Pubblicato il 10/08/20

HA FATTO LA STORIA DI MERCEDES-BENZ Se penso che sono passati 74 anni e oltre 14 milioni di esemplari prima di arrivare a questa Mercedes Classe E, mi vengono i brividi. L’inossidabile berlina – e station wagon – tedesca è il modello di maggiore successo per la Casa di Stoccarda. Dall’immediato dopoguerra, agli anni ’80 quando era la preferita del “cumenda” milanese (e non solo), a oggi: auto di lusso e all’avanguardia. Ora si aggiorna tutta la gamma con linee più sportive e l'auto diventa più confortevole ed efficiente grazie all’introduzione di ben 7 motori plug-in hybrid: benzina e diesel, anche a 4 ruote motrici.

Nuova Mercedes Classe E 2020: la coda della All Terrain uguale alla sw normale ma con i paraurti in plastica grezza

IL NUOVO STILE

Mercedes Classe E 2020: un tratto inedito della berlina tedesca: i proiettori a LED

DESIGN INEDITO MA… Lo stile segue quello inaugurato dalla Classe A. Nuova calandra con effetto 3D, fari a LED più affilati, dalla versione base Sport, la stella si sposta dal cofano al centro della mascherina, per un look più sportivo. I fianchi robusti rimangono gli stessi, ma in coda, sulla berlina, compaiono fari più lunghi e sottili, quella della station wagon è più simile a prima. Tuttavia, nel rinnovarsi, la nuova classe E resta particolarmente fedele al corso stilistico dei modelli di ultima generazione. Questo è il facelift di metà carriera, ed è innegabile che abbia una buona dose di equilibrio più che una forte personalità. Voi cosa ne dite?

LE NOVITÀ IN ABITACOLO

Mercedes Classe E 2020: gli interni lussuosi, confortevoli e di grande qualità

DENTRO CAMBIA POCO, MA CHE QUALITÀ! Nuova fuori, un po’ meno dentro: in abitacolo hanno lavorato più di cesello che di mazzetta e, comunque, non mancano novità anche qui. C’è il volante multifunzione inedito, e oggi, con sensori capacitivi che rilevano la posizione delle mani. Se non sono appoggiate, il sistema prima mi avvisa con degli “alert” e poi interviene in autonomia per mantenere l'auto in carerggiata. La plancia è rimasta uguale con i due display raccolti in un’unica cornice lunga quasi un metro per strumenti e infotainment. Sono da 10,25”, di serie, oppure da 12,3” optional. Nel tunnel c’è il touchpad come prima. E non sono spariti i tasti fisici per regolare climatizzatore e radio.

L’INFOTAINMENT SI EVOLVE Invece, il sistema multimediale MBUX è aggiornato, ora ha la realtà aumentata, che aiuta di più il guidatore durante la navigazione e l’assistente virtuale riconosce un vocabolario più completo. Con “Hey Mercedes” posso chiedere anche di cambiare il colore delle luci soffuse. Ristoranti, parcheggi o il tragitto più veloce per andare a casa? Beh, ormai è un gioco da ragazzi. Ma è la qualità percepita che è proprio di un livello superiore. Guardando accoppiamenti o rivestimenti non trovo una sbavatura a vista. Un esempio? Il “clic” del fondocorsa delle bocchette di ventilazione: musica per le mie orecchie.

BUSINESS CLASS Faccio una premessa. La Classe E non è il mio genere di auto, seriosa e “pettinata” fuori e dentro, ma fa dell’ospitalità uno dei suoi cavalli di battaglia e chi non ama essere coccolato? Supera i 4,9 metri di lunghezza e 1,85 di larghezza, lo spazio è abbondante sia davanti sia dietro. I sedili sembrano la vecchia poltrona del salotto di casa per come accarezzano busto e gambe. E se inserisco la mia altezza nel computer di bordo, si spostano automaticamente nella posizione giusta, una vera comodità.

