Prova su strada
Nuovo Mitsubishi L200 2019: perfetto in off-road

Mitsubishi L200 2020:
la prova del pick-up giapponese

Nuovo Mitsubishi L200 2020: il pick-up rinnova lo stile, ma anche sottopelle ci sono tante novità. Prova su strada, lancio, prezzo

21 0
Autore:
Alessandro Perelli

COME PRIMA PIÙ DI PRIMA Tolti i veli a fine 2018, il nuovo Mitsubishi L200 è arrivato sulle sterrate europee quest'anno e oggi ho l’opportunità di metterlo alla prova durante la presentazione stampa di Malaga, nel sud della Spagna. Costruito nello stabilimento di Laem Chabaem, in Thailandia, dove è chiamato Triton e giunto alla sua sesta edizione, il m.y. 2020 del pick-up Mitsubishi è mosso da un nuovo motore quattro cilindri diesel DI-D 2,2 litri (che ne giustifica l'appartenenza alla gamma del prossimo anno), ma aggiunge una serie di aggiornamenti che trovo davvero interessanti, sia a livello estetico, sia – più importante – a livello meccanico.

LIFTING FACCIALE Non c’è che dire, il restyling che ha interessato tutto il frontale ne rende lo stile molto più aggressivo e moderno. In Giappone hanno lavorato di fino per svecchiare una linea che, effettivamente, qualche ruga cominciava a mostrarla. Nell’ordine, abbiamo un nuovo disegno dei proiettori anteriori (full Led per l'allestimento top di gamma, Diamond), del paraurti e della calandra, definito Dynamic Shield, per sollevare virtualmente lo sguardo ed esaltarne la forma, che dire muscolosa sembra riduttivo. Altri dettagli di stile, come i due “boomerang” che contornano i fendinebbia, richiamano il design dei modelli Mitsubishi più recenti come l'Outlander e l'Eclipse Cross. In più, le spalle larghe dei passaruota che corrono sopra i nuovi cerchi da 18" e la robusta linea di fiancata, ne definiscono ancora meglio il look attuale. Contestualmente, la zona posteriore è stata oggetto di alcune modifiche soprattutto ai fanali e al paraurti. Però, l’L200 è pur sempre un pick-up e si percepisce che, in questo caso, c’era meno margine per gli aggiornamenti. Trovo lo stile dell'L200 tanto piacevole e ricercato davanti, quanto più tradizionale il posteriore. Ma, tant’è, resta impresso lo sforzo per attualizzare il look di questo pick-up.

Nuovo Mitsubishi L200 2019: un look muscoloso

PROFUMO DI TRADIZIONE Una volta salito a bordo (letteralmente, visto che il Mitsubishi L200 è alto 1,78 metri), la prima impressione è che per l’abitacolo la mano sia stata più leggera. Mi spiego meglio: anche qui troviamo novità, ma meno appariscenti rispetto a fuori. In ogni caso, gli interni di L200 miscelano una buona dose di progresso e qualità, fermo restando il layout complessivo simile a prima. Le cornici cromate ornano numerose zone come la strumentazione e le bocchette dell’aria o il tunnel centrale. Il rivestimento dei sedili è robusto, (di pelle nell'allestimento Diamond, top di gamma) e la qualità degli elementi plastici è migliorata. La plancia è quanto di più tradizionale ci si aspetti, con una strumentazione analogica chiara e una serie di comandi ben organizzati per azionare i sistemi come il climatizzatore. Di questi tempi non posso considerare il display digitale una concessione alla modernità. Però, anche l’L200 ne ha uno, al centro della consolle, a colori da 8", attraverso il quale si interagisce con il sistema multimediale compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

COMANDI A PORTATA DI MANO MI sembrano un po’ pretenziosi i paddles del cambio automatico dietro il volante (c’è anche il manuale a 6 marce), ma qualche cosa bisogna pur concedere al marketing… Però, il selettore della trazione nel tunnel centrale è facilissimo da raggiungere e il bracciolo portaoggetti mi sembra un cuscino, tanto è grande. Detto che si respira aria nuova, anche all’interno, non si può che apprezzare lo spazio offerto ai passeggeri e la grande visibilità per il guidatore grazie all’altezza della cabina, ma aggiungo la semplicità di utilizzo dei comandi, che rende facile la vita a bordo. Tutto è sotto mano, tutto è ben organizzato per la sicurezza: esame superato!

