Prova su strada
Mazda CX-30 Skyactiv-X 2019: vista laterale dinamica

Mazda CX-30: l'abbiamo
guidata con il motore Skyactiv-X

Nuova CX-30 Skyactiv-X, come va il SUV Mazda con il motore a benzina che funziona come un diesel. Prezzo, lancio, scheda tecnica

19 0
Autore:
Alessandro Perelli

COMBINAZIONE VINCENTE? Con l’arrivo della nuova CX-30, terzo modello Mazda dopo CX-3 e CX-5, la Casa di Hiroshima si è inserita in un segmento, quello dei SUV/Crossover compatti intorno ai 4,3/4,4 metri che, numeri alla mano, sono fra i prediletti dal pubblico. Oggi, a poche settimane dall'arrivo dei modelli con motore a benzina Skyctiv-G e diesel Skyactiv-D, la nuova Mazda CX-30 è disponibile anche con il motore più innovativo, quello Skyactiv-X a benzina, che funziona come un diesel e che promette buone prestazioni unite a bassi consumi e ridotte emissioni inquinanti. Della Mazda CX-30 ne abbiamo già discusso, mentre il video del nostro test drive a bordo della nuova Mazda 3 ci ha fatto scoprire come è fatto lo Skyactiv-X. Oggi concentriamoci sull’inedita combinazione CX-30/Skyactiv-X messa sul tavolo da Mazda.

BREVE RIPASSO SULLO STILE La nuova CX-30 è una vettura dal design personale, quasi sportivo. Personalmente, trovo molto belle le forme affusolate della carrozzeria combinate con dettagli stilistici attuali (vedi i sottili fari a Led, i fianchi belli alti, le cromature e l'ampia calandra con effetto 3D) oltre a un equilibrio delle proporzioni davvero ben riuscito. Il concetto di fluidità dello stile, definito Kodo Design – quasi un dogma per Mazda – qui ne trova chiara espressione. Ma se volete farvi un’idea da dove traggono ispirazione le nuove Mazda guardate la bellissima concept Vision Coupé.

DIMENSIONI COMPATTE La nuova CX-30 è lunga 4.395 mm, larga 1.795 mm e alta 1.540 mm, misure che la posizionano tra la più piccola Mazda CX-3 e la più grande Mazda CX-5 e ne giustificano un buon comfort per i passeggeri, oltre a una discreta capacità di carico grazie al volume del bagagliaio - con schienale divisibile 40:60 - da 430 a 1.406 litri. Il perimetro del vano è lineare, da poter sistemare fino all'ultima valigia occupando tutto la spazio utile. 

CURA DEI PARTICOLARI Abbiamo definito l’abitacolo come “salotto buono” durante la nostra video recensione e non posso che ribadire le impressioni iniziali. La percezione di qualità dei materiali si tocca con mano: saltano all’occhio la delicatezza dei rivestimenti in pelle e gli elementi di plastica morbida al tatto. I fili cromati impreziosiscono plancia e portiere, cablaggi e connettori sono celati alla vista. La presenza di un po' di tasti su volante e tunnel per gestire i sistemi di bordo va controcorrente rispetto alla tendenza attuale, che li vede sparire un po' da tutti i cockpit. Sulla CX-30 la soluzione è più tradizionale, resta il fatto che ci stanno abituando a fare tutto sfiorando o, addirittura, muovendo semplicemente la mano. Che piaccia o meno, trovo la scelta di Mazda molto razionale. 

Mazda CX-30 Skyactiv-X 2019: i comodi sedili in pelle

TABLET CENTRALE DA 8,8" Inoltre, niente concessioni alla tendenza dei display TFT per il cruscotto. Qua troviamo una strumentazione con tre bei quadranti di cui solo quello centrale è uno schermo digitale, per una lettura chiara e ricca d'informazioni. Ma non manca il tablet a centro plancia da 8,8" a colori del sistema MZD Connect, con navigatore integrato e interfaccia Apple CarPlay e Android Auto, comandato dal controller sul tunnel centrale. Da qui, potete richiamare tutti i servizi dell'infotainment in maniera rapida e intuitiva. Basta fare un minimo di tirocinio per imparare a usare i diversi menù e utilizzarli senza distrarsi.

