Autore:
Luca cereda

DALLA CINA COL MOTORE Più che una presentazione una parata, quella messa in scena dalla Great Wall al salone di Shanghai. Sullo stand della Grande Muraglia sono comparsi 5 nuovi modelli che potrebbero, col tempo, arrivare anche in Europa. Come hanno già fatto la Hover, il Pick Up Steed, e come si appresta a fare la compatta Voleex.  L’ennesimo segnale che la Cina si avvicina… a grandi falcate.

FAB FIVE Le new entry si chiamano Haval H6, Haval M4, Voleex C30, Voleex C50 e Voleex C20 R. Le prime si inseriscono nella famiglia della ben nota Hover 5 (in Cina chiamata appunto Haval). Sebbene non siano disponibili tutte le specifiche a riguardo, a prima vista appaiono due alternative – una taglia large (l’Haval 6 ha un passo di 268 cm), l’altra più compatta – della suv cinese.

GRANDE E PICCOLO Rispetto alla Hover 5, questi due nuovi modelli sfoggiano entrambi un taglio più fuoristradistico, forme meno voluminose, e in generale un netto salto di qualità nel design: non originalissimo, ma più sportivo. L’Haval 6 ha una calandra imponente, ampi fari a occhio di aquila, un paraurti robusto e una griglia estesa a triplo listello cromato. Meno massiccio e più elegante il look dell’ Haval M4: qui la griglia, attraversata da linee orizzontali, è lunga e stretta e si sviluppa lungo la linea del cofano, congiungendosi ai due estremi con due fari ben avvinghiati ai due angoli del cofano. L’imprinting ha un che di Volkswagen.

TRIPLETTA Voleex C30, Voleex C50 e Voleex C20 R nascono invece dalla più piccola Voleex C10, a noi nota semplicemente come Voleex, presentata all’ultimo Motor Show di Bologna. Dopo la compatta arrivano dunque due versioni a tre volumi, per offrire più spazio. La Voleex C30 ha un passo di 261 cm e verrà lanciata in Cina con motore 1.5 VVT. La C50 è invece leggermente più lunga della C30 (4 metri e 65 da inizio a fine carrozzeria, mentre il passo ferma la bindella a 270 cm netti) e verrà introdotta a breve con lo stesso motore della Voleex C30, più una variante turbo da 98 cavalli.

IL DIAVOLO E L’ACQUASANTA Tra queste due spunta anche la Voleex C20 R, una sorta di variante “crossover” realizzata sulla base della compatta cinese. Oltre al look più corsaiolo (presa d’aria larga, fari aggressivi, modanature nere) rispetto alla Voleex C10 dovrebbe poter contare su una maggiore abitabilità, grazie a una volumetria più spinta in altezza. Sul palco del salone di Shanghai si è presentata a fianco della gemella elettrica, la Voleex C20 EV.   

ANCHE PREMIUM? Finita qui? Non proprio. In uno stand da 2000 metri quadri che ospita oltre 20 veicoli spunta anche un inedito suv dal taglio coupeggiante, ennesima declinazione dell’Haval – chiamata appunto Haval IF. Per ora si tratta solo di una concept, ma la sua presenza al salone indica a chiare lettere che Great Wall sta pensando anche a una suv smaccatamente sportiva, e “lussuosa”, da posizionare al top della sua gamma. Uno dei prototipi di Haval IF esposti al salone monta addirittura un V6 da 3.0 litri.


TAGS: salone di shanghai great wall haval 6 haval m4 voleex c30 voