prova su strada
Kia XCeed 2019: una Kia non è mai stata così sexy. La prova

Kia XCeed 2019: una Kia
non è mai stata così sexy. La prova

Se volete farvi notare senza ostentare misure esagerate i 4.39 metri di XCeed sono più che sufficienti con silhouette da SUV coupé

38 0
Autore:
Matteo Gallucci

ANCHE L'OCCHIO Vuole la sua parte. E in Kia lo sanno bene visto che hanno affidato lo stile e produzione di nuova Kia XCeed al Vecchio Continente. Qui le auto si comprano ancora perché "belle". Un aggettivo proibito nel dizionario del perfetto giornalista automotive. Quasi più grave di un "accattivante" per definire l'estetica di un'auto. Invece nuova XCeed mette d'accordo tutti proprio a partire dal suo design vicino a quello di una concept car. Qualcosa di inedito nel panorama dei SUV che spesso imitano l'aspetto fuoristradistico dei quasi estinti 4x4 duri e puri senza mai confermarne le attese. Qui lo stile è molto originale, ci si ferma a guardarla, ed è in chiave sportiva: da SUV Coupé senza voler mortificare la praticità che una conformazione SUV riesce sempre a garantire ai propri utenti. Se Kia Stinger è stata dimostrazione di design unito alle performance con la XCeed abbiamo design applicato alla praticità.

SEX APPEAL Ti seduce al primo sguardo con i suoi fari a LED stretti e affusolati tagliati verso la bocca grande che viene divisa da due griglie dove la superiore richiama in modo inconfondibile la mascherina Tiger Nose: ovvero il family feeling degli ultimi modelli di Kia. Quella inferiore, invece, viene unita ai fendinebbia da una lama cromata. La silhouette è da SUV Coupé con il lunotto posteriore molto inclinato e il tetto che punta verso il basso seguendo la coda. Per questa scelta di stile la vettura è più bassa di una decina di centimetri rispetto ai principali competitor. Aerodinamica ed affusolata ma mostra i muscoli con i passaruota maggiorati e protetti dai fascioni in plastica neri che perimetrano tutto il lato inferiore della vettura. La linea di cintura è alta e la finestratura laterale è rastremata per dare più dinamismo alle forme della vettura. Missione compiuta e design approvato anche se il lato B, che trasmette senso di stabilità, presenta un dettaglio che mi fa storcere il naso: il doppio scarico cromato, perfettamente integrato nel paracolpi grigio posteriore, è finto.

INTERNI SPORTIVI All'interno di Kia XCeed domina la scena lo schermo touchscreen da 10,25 pollici orientato verso il conducente. Da questo nostro "tablet" sospeso possiamo gestire tutto l'infotainment UVO Connect della vettura che è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto e integra una SIM dati per la connessione a internet. Comodo il caricatore wireless per gli smartphone di ultima generazione e la ricarica rapida tramite USB tradizionale. Il cruscotto è interamente digitale e misura 12,3 pollici: il più grande mai montato su una Kia (si chiama Supervision). La grafica è semplice e ordinata, un punto di forza per poter leggere tutti i paramentri del computer di bordo in ogni condizione di luce. La selleria ha trame sportive mentre la plancia viene avvolta in un materiale soft touch in similpelle. L'ambiente è giovane e sportivo con la possibilità di cambiare colore alle cornici dello schermo, bocchette dell'aria e interni porte per una maggiore personalizzazione. Molti i vani portaoggetti anche se non tanto larghi ma più di tutto apprezzo i comandi fisici dedicati al climatizzatore. Tutto molto intuitivo e facile nell'utilizzo.

PROVA PARCHEGGIO Trattandosi di C-SUV la nuova XCeed riempe il buco a listino lasciato tra Stonic e Sportage così da rendere la gamma crossover di Kia completa. Il pianale è il medesimo della Ceed e le sue dimensioni sono comunque da compatta del segmento con una lunghezza di 4.39 metri, una larghezza di 1.82 metri e una altezza di 1.49 metri. Generoso anche il passo che si ferma a 2.65 metri e garantisce una buona abitabilità, nonostante il profilo da coupé. Attenzione al tunnel centrale, meno accentuato rispetto ad altri competitor, è presente nonostante non ci sia la trazione integrale. Le misure dei cerchi in lega vanno da 16 a 18 pollici. Il bagagliaio non ha una capacità esagerata ma è ben distribuito in lunghezza. La sua capienza? 426 litri mantenendo i 5 posti o 1.378 litri abbattendo il divanetto posteriore. Gli ingombri sono quindi da hatchback compatta ma la XCeed è pensata per chi predilige la guida a ruote alte (+4 cm rispetto a Ceed) senza velleità offroad (anche se l'altezza da terra è di 18 cm).  Infatti il suo ambiente preferito è la città dove sarà ancora facile parcheggiarla (optional il sistema di parcheggio automatico).

