LA NUOVA JUKE Dopo nove anni di carriera, ecco arrivare la nuova Nissan Juke 2020. L'auto che ha fatto esplodere il segmento dei mini SUV ha richiesto una lunga gestazione e la stampa inglese ha avuto modo di effettuare una breve prova in anteprima del prototipo, nella versione a benzina. Ecco che cosa emerge dal primo test della nuova Nissan Juke 1.0 DIG-T 117 CV 2020.

È IL DOWNSIZING, BABY Dal punto di vista della guida è evidente il carattere sportivo del nuovo SUV compatto. Il motore a benzina turbo, tre cilindri, da 1.0 litro di cilindrata sviluppa 117 CV di potenza e 200 Nm: una coppia pari a un buon due litri aspirato di qualche anno fa.

PRESTAZIONI E CONSUMI Disponibile già al lancio, il mille DIG-T offre grinta sufficiente per una guida spigliata, con una velocità massima superiore ai 190 km/h e un tempo di 10,2 secondi nell'accelerazione da 0 a 100 km/h. I dati di omologazione non sono ancora disponibili, ma si stima che la nuova Juke 1.0 DIG-T possa far registrare consumi medi nell'ordine dei 6,3 l/100 km.

Il motore 1.0 DIG-T tre cilindri, turbo, benzina della nuova Juke

STERZO DIRETTO L'assetto, sull'impegnativo tracciato Alpine handling del Millbrook Proving Ground, si è rivelato ben piantato, capace di garantire un'elevata precisione di guida e grande stabilità di marcia anche a fronte di uno sterzo diretto e incisivo: più che sulla Nissan Juke 2018 (per la quale fioccano le offerte, anche in versione GPL). Piccolo neo, il volante sarebbe un po' avaro di feeling, a detta dei giornalisti UK.

ASSETTO SPORTIVO Nessuna riserva, invece, sul lavoro svolto dagli ingegneri Nissan per accordare le sospensioni sugli avvallamenti e nei rapidi cambi di direzione, mentre resta da capire se la taratura scelta sarà anche in grado di garantire un elevato grado di comfort sullo sconnesso: un aspetto che la prova sulla pista Alpine non ha permesso di valutare a fondo.

Nuova Nissan Juke 2020: vista 3/4 posteriore

A BORDO Bene l'abitabilità, che grazie alla piattaforma CMF-B del gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi, in comune con le nuove Renault Clio e Captur, vede crescere il passo di 105 mm, la larghezza di 35 mm e l'altezza di 75 mm: a tutto vantaggio sia dello spazio a disposizione per i passeggeri sia per il bagagliaio, che vanta ora una capacità di 422 litri e una soglia di carico allargata rispetto alla Juke di prima generazione.

GLI INTERNI Il prototipo del test presentava ancora estese camuffature che non lasciavano intravedere nulla degli interni della nuova Juke. Per vederli dovremo pazientare i primi di settembre. Intanto si sa che al centro della plancia è previsto uno schermo da 8 pollici per l'infotainment, mentre la strumentazione può contare su un secondo display digitale da 7 pollici.

PREZZI E ARRIVO Al lancio la nuova Juke sarà disponibile solo in versione a trazione anteriore, mentre di una nuova Nissan Juke 4x4 per ora non abbiamo notizie. Le vendite in Inghilterra inizieranno a novembre a prezzi di circa 16.500 sterline (18.200 euro, fonte Auto Express) per la Nissan Juke 1.0 DIG-T con cambio manuale a 6 marce. Un cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti, che prende il posto del vecchio CVT, sarà disponibile a richiesta. Una motorizzazione ibrida arriverà in tempi successivi.


TAGS: prova test nissan nissan juke nuova nissan juke nissan juke 2020 nissan juke 1.0 dig-t