa, ma non silenziosissima. Ovattato è, invece, il rombo che proviene dallo scarico, un bel rombo che si fa sentire all’esterno anche con scarico standard ma morbidamente filtrato all’interno.

CATTIVERIA NASCOSTA Per cambiare completamente la Porsche Panamera e tirare fuori la sua anima da Porsche 911 è sufficiente premere con decisione sull’acceleratore, anche in modalità Normal, per esempio passando dalla guida da passeggio a un veloce sorpasso. Il PDK capisce al volo la situazione, il motore sale di giri rapidamente e la spinta dietro la schiena diventa secca, con la Panamera che scatta veloce in avanti. Questo accade con qualsiasi dei tre nuovi motori. La reazione è rapidissima e non è necessario arrivare a fondo corsa del pedale per un kick-down.

100% PORSCHE Ok, stringo tra le mani un volante che, come per la 911, riprende lo stile della di quello della 918 Spyder. Ho cinque strumenti disposti a casetta davanti agli occhi. A destra una bella plancia con una fascia diritta e piatta come quella di una vecchia 911. Seduto sui sedili sportivi sono sicuro di essere al volante di una Porsche. Ma non ho percezione di essere seduto al volante di una Porsche lunga più di cinque metri (5.049mm, per l’esattezza) anche senza le ruote sterzanti posteriori. Alla guida la nuova Porsche Panamera è compatta anche sulle strade di montagna su cui la metto alla prova.

STERZO PERFETTO Lo sterzo elettromeccanico è perfetto, non levo le mani dalla posizione 9 e 1/4 nemmeno sui tornanti ma è sempre preciso in ogni condizione dalla curva stretta veloce al curvone (sempre veloce). Non ha mai indecisioni quando si inizia a impostare la curva e ha sempre il giusto peso. Fare le curve è sempre un piacere, si dosa la sterzata al micron e non si sbaglia mai, con un telaio che segue fedelmente gli ordini senza sbavature.

COMPATTA E AGILE Purtroppo provo la nuova Panamera su strade con traffico e temperature tra -2 e -10 gradi, strade sporche di sale bagnato e asciutto, in alcuni tratti con il rischio ghiaccio e non posso spingere più di tanto senza correre rischi. Ma mi aspetto che, anche cercando il limite, la Panamera non mi deluda. Del resto, al Nurburgring sembra si sia comportata un gran bene malgrado i suoi cinque metri e, soprattutto, i suoi 19/20 quintali di peso a vuoto. Che anche su strada non si sentono. La Porsche Panamera 2017 è leggera e agile alla guida.

PANAMERA 4S e TURBO Provo la Panamera 4S a benzina. È morbida e docile, e mostra il carattere dei suoi 440 cavalli soltanto quando si spinge un po’ più a fondo sul pedale dell’acceleratore. Ha tutto quanto serve a un’ammiraglia di lusso e diventa cattiva e sportiva a richiesta. La Panamera Turbo ha più spinta, sì, ma con una coppia poderosa ai bassi regimi ci si accorge che spinge quando non si preme troppo sul gas vedendo la strada ai lati scorrere sempre più rapidamente, con il PDK che tiene a bada i giri e sfrutta la coppia. Come la 4S diventa violenta quando si preme a fondo, consente anche il sovrasterzo da gioco se si preme a fondo su fondi con poca aderenza e si controlla il gioco molto facilmente.

QUATTRO RUOTE STERZANTI Sulla Panamera Turbo provo anche l’asse posteriore sterzante ma, nella guida soft imposta dalle strade della prova, la Panamera è talmente agile e compatta alla guida che non noto una grande differenza. Sicuramente, potendola impegnare più a fondo potrei apprezzare il lavoro delle ruote sterzanti posteriori nel tenere in riga la coda. E potrei mettere alla prova anche i freni ma, essendo una Porsche, posso stare tranquillo sulla fiducia.

PANAMERA 4S DIESEL La Panamera Turbo ha una rivale decisamente temibile, sua sorella a gasolio. Il V8 della Panamera 4S Diesel è una forza della natura, unisce la coppia bassa dei V8 a quella dei turbodiesel, con l’allungo di un benzina grazie alla seconda turbina. Contate che gli 850Nm sono disponibili già a 1000 giri, fino a 3.250 giri e che la potenza massima si raggiunge tra 2.500 e 5.000 giri. Avete idea di quanto spinge un motore così? Tanto. E se guardiamo il listino la Panamera 4S Diesel costa circa 47.000 euro in meno della Panamera Turbo, con consumi nell’uso comune quasi dimezzati e autonomia quasi raddoppiata (non è un caso se la Turbo ha il serbatoio da 90 litri di serie…). Certo, da fuori un po’ si sente che è diesel…


TAGS: test drive review Nuova Porsche Panamera porsche panamera 2017 prova

Allegato Dimensione
Nuova Porsche Panamera listino prezzi al 231216.pdf 7222 Kb
Nuova Porsche Panamera curve di coppia e potenza.pdf 130 Kb
Nuova Porsche Panamera le misure.pdf 291 Kb
Modello / Versione MY Potenza Prezzo
Porsche Panamera 3.0 MY 2016 330 Cv / 243 Kw 95.239 €
Porsche Panamera 4 MY 2016 330 Cv / 243 Kw 99.387 €
Porsche Panamera 4 Executive MY 2016 330 Cv / 243 Kw 109.269 €
Porsche Panamera E-Hybrid MY 2016 462 Cv / 340 Kw 114.043 €
Porsche Panamera 4S MY 2016 440 Cv / 324 Kw 119.883 €
Porsche Panamera E-Hybrid Executive MY 2016 462 Cv / 340 Kw 121.729 €
Porsche Panamera 4S Diesel MY 2016 422 Cv / 310 Kw 123.909 €
Porsche Panamera 4S Executive MY 2016 440 Cv / 324 Kw 134.035 €
Porsche Panamera Turbo MY 2016 550 Cv / 404 Kw 174.661 €
Infotainment
Porsche Panamera 2017: il nuovo sistema di infotainment

Porsche: ecco il nuovo sistema infotainment di Panamera 2017

9 0
Salone di Parigi 2016
Nuova Porsche Panamera 2017: dati, versioni e foto ufficiali

Nuova Porsche Panamera 2017: tre versioni, solo con motori turbo e trazione integrale

17 0
Back To Top