Nuovo Mitsubishi L200 2019: una panoramica sull'abitacoloL’ANALISI TECNICA Poiché stiamo parlando di un pick-up, un veicolo specializzato con compiti di trasporto ben precisi anche in off-road – l’L200 ha una portata di 1.000 kg – mi aspetto un motore pimpante e una sistema di trazione integrale coi fiocchi. Parto dal quattro cilindri diesel DI-D, che è un 2,2 litri 16 valvole costruito interamente in lega leggera ed eroga una potenza di 150 CV/3.500 giri e una coppia di 400 Nm/1.750-2.250 giri. Per inciso, è la stessa unità, già omologata Euro 6d-temp che equipaggia la serie speciale di 100 esemplari L200 Hurricane Double Cab.

TRAZIONE INTEGRALE EVOLUTA Il sistema Super Select 4WD II, dell'L200 che ho provatogestisce la trazione integrale in maniera intelligente, dando la possibilità al guidatore di commutare la trazione da 2 ruote motrici a 4 ruote motrici anche in movimento, fino a 100 km/h. La novità è il sistema Off-Road Mode, che assicura quattro modalità di guida: Ghiaia, Fango/Neve, Sabbia e Roccia (quest'ultima solo con le ridotte 4LLc inserite che bloccano il differenziale posteriore). Quando viene ingaggiata con l'interruttore sul tunnel centrale, l’L200 controlla simultaneamente forza motrice, freno e trasmissione per assicurare la migliore motricità in funzione del terreno. Se siete proprio dei novellini o il fondo vi sembra troppo insidioso, c’è il sistema Hill Descent Control per affrontare uno scollinamento più ripido lasciando fare tutto al pick-up, basta tenere il volante. Non dovete fare altro che impostare la velocità di discesa, fra 3 e 20 km/h, e il gioco è fatto.

TUTTA LA SICUREZZA CHE SERVE Fermo restando il robusto e collaudato telaio a longheroni, la struttura del Mistubishi L200 prevede sospensioni a ruote indipendenti con doppia traversa e molle elicoidali davanti e un ponte rigido con molle a balestra dietro. Alla semplicità meccanica fa da contraltare una completa dotazione per la sicurezza dei passeggeri. Il pacchetto di ausili alla guida comprende le telecamere di parcheggio Multi Around Monitor, il Forward Collision Mitigation (FCM), che rileva la presenza di veicoli e pedoni dinanzi al pick-up, il Rear Cross Traffic Alert, (RCTA) per evitare collisioni in retromarcia, il Blind Spot Warning (BSW+LCA) per il monitoraggio degli angoli ciechi, il Rear Cross Trafic Alert (RCTA) per evitare collisioni in retromarcia e l'Ultrasonic Misacceleration Mitigation System (UMMS) per scongiurare impatti dovuti a un utilizzo improprio dell’acceleratore quando si avvia il motore o si fa retromarcia in spazi stretti.

Nuovo Mitsubishi L200 2019: il robusto telaio a longheroni

QUANDO ARRIVA E QUANTO COSTA? Il nuovo Mitsubishi L200 è già disponibile con prezzi di listino (al netto di promozioni) a partire da 30.950 euro per la versione di attacco Club Cab Inform Easy Select 4WD e cambio manuale, fino a 42.250 euro per la top class Double Cab Diamond Super Select 4WD II. Secondo Mitsubishi, il modello di maggiore interesse sarà il Double Cab Intense 4WD, che costa 37.350 euro con cambio manuale e 39.350 euro con cambio automatico.

