Prova, pregi, difetti, foto nuova Kia Sportage mild hybrid diesel
Day by day

Prova Kia Sportage: si è fatta furba con il mild-hybrid diesel


Avatar di Alessandro Perelli , il 17/04/22

1 mese fa - Al volante del nuovo sport utility coreano con motore MHEV a gasolio

Design tutto nuovo, abitacolo super digitale e confortevole si sposano con un moderno 4 cilindri ibrido leggero diesel a bordo dell'inedito SUV asiatico

CINQUE GENERAZIONI E 28 ANNI DI SUCCESSI Che la Kia Sportage sia diventata un’icona della Casa coreana non ci sono dubbi. Quella di oggi è la quinta generazione e ricordo come se fosse ieri (o quasi…) la presentazione della prima alla stampa italiana. Era l’inverno 1994, Kia fu uno dei primi costruttori a credere nel segmento dei SUV e la filiale italiana non ebbe dubbi nel lanciare questa novità. Ma lasciamo nel cassetto dei ricordi l’arrivo della Sportage prima maniera e torniamo sulla sua pronipote, quella nata nel giugno 2021. Una macchina tutta nuova, che è stata capace di stupire ancora grazie a stile, tecnologia e motori all’avanguardia. Cinture allacciate e scopriamola insieme.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: lo stile moderno del SUV coreano Nuova Kia Sportage MHEV diesel: lo stile moderno del SUV coreano

DESIGN ESCLUSIVO, LONTANO DAL PASSATO

Come restare indifferenti davanti allo stile di rottura rispetto alla Sportage andata in pensione? Basta guardare il frontale dove i giochi di luce creati dai LED, adesso, rendono unico il nuovo SUV coreano. I boomerang luminosi delle luci diurne puntano verso la griglia misura XXL e delimitano i fari principali, i fianchi sono sagomati da un profilo alto, che regala muscoli alla carrozzeria. La coda è un’altra piccola perla di stile grazie al disegno dei LED e al portellone verticale con il lunotto piccolo (peccato, si vede poco in manovra) che la fa sembrare più atletica anche guardandola da dietro. Ecco, il posteriore, sebbene reinterpretato, è la parte che mi ricorda un po’ di più la vecchia generazione. Tuttavia, nel complesso trovo che il look della Sportage sia decisamente hi-tech, per certi versi audace. Io stesso ero perplesso inizialmente, poi ho fatto l’occhio su alcuni punti e devo dire che, complessivamente, la coreana non è sbilanciata nel suo essere tanto moderna.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: l'abitacolo con ottime finiture e confortevole Nuova Kia Sportage MHEV diesel: l'abitacolo con ottime finiture e confortevole

