Autore:
Lorenzo Centenari

SEGUE LA "CORRENTE" Tutti (o quasi) nella stessa direzione, quella del mild hybrid come soluzione abbatti-CO2. E così anche Kia trasforma Sportage, "sport utility champion" che sul finire del 2018 ha ricevuto il restyling d'ordinanza, nel suo primo Suv ibrido diesel. Significa che al propulsore a gasolio, nel nostro caso il 1.6 CRDi o il 2.0 CRDi, viene associato un alternatore-starter di potenza superiore a quella standard (10 kW), alimentato da una batteria a sua volta di maggior voltaggio (48 Volt). Riprese più brillanti, consumi ridotti, soprattutto l'omologazione ibrida. 

NON DI SOLO HYBRID L'introduzione del diesel mild hybrid, ma non solo. Kia Sportage 2019 resta un medium Suv dalle molteplici qualità e dall'offerta abbastanza ampia da accontentare una fascia di pubblico trasversale. Gli interventi estetici e tecnologici hanno solo che incrementato l'appeal di un'auto che per Kia è l'asso di cuori, e per gli utenti della strada un quotidiano vicino di corsia. Quale Sportage scegliere? Ecco un breve excursus da intendersi come pratica guida all'acquisto.

DALL'ESTETISTA Col restyling 2019, Kia Sportage rinfresca innanzitutto il look esterno: calandra "Tiger Nose" ora anche in colorazione Gloss Black (allestimento GT Line), nuove luci a LED, doppio terminale di scarico sulle versioni top di gamma. Pochi ma buoni anche i ritocchi all'interno: nuove bocchette d'aerazione, nuovo display touch da 8 pollici senza cornice, nuovo volante multifunzione tagliato in basso. Gli equipaggiamenti di fascia alta prevedono anche sedili in pelle. Immutate sia lunghezza (449 cm), sia capacità di carico (480-1.469 litri).

MOTORI "Millesei" la cilindrata preferita da Kia Sportage, sia in chiave benzina (1.6 GDI aspirato da 132 cv, 1.6 T-GDI sovralimentato da 177 cv), sia lato diesel: il 1.6 CRDi esiste in due potenze, 115 cv o 136 cv, ma non è tutto. Come accennato nel primo paragrafo, la novità è l'innesto della rete elettrica da 48V e il conseguente upgrade a diesel mild hybrid, disponibile sul 4 cilindri da 1,6 litri, ma anche sul 2.0 CRDi 185 cv. La tecnologia MHEV non è in ogni caso obbligatoria: a listino, anche i turbodiesel "puri".

TRAZIONE Via via avvicinatosi alla filosofia di urban crossover, Kia Sportage mantiene quell'imponta off-road che distingueva le prime generazioni. Anche nel 2019 è perciò possibile ordinarla sia a trazione anteriore 2WD, sia a trazione integrale AWD, opzione tuttavia circoscritta alle motorizzazioni 1.6 T-GDI, 1.6 CRDi 136 cv e 2.0 CRDi, cioè laddove la maggior potenza chiede un grado di aderenza superiore. A voi la scelta, a seconda che per Sportage abbiate in mente percorsi avventura, o semplici tragitti urbani o interurbani.

TRASMISSIONI Altra variabile da considerare è poi quella del cambio: ebbene, il tradizionale manuale a 6 marce è ospitato da Sportage 1.6 GDI e Sportage 1.6 CRDi, sia 115 che 136 cv, anche mild hybrid. Per la trasmissione automatica non è necessario alzare il tiro, poiché il robotizzato doppia frizione a 7 rapporti DCT7 è accoppiato proprio anche al 1.6 CRDi mild hybrid da 136 cv, trazione singola o 4x4. Il DCT7 è invece di serie su Sportage 1.6 T-GDI, mentre per il 2.0 CRDi è previsto un automatico sequenziale a 8 marce.

ALLESTIMENTI/1 Quello base (Business Class) è associato esclusivamente a Sportage 2WD: di serie cerchi in lega da 17 pollici, clima manuale, cruise control, luci diurne a LED, retrocamera, sensori di parcheggio posteriori, e come fonte di infotainment, un touchscreen da 7 pollici con sistemi di mirroring Apple CarPlay e Android Auto, Bluetooth con riconoscimento vocale, radio DAB e comandi audio al volante. Inclusi anche i consueti 7 anni di garanzia (o 150.000 km).

ALLESTIMENTI/2 Salendo di pretese, ecco Sportage Energy: in più, ecco navigatore, sensori di parcheggio anteriori, sistema di avviso e correzione superamento carreggiata (LKAS), sistema di rilevamento stanchezza del conducente (DAW), Smart Key con Start Button. Il top è infine l'esclusiva Sportage GT Line: cerchi da 19 pollici, doppio scarico cromato, fari full LED, pedaliera in alluminio, monitoraggio angolo cieco e frenata automatica d'emergenza con riconoscimento pedoni.

PREZZI E PROMO Si parte da quota 24.500 euro (1.6 GDI Business Class), si arriva a 38.500 euro (2.0 CRDi AWD AT8 mild hybrid). Il 1.6 CRDi parte da 27.000 euro. 1750 euro il costo della trazione integrale AWD, 2.000 euro per il cambio automatico, 1.000 euro per la conversione dei motori CRDi in diesel mild hybrid. A proposito: fino al 31 maggio 2019, Sportage 1.6 CRDi hybrid 115 cv è in promo a 22.500 euro anziché 28.000 euro. Purché a fronte di permuta o rottamazione, e adesione al finanziamento Scelta Kia Special.


TAGS: kia suv guida all'acquisto kia sportage ibrida kia sportage 2019