SI GUIDA IN ALTO, SICUREZZA OK Salgo a bordo del pick-up giapponese e ribadisco il concetto già espresso all’inizio: l’altezza da terra ti permette di stare due spanne sopra gli altri e, pur con il cofano molto alto, si vede da una posizione privilegiata, quasi panoramica, ergo: ottimo per la sicurezza. Sistemo il sedile, a regolazione elettrica per l'allestimento Diamond, e mi accorgo che è largo e confortevole, pur offrendo un bel sostegno complessivo. Il volante registrabile permette di trovare la giusta postura, i comandi sono tutti a portata di mano e non serve fare pratica per gestire il semplice menù del sistema infotainment. Tutto ok? Si, se chiudiamo l’occhio su alcuni rivestimenti di plancia e portiere un po' troppo rigidi. Ma l’estrazione, diciamo, “operaia” del pick-up giustifica certe scelte.

MOTORE BRILLANTE Durante la guida, mi accorgo subito che il motore ha una bella schiena di coppia, e la potenza è adeguata, soprattutto per un pick-up, di queste dimensioni (l'L200 è lungo 5,3 metri e largo 1,81 metri). Però è un po’ rumoroso, soprattutto a freddo e avverto un pizzico di ritardo nella risposta (turbo lag), quando richiamo velocemente il gas da basso regime. Inoltre, la trasmissione automatica con convertitore di coppia non è sveltissima e i sei rapporti arrivano molto dolci, forse troppo. Detto questo, l’L200 non si angoscia di queste mie considerazioni e su strada si muove con una certa disinvoltura. Chiaro, lo schema delle sospensioni non favorisce il comfort. L’asse posteriore fatica a filtrare i colpi; il baricentro alto e la ripartizione dei pesi squilibrata (a vuoto, ma anche con il cassone carico) non premiano la dinamica.

Nuovo Mitsubishi L200 2019: bene su strada, perfetto in off-road IN OFF-ROAD VOTO DIECI Se tutte le considerazioni fatte fin qui restano in piedi (dovremo pure usarlo anche su strada l’L200?), faccio un passo indietro, innesto la trazione integrale e butto le ruote fuori dall'asfalto. La motricità è eccezionale, ti muovi con disinvoltura e le quote caratteristiche dicono che l’L200 ha un angolo di attacco di 31° e di uscita di 23°, quello di dosso è di 25° e si può viaggiare inclinati fino a 45°. Per i meno esperti significa che quasi nulla vi può fermare, oltre questi valori rischiate il ribaltamento. Il dispositivo Off-Road Mode viene in aiuto su ogni tracciato, dal più semplice sterrato, alla mulattiera più impegnativa, quando serve bloccare i differenziali per uscire da una pietraia con il muso che punta verso il cielo. Provare per credere! Insomma, il nuovo L200 si è aggiornato, soprattutto sotto il profilo stilistico, ma anche la trazione integrale si è evoluta per garantire maggiori possibilità di movimento, se ce ne fosse bisogno…. Il motore offre buone prestazioni a fronte di un consumo medio dichiarato di 7,8 litri/100 km (12,8 km/litro). Insomma, per me il pick-up giapponese è sempre lui, come prima, ma più di prima. 


TAGS: mitsubishi l200 mitsubishi mitsubishi L200 2019 mitsubishi L200 2020 mitsubishi pickup

Pickup
Mitsubishi L200 Hurricane vista di fronte

Per Mitsubishi L200 Hurricane, tiratura limitata e body Double Cab

2
Anticipazioni
Mitsubishi Pajero Sport 2020, il teaser

Mitsubishi Pajero Sport 2020, presentazione il 25 luglio. Primo teaser

3
Back To Top