MOTORE INNOVATIVO Per la parte tecnica, vi risparmo una lezione di Ingegneria meccanica, ma ricordo solo che il motore quattro cilindri atmosferico di 2.0 litri a benzina sfrutta l’accensione comandata dalle candele (come i motori a ciclo Otto) e quella spontanea per compressione dei motori a gasolio (Mazda Spark Plug Controlled Compression Ignition SPCCI). Questa soluzione consente di usare una miscela molto magra (con una percentuale talmente inferiore di benzina rispetto all’aria da non potersi innescare con la semplice scintilla della candela) per avere buone prestazioni con emissioni e consumi ridotti (ciclo WLTP 16,9 km/litro). Inoltre, il motore è di tipo mild-hybrid, poiché con l’unità endotermica agisce una piccola unità elettrica di supporto, alimentata da una batteria agli ioni di litio da 24V, che aggiunge 8 CV di potenza. La carta d'identità della Mazda CX-30 Skyactiv-X ci dice che il suo quattro cilindri Euro6-d eroga in totale 180 CV/6.000 giri e 224 Nm/3.000 giri.

QUANDO ARRIVA E QUANTO COSTA La nuova Mazda CX-30 Skyactiv-X sarà disponibile a ottobre negli allestimenti Executive, Exceed ed Exclusive. I prezzi attaccano a 29.350 euro per la CX-30 Skyactiv-X Executive, passando per i 31.400 euro della Exceed, fino a 33.950 euro della Exclusive. Per tutte le versioni sono disponibili la trazione integrale i-Active AWD a 2.200 euro e il cambio automatico a sei rapporti Skyactiv-Drive a 2.000 euro.

ALLUNGO PIACEVOLE Ve lo dico subito, ci si accorge dopo poche curve che il motore della nuova Mazda CX-30 Skyactiv-X privilegia la regolarità e il maggiore allungo. Non vi troverete fra le mani una macchina vigorosa fin da basso regime come se montasse un turbodiesel di ultima generazione, semmai una piacevole “passista” capace di coprire centinaia di chilometri senza affaticarsi né affaticare i passeggeri. In ogni caso, i 180 CV e i 224 Nm di coppia si fanno sentire.

CROSSOVER EQUILIBRATO Infatti, la dinamica di marcia è equilibrata, il Suv giapponese non tradisce le aspettative. Il motore è silenzioso e si può insistere sull’acceleratore fino alla soglia dei 6.000 giri. Anche tutti i Nm della coppia motrice non si esauriscono in breve, al contrario, sono spalmati su un arco di utilizzo più ampio per godere di una propulsione efficace. Questi numeri si traducono in una velocità massima di 204 km/h per 8,5 secondi sullo 0-100 km/h. Ho trovato il cambio manuale a 6 marce molto godibile, perfettamente accordato con il motore. Come da tradizione Mazda, gli innesti sono precisi ed è gradevole mettere mano alla leva per inserire o scalare un rapporto durante la guida, anche su questa vettura, che non fa della sportività la sua ragione di esistere.

Mazda CX-30 Skyactiv-X: guida dinamica e piacevole

RISPONDE SEMPRE A TONO  Piacere che resta comunque alto perché il feedback restituito dalla CX-30 è complessivamente bilanciato. La conduzione è gradevole, anche in virtù della risposta delle sospensioni con schema McPherson davanti e a ponte torcente dietro. Quest’ultima è una soluzione meno sofisticata di un più costoso asse Multilink a ruote indipendenti ma che, di fatto, non penalizza il gusto di affrontare un paio di tornanti ben fatti, con il motore su di giri. 

BUON COMFORT E BASSI CONSUMI I colpi sono smorzati abbastanza bene, inoltre, anche lo sterzo è comunicativo – non interpone filtri fra guidatore e vettura – con la macchina sensibile ai comandi del gas e l’avantreno che risponde bene alle correzioni impartite. In un quadro generale positivo, manca ancora una verifica dei consumi. Con una condotta, diciamo, normale su tracciati misti, il computer di bordo della nuova Mazda CX-30 Skyactiv-X si è stabilito su una media di 15,6 km/litro. Non male, siamo ai livelli di un buon turbodiesel, ma ci riserviamo di fare una verifica più approfondita quando la vettura sarà presso la nostra redazione per il consueto day by day.


TAGS: mazda suv crossover mazda cx-30 mazda cx-30 skyactiv-x nuova mazda cx-30 skyactiv-x prova mazda cx-30 skyactiv-x

Prova su strada
Mazda 3 Skyactiv-x vista 3/4 anteriore

Mazda 3 Skyactiv-X. Ecco come va, consumi e tutti i segreti in video

1 13
Prova su strada
Mazda CX-30 prova su strada

La prova su strada video del nuovo SUV Mazda CX-30. Com'è e come va.

1 22
Back To Top