DIESEL O BENZINA? È finalmente realtà. Volo a Francoforte di prima mattina per provare in anteprima il nuovo motore Mazda 2.0 litri Skyactiv-X ovvero il primo motore a benzina che va come un diesel. La domada che pongo a me stesso è la seguente: "quindi sotto al piede destro avrò il piacere di guida di un motore a benzina con i consumi ridotti di un motore a gasolio?". Scopriamolo assieme in questo articolo mentre provo la nuova Mazda 3 equipaggiata con lo Skyactiv-X!

MOTORE ASPIRATO Chiariamolo subito: lo Skyactiv-X funziona al 100% come un motore aspirato che eroga 224 Nm di coppia raggiunti a 3.000 giri e 180 cavalli erogati a 6.000 giri. Non dovete quindi aspettarvi quello strappo di potenza ai bassi regimi dato dal turbo, classico marchio di fabbrica dei motori diesel. Qual è il suo segreto? È il primo motore benzina di serie al mondo a disporre dei vantaggi dell’accensione per compressione, proprio come quella dei diesel.

COME FUNZIONA La chiave del suo funzionamento è l’uso di una miscela aria-combustibile estremamente magra, efficiente nei consumi e nelle emissioni. Questa miscela contiene così poca benzina rispetto all’aria, che un normale motore ad accensione per scintilla non riuscirebbe a innescarne lo scoppio. Per gestire in modo affidabile il passaggio fra l’accensione spontanea e l’accensione per scintilla l’esclusiva soluzione Mazda è l’accensione per compressione controllata da candela che consente al motore di passare senza soluzione di continuità fra la combustione convenzionale e l’accensione per compressione, utilizzando la candela d’accensione per attivare entrambi i tipi di combustione in modi diversi.

COME VA Con questo motore avverto una progressione rapida e regolare. Il motore sale senza buchi di potenza fino al limite dei 6.500 giri. E le sue prestazioni sono buone con una velocità massima raggiungibile di 216 km/h e uno scatto da 0 a 100 coperto in soli 8,2 secondi. Peccato che il cambio automatico a convertitore di coppia non sia fulmineo ma scegliendo la trasmissione manuale la guida è ancora più piacevole. Grazie alla leva corta del cambio e precisione degli innesti che mi fa ricordare la dinamica della Mazda MX-5. Anche il peso è contenuto a circa 1.300 kg e la rigidità del telaio di ultima generazione della nuova Mazda 3 mi regala una dinamica di guida sincera e appagante nonostante la scelta del ponte torcente per il retrotreno mi faccia storcere il naso. In più il motore termico viene collegato al motogeneratore a cinghia ricaricato da una batteria agli ioni di litio a 24V, che la rendono una auto ibrida a tutti gli effetti. Un aiutino di circa 8 CV in ripartenza che però, a dirla tutta, faccio fatica ad avvertire.

LISTINO E CONSIDERAZIONI Per avere il motore Skyactiv-X su nuova Mazda 3 bisognerà staccare un assegno di almeno 27.800 euro fino ad arrivare all’allestimento top di gamma Exclusive che parte da 33.000 euro. Può essere il motore giusto per voi se cercate un propulsore che sale di giri progressivamente in maniera regolare; senza strappi. Potrete decidere se tirare tutte le marce giocando con il cambio e sprigionare i 180 CV di potenza del motore, oppure godere della sua rotondità d’erogazione inserendo una marcia superiore per veleggiare con un filo di gas a favore di migliori consumi. Sicuramente lo Skyactiv-X è un motore innovativo ed efficiente con il plus di essere omologato mild-hybrid. Con tutte le agevolazioni che ne conseguono.


TAGS: prova motori mazda engine mazda unveiling manza 3 sckyacitve