Autore:
Federico Maffioli

GARA DI CASA Davanti al suo pubblico è il francese Johann Zarcò a siglare una pole position che manda in frantumi il record in qualifica fatto da Lorenzo nel 2016. La Yamaha numero 5 ha fermato il cronometro sul tempo di 1.31.185, 751 millesimi in meno rispetto al best lap del 2016 e 108 millesimi di vantaggio sul crono di Marc Marquez, oggi secondo davanti ad uno scatenato Danilo Petrucci in sella alla Ducati GP18 gestita dal Team Pramac, terzo sullo schieramento di domani a 196 millesimi dal giro più veloce di oggi.

BUON PASSO Qualifiche deludenti per Valentino Rossi e Maverick Vinales, che chiudono rispettivamente in nona e ottava posizione le Q2 di oggi con 599 e 715 millesimi di ritardo dalla Yamaha numero 5 del Team Tech 3. I due ufficiali di Iwata, al netto della terza fila di oggi, hanno comunque dimostrato di avere un passo molto competitivo e domani, su questa pista, lotteranno per il podio.

SI’ E NO Andrea Iannone in sella alla Suzuki continua a dimostrare un ottimo feeling, autore del quarto miglior tempo di oggi a 269 millesimi da Zarcò, e davanti alle due Ducati ufficiali di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, che domani si piazzeranno rispettivamente in quinta e sesta posizione. Niente Q2, invece, per Alex Rins, compagno di squadra di Iannone, che non riesce a centrare il passaggio nella seconda parte delle qualifiche piazzandosi sulla quindicesima casella della griglia di partenza di domani.

TERZA FILA Jack Miller si piazza in terza fila davanti alle due Yamaha ufficiali di Rossi e Vinales, autore del settimo miglior crono di oggi a 498 millesimi dalla pole di Zarcò. L’australiano qui a Le Mans ha dimostrato una buona competitività chiudendo il Sabato dietro al compagno di squadra, ma con soli 93 millesimi di ritardo dalla Ducati di Lorenzo.

TANTA FATICA Dani Pedrosa, dopo il passaggio dalle Q1, chiude la seconda sessione di qualifiche ufficiali con il decimo tempo a 839 millesimi da Zarcò. Per lo spagnolo in sella alla Honda numero 26, continuano i problemi causati dal dolore al polso e domani per lui la gara sembra sempre più in salita. Quarta fila anche per Tito Rabat, undicesimo per soli 25 millesimi da Pedrosa, e Aleix Espargarò, dodicesimo con l’Aprilia ufficiale.

CHE BOTTA Nessuna conseguenza grave, infine, per Cal Crutchlow, autore di una brutta caduta durante le Q1. Per il pilota inglese domani la partenza in gara sarà molto improbabile, ma l’ultimo aggiornamento medico parla di una forte botta al bacino, senza avidenti fratture. Per sicurezza Crutchlow, però, è stato portato in ospedale per fare ulteriori aggiornamenti radiologici.

GRIGLIA DI PARTENZA Qui trovate tutti i tempi delle qualifiche del quinto GP di questa Stagione in Francia. Questo, invece, l’ordine di partenza della MotoGP nella gara di domani sul circuito di Le Mans: 1) Johann ZARCO Yamaha; 2) Marc MARQUEZ, Honda; 3) Danilo PETRUCCI, Ducati; 4) Andrea IANNONE, Suzuki; 5) Andrea DOVIZIOSO, Ducati; 6) Jorge LORENZO, Ducati; 7) Jack MILLER, Ducati; 8) Maverick VIÑALES, Yamaha; 9) Valentino ROSSI, Yamaha; 10) Dani PEDROSA, Honda; 11) Tito RABAT, Ducati;  12) Aleix ESPARGARO, Aprilia; 13) Cal CRUTCHLOW, Honda; 14) Hafitz SYAHRIN, Yamaha; 15) Alex RINS, Suzuki; 16) Franco MORBIDELLI, Honda; 17) Bradley SMITH, Ktm; 18) Pol ESPARGARO, Ktm; 19) Takaaki NAKAGAMI, Honda; 20) Alvaro BAUTISTA, Ducati; 21) Thomas LUTHI, Honda;  22) Scott REDDING, Aprilia; 23) Xavier SIMEON, Ducati; 24) Karel ABRAHAM, Ducati.


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso jack miller aleix espargaro marc marquez maverick vinales andrea iannone tito rabat johann zarco motogp le mans 2018 motogp francia 2018 qualifiche le mans 2018 pole motogp le mans 2018