Autore:
Lorenzo Centenari

SEXY CEED È uno dei crossover più hot del momento, e la sua precoce fama di "sex bomb" non è di certo un caso. Kia XCeed sembra disegnata direttamente dal pubblico, almeno da quello che popola ogni weekend le concessionarie alla ricerca del Suv compatto su misura dei suoi gusti e delle sue esigenze. L'abbiamo provata e ve l'abbiamo raccontata, sia a parole (qui per il test drive) sia per immagini (qui invece per la prova video). Ora che l'auto è ordinabile, è il momento di badare al sodo. E di aiutarvi a scegliere la XCeed che fa per voi. Nella nostra mini-guida all'acquisto.

COM'È L'ultimo modello a debuttare nel listino Kia è dunque un crossover di dimensioni medio piccole (4,39 metri di lunghezza), ma al tempo stesso accreditato di uno spazio interno più che dignitoso anche per cinque. Merito soprattutto della misura dell'interasse: tra avantreno e retrotreno, distanza di 2,65 metri. Il bagagliaio? 426 litri di capacità minima. XCeed si candida insomma come modello estremamente versatile, adatto sia all'impiego urbano, sia a un utilizzo a lungo raggio e a pieno carico. 

MOTORIZZAZIONI Al lancio, Kia XCeed viene proposta in quattro varianti di motore, e di quelle tradizionali. Sponda benzina, ecco il 3 cilindri turbo da 1 litro di cilindrata (1.0 TGDi 120 cv), ottimo per chi percorre poca strada e solo di rado abbandona l'anello delle tangenziali, inoltre il 4 cilindri turbo 1.4 T-GDi 140 cv, più brillante e senz'altro più adatto anche all'uso autostradale. Per chi ama la guida sportiva, ecco il 1.6 TGDi da 204 cv, consumi maggiori ma un gusto che in gamma non ha eguali. A meno che non si preferisca la coppia motrice classica dei motori diesel: su XCeed la proposta si chiama 1.6 CRDi ed è sdoppiata nelle potenze di 115 cv o 136 cv. Ovvio che il diesel (ovviamente Euro 6d-temp, a scanso di equivoci) è di gran lunga la soluzione ideale per tutti coloro che macinano più di 15.000-20.000 km all'anno.

TRASMISSIONI Da un punto di vista meccanico, il motore non è l'unica variabile. Mentre in formato 1.0 TGDi Kia XCeed è disponibile esclusivamente con cambio manuale a 6 marce, in edizione 1.4 T-GDi e 1.6 CRDi si può scegliere tra il manuale o l'automatico doppia frizione DCT a 7 rapporti (differenza di 1.750 euro). Il 1.6 TGDi è al contrario in vendita solo in configurazione automatica. Ah, niente trazione integrale, solo trazione anteriore.

DOTAZIONI/1 E arriviamo al capitolo prezzi. Il confronto tra i propulsori è influenzato dalla combinazione con l'allestimento esterno e interno. Kia XCeed 1.0 TGDi parte da 22.750 euro (19.750 euro per effetto della promozione di lancio), ma è l'unica insieme a XCeed 1.6 CRDi 115 cv (da 25.750 euro) ad esistere in versione entry level Urban. Cioè un pacchetto comunque completo di alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, cerchi da 16 pollici, fari full Led, inoltre sensori di parcheggio posteriori, frenata automatica con riconoscimento vetture e pedoni, sistema di correzione superamento linea di corsia, clima manuale e cruise control. 

DOTAZIONI/2 Allestimento Style (+2.000 euro) uguale in più cerchi da 18 pollici, clima automatico bizona, freno di stazionamento elettrico e presa Usb. È l'opzione di partenza per XCeed 1.4 T-GDi (da 25.750 euro). Il top di gamma è la versione Evolution (+2.750 euro), equipaggiamento base per 1.6 CRDi 136 cv (da 31.000 euro) e 1.6 TGDi (da 32.750 euro): navigatore con schermo a sfioramento da 10,25 pollici, portellone posteriore elettrico, ingresso ed avviamento senza chiave, ricarica wireless per lo smartphone e altre funzioni ancora.

LA PAROLA AL PUBBLICO Questo dunque in sintesi il mosaico di Kia XCeed, l'auto sulla quale il marchio coreano punta più forte che mai. Benzina o diesel, allestimento base o super, dall'autunno in avanti ne vedremo circolare chissà quanti esemplari.


TAGS: kia suv compatti guida all'acquisto kia xceed