A BORDO UN’OASI DI RELAX Ma a Stoccarda hanno pensato ad altro per il relax di bordo. Il programma Energizing trasforma l’abitacolo in una SPA: attivo la funzione e il micromovimento dei cuscini mi aiuta a mantenere una postura corretta e riposante. E se amate la pennichella più che sgranchirvi le gambe, i modelli plug-in hybrid come questo introducono “PowerNap”, la funzione di addormentamento, sonno e risveglio, per riposarsi in auto quando la Classe E è attaccata alla colonnina di ricarica. Se non è comfort questo. E la nuova berlina della Stella si adatta anche al mio bioritmo collegandosi con i device Garmin che sto indossando per modificare luci ambiente, profumazioni, massaggio e musica secondo il mio stato emotivo. Di più non posso chiedere.

LA PROVA SU STRADA

Nuova Mercedes Classe E 2020: si viaggia sul velluto con grande sicurezza

AL VOLANTE DELLA TEDESCA Ma come va la nuova Mercedes? Questa E300 de monta un quattro cilindri 2.0 litri turbodiesel abbinato a una unità elettrica e capace di erogare la bellezza di 316 CV combinando l'azione del motore a combustione con quella dell'unità elettrica. Come si traducono su strada questi numeri? In genuino piacere di guida. Perché la E300 de sarà anche una grande – e pesante (oltre 2 tonnellate) – auto di lusso, ma quando ci sono in gioco potenza e coppia simili il piacere di guida è una logica conseguenza. Non parlo di sportività, sarebbe inopportuno su quest’auto, però l’erogazione così “taurina”, ma vellutata e distribuita dai nove rapporti del cambio automatico è un godimento per palati fini. Come un crumble al cioccolato di Iginio Massari.

EROGAZIONE FLUIDA ED ENERGICA Si gioca tutti i suoi bonus in una guida fluida, coccolati dal silenzio e dalle sospensioni pneumatiche, che soffocano tutte le ruvidità della strada. E che regalano una bella precisione di guida, insieme allo sterzo progressivo e diretto. Niente da dire, la nuova Classe E è equilibrata e sicura nelle reazioni, nonostante il peso le tolga un po’ di agilità. Ma ci sono i profili di guida, che ormai hanno anche le citycar. Potevano mancare sulla Classe E di ultima generazione? Qui ce ne sono 5: Eco, Comfort, Sport, Sport+, Individual, che intervengono su acceleratore, cambio, sterzo e sospensioni, per confezionarmi ogni volta il setup che preferisco, più economico o più vivace.

CONSUMI E LISTINO

Mercedes Classe E 2020: il raffinato schema dell'elettrificazione della berlina tedesca

CONSUMA POCO, COSTA IL... GIUSTO La E300 de è una plug-in hybrid, quindi ho a disposizione anche la modalità full electric. Così, godo delle agevolazioni fiscali e posso accedere alle ZTL cittadine e viaggio a zero emissioni fino a 54 km. Mancano due voci all’appello: consumi e prezzi. Di solito note dolenti quando si parla di lussuose auto tedesche. Ma c’è qualche sorpresa. In questo primo contatto, ho visto una media di 7,2 l/100 km (13,9 km/l), un buon risultato, ma che mi prometto di verificare durante un nostro day by day. Il sistema ibrido aiuta sotto questo aspetto. Il listino, tuttavia, attacca a 69.666 euro per la berlina e 71.911 euro per la station wagon con trazione integrale 4matic come quella della prova (tanti). Ma la Classe E è ricca di accessori, compresi gli assistenti alla guida più evoluti come la frenata automatica di emergenza, il mantenimento attivo della corsia e il cruise control adattivo. Ma possono diventare… millemila euro se attingete dalla ricchissima lista optional. Però, non dimenticate gli incentivi per le auto elettrificate, potrebbero renderne più abbordabile il prezzo impegnativo.

SCHEDA TECNICA MERCEDES E300 DE 4MATIC EQ-POWER SW

Motore turbodiesel plug-in hybrid, 1.950 cc
Potenza  316 CV
Coppia massima 700 Nm
Velocità 240 km/h
Trazione integrale
Dimensioni 4,94 x 1,85 x 1,46 m
Consumo medio  1,7 litri/100 km (58,8 km/litro)
Autonomia EV 54 km
Prezzo

da 71.911 euro

 


TAGS: mercedes classe e nuova mercedes classe e mercedes classe E 2020 mercedes classe e prova mercedes classe e sw mercedes classe e video