BIGLIETTO DA VISITA HI-TECH

Non vado oltre, ma penso che saremo tutti d’accordo una volta saliti a bordo poiché l’abitacolo, quasi più del design, è il biglietto da visita della nuova Sportage. Immediatamente ho percepito la qualità dei materiali, delle finiture e l’attenzione per i dettagli, che sembrano giustificare come questa Kia voglia “rompere le scatole” a modelli definiti premium. Poca plastica rigida e solo nei punti meno esposti, rivestimenti pregiati come pelle e tessuto scamosciato, insomma l’allestimento GT Line della prova sottolinea il lato esclusivo del SUV coreano. La plancia è un altro omaggio all’hi-tech grazie al maxi-display curvo del Supervision Cluster, che si allunga da sinistra a destra includendo il quadro strumenti digitale e il touchscreen dell’infotainment (entrambi da 12,3”) con la suite di icone molto intuitive per comandare tutte le funzioni di bordo. Più in basso la super furba striscia touch, che al tocco di un dito cambia dalle regolazioni del climatizzatore a quelle del sistema multimediale. Io, che sono a favore dei comandi analogici, ho trovato un’idea davvero “smart” per tenere sotto controllo buona parte dei servizi, compreso il navigatore.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il display centrale e, sotto, la striscia touch di clima e navi Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il display centrale e, sotto, la striscia touch di clima e naviPACCHETTO INFOTELEMATICO DI RIFERIMENTO Interfaccia Bluetooth, Apple CarPlay, Android Auto, aggiornamenti over-the-air e dispositivo Kia Connect, per la gestione dell’auto anche da remoto, completano il portafoglio multimediale, che si avvale anche della piastra a induzione e di prese USB davanti e nello schienale dei sedili anteriori per caricare cellulare e tablet. E per i nostalgici dell’analogico non mancano, annegati nella bella consolle centrale laccata, la rotella del cambio automatico e alcuni pulsanti per cambiare i profili di guida, riscaldare sedili e volante o attivare le telecamere di assistenza.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: i sedili anteriori regolabili e riscaldabili elettricamente Nuova Kia Sportage MHEV diesel: i sedili anteriori regolabili e riscaldabili elettricamente VOTO PIÙ ALLO SPAZIO Se le impressioni si confermano positive è anche grazie alla netta sensazione di spazio in abitacolo. Davanti, zero problemi con tutto a portata di mano e tanti centimetri nei tre sensi. Saranno i 4,52 metri di lunghezza (3 cm in più di prima), ma anche dietro le misure sono più che sufficienti per ospitare tutti i passeggeri. I sedili sono sempre lontani dalle ginocchia, il tetto è almeno a quattro dita dalla testa se non siete dei giocatori di basket e lo spazio è sfruttato in modo intelligente grazie ai numerosi vani portaoggetti, oppure ai pratici appendiabiti dietro i poggiatesta anteriori. E visto che siamo al capitolo praticità, vanno sottolineati il frazionamento dello schienale posteriore 40:20:40 e l’ottima accessibilità al bagagliaio, che ha un volume da 587 a 1.776 litri.

PREDILIGE IL COMFORT CON INTELLIGENZA

Che è furba l’ho detto e lo sottoscrivo poiché sotto al cofano c’è un bel quattro cilindri millesei ibrido, ma diesel. Per una volta niente benzina in coppia con l’elettrificazione (leggera) e penso che sia una scelta azzeccata. La Kia Sportage della prova è equipaggiata anche con un cambio automatico doppia frizione DCT a 7 rapporti con trazione anteriore. I 136 CV di potenza non sono molti, anzi, la coreana era la meno potente fra le rivali della nostra comparativa, ma i 320 Nm di coppia le regalano una spinta bella corposa appena la turbina inizia a soffiare. I numeri parlano chiaro, con una punta velocistica dichiarata di 180 km/h e uno zero-cento in 11,4 secondi, le performance non sono il suo punto forte. Però, a me interessa il piacere di guidarla e il SUV Kia non si è tirato indietro. Rispetto a un diesel normale si nota più brio sotto il piede destro in tutti i drive mode, che sono tre: Comfort, Eco e Sport.

VEDI ANCHE



Nuova Kia Sportage MHEV diesel: 136 CV per un motore brioso, ma senza esagerare Nuova Kia Sportage MHEV diesel: 136 CV per un motore brioso, ma senza esagerareVIVACE E PIACEVOLE GRAZIE ALL’ELETTRICITÀ Una caratteristica che deriva proprio dal sistema ibrido a 48V, che regala coppia extra sfruttando l’energia della batteria. Ma il piacere di stare al volante arriva anche dalla fluidità del cambio automatico, dalla buona precisione dello sterzo, che è delicato nelle manovre ma diretto se vado più veloce, e dalla taratura delle sospensioni, che da un lato smorzano i colpi delle strade rovinate e dall’altro sostengono bene il peso della Sportage (un po' più di 1.500 kg) riducendo il “mal di mare” fra le curve. A essere pignolo, si avvertono un po’ di rumore e vibrazioni, ma solo quando tiro un po’ il collo al motore. L’azione dei freni mi è sembrata efficace. L’impianto non fatica sotto stress e permette di rigenerare la batteria piuttosto rapidamente. E l’efficienza del sistema mild-hybrid assicura buoni consumi con 8,4 l/100 km in città, 8,2 l/100 km in autostrada, 4,7 l/100 km su strade extraurbane e 6,5 l/100 km in media.

SUITE COMPLETA DI ASSISTENTI

Fedele alla politica dei costruttori asiatici, anche la Kia Sportage offre un pacchetto molto ricco di sistemi d’assistenza fin dalla versione di accesso alla gamma e che per la GT Line arriva al secondo livello di guida semiautonoma. Ci sono, quindi, frenata automatica d’emergenza, riconoscimento segnaletica e pedoni anche in fase di svolta, cruise control adattivo in base al traffico, ai limiti di velocità e alle informazioni del navigatore, mantenitore attivo della carreggiata, monitoraggio angolo cieco e ostacoli in retromarcia, telecamera 3D a 360° e dispositivo di parcheggio da remoto.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il tunnel centrale con comando del cambio DCT Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il tunnel centrale con comando del cambio DCT

OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

A fronte di una simile dotazione di accessori per la sicurezza a cui si aggiunge quella per il comfort che tra gli altri comprende sedili regolabili elettricamente, anteriori, posteriori e volante riscaldabili, rivestimenti in pelle/scamosciato, cerchi in lega da 19”, fari full LED, keyless access e 7 anni di garanzia, il prezzo di 38.950 euro mi sembra decisamente equilibrato. La Sportage della nostra prova monta anche il tetto apribile in vetro con luci abitacolo a LED per altri 1.250 euro (40.200 euro totale).

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il 3/4 posteriore con il nuovo logo sul portellone Nuova Kia Sportage MHEV diesel: il 3/4 posteriore con il nuovo logo sul portellone

LE CONCLUSIONI

Un SUV moderno, dallo stile, per certi versi, coraggioso e piacevole da vivere a 360°, giustifica il suo status di best seller nella gamma Kia. Personalmente, mi ha più convinto stando seduto al volante e godendo di comfort e piacere di guida piuttosto che guardandolo da fuori. Lo ammetto, nonostante la linea complessiva mi piaccia, trovo alcune scelte estetiche un po’ forti per i miei gusti, ma è una questione puramente soggettiva. Del resto, dalla quantità di Sportage nuovi che inizio a vedere in strada – a proposito, davvero azzeccato il colore verde – evidentemente anche questa volta la Casa coreana ci ha visto giusto.

Nuova Kia Sportage MHEV diesel: l'originale profilo delle luci diurne a LED Nuova Kia Sportage MHEV diesel: l'originale profilo delle luci diurne a LED

LA SCHEDA TECNICA

Motore 4 cilindri turbodiesel, mild-hybrid, 1.598 cc
Potenza max 136 CV/4.000 giri
Coppia max 320 Nm/2.000-2.500 giri
Batteria 48V
Cambio-trazione automatico doppia frizione 7 DCT - anteriore
Velocità massima 180 km/h
Accelerazione 0-100 km/h  11,4 secondi
Dimensioni e peso 4,52 x 1,87 x 1,65 metri e 1.527 kg
Bagagliaio 587/1.776 litri
Consumo combinato WLTP 4,8-6,8 litri/100 km
Prezzo da 38.950 euro

Pubblicato da Alessandro Perelli, 17/04/2022
Tags
Gallery
Listino Kia Sportage
Allestimento CV / Kw Prezzo
Sportage 1.6 T-GDi 150 CV MHEV 2WD iMT Business 150 / 110 29.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD iMT Business 136 / 100 31.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 150 CV MHEV 2WD DCT Business 150 / 110 31.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 150 CV MHEV 2WD iMT Style 150 / 110 31.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD iMT Style 136 / 100 33.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD DCT Business 136 / 100 33.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 230 CV HEV 2WD AT6 Style 180 / 132 35.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD DCT Style 136 / 100 35.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD iMT GT-Line 136 / 100 36.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 230 CV HEV 2WD AT6 GT-Line 180 / 132 38.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD DCT GT-Line 136 / 100 38.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 230 CV HEV AWD AT6 GT-Line 180 / 132 40.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV AWD DCT GT-Line 136 / 100 40.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 230 CV HEV 2WD AT6 GT-Line Plus 180 / 132 42.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV 2WD DCT GT-Line Plus 136 / 100 42.950 €
Sportage 1.6 T-GDi 230 CV HEV AWD AT6 GT-Line Plus 180 / 132 44.950 €
Sportage 1.6 CRDi 136 CV MHEV AWD DCT GT-Line Plus 136 / 100 44.950 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Kia Sportage visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Kia Sportage
Vedi anche
Logo MotorBox