GAMMA MOTORI Al lancio sono disponibili le motorizzazioni benzina 1.0 3 cilindri e 120 CV, 1.4 litri benzina 4 cilindri da 140 CV e il più potente 1.6 litri benzina 4 cilindri 204 CV. Lato diesel c'è il solo 1.6 litri declinato in due potenze: 115 CV o 136 CV. Nel 2020 inoltrato arriverà una versione di tipo ibrida plug-in con il 1.6 litri benzina abbinato ad un motore elettrico per una potenza complessiva di 141 CV e una versione di tipo mild-hybrid (ibrido leggero) che unirà il motore diesel 1.6 litri da 116 o 136 cavalli ad una piccola unità elettrica. Tutti i motori sono turbo e abbinabili alle trasmissioni con cambio manuale a 6 marce o automatico a doppia frizione DCT 7 rapporti (solo il mille non puà avere l'automatco).

USCITA E PREZZI La nuova Kia XCeed da la scossa al segmento e sarà disponibile nelle concessionarie italiane a partire da metà settembre. Il prezzo di listino è di 22.750 euro ma il prezzo promozionale di lancio sarà di 19.750 euro.

COME VA Alla guida, la Kia XCeed 1.4 T-GDi, non mostra il carattere sportivo che tanto è stato ricercato nel suo design. La vettura si guida effettivamente come una berlina, è agile e non ha un rollio eccessivo tipico dei SUV ma proprio questa sua progressione eccessivamente prevedibile non lascia spazio al puro divertimento. È pensata per filtrare sullo sterzo e reparto sospensioni tutto quello che all’automobilista medio non piace: così si azzerano risposte brusche e non si va mai a tampone in staccata perché il feedback è rilasciato con dolcezza. Ne beneficia il comfort di marcia e la potenza di 140 CV e 242 Nm di coppia del motore benzina viene rilasciata in modo lineare e ottimale nel range che va dai 1.500 ai 3.500 giri/minuto. Giocando con il Drive Mode si può scegliere la versione Sport che migliora la risposta del volante e sensibilità sul pedale dell’acceleratore. Scegliendo la versione con cambio robotizzato a doppia frizione DCT anche i 7 rapporti verranno snocciolati più rapidamente. Questo cambio è da preferire al manuale a 6 marce che ha innesti secchi ma una leva troppo lunga che crea imprecisione nell’inserimento di marcia.

QUALE SCEGLIERE Se i 200 orari di punta e lo scatto da 0-100 km/h coperto in 9,4 secondi non vi dovessero bastare per migliorare le performance esiste anche la versione 1.6 benzina da 204 CV ma, potrei scommetterci, la XCeed verrà venduta nel nostro Paese principalmente con il 1.4 benzina e 1.6 diesel.

PREGI E DIFETTI Alla guida si apprezza la posizione rialzata del conducente, l’insonorizzazione ottimale dell’abitacolo (meno scegliendo il diesel) e il comfort di guida anche sull’asfalto non perfetto per via di un reparto sospensioni veramente efficiente. Avrei preferito un cambio manuale più efficace e maggiore personalità nell’erogazione della potenza del motore turbo. Kia Xceed piace e si piace ma il lunotto posteriore inclinato limita sia la visibilità posteriore (anche se la retrocamera integrata nello schermo centrale è di serie) sia la capienza del bagagliaio. I consumi del benzina da 140 CV sono stati di circa 7 litri per 100 km ma per una verifica più accurata aspetto di provarla nel classico day by day redazionale.


TAGS: kia prova su strada kia xceed kia xceed 2019 xceed

video spia
Nuova Kia Sorento 2020: video spia al Nürburgring

Kia Sorento 2020: presto in arrivo una variante plug-in hybrid

1 10
Anteprima
Kia Seltos 2019 frontale

Il debutto previsto durante l'estate

1 9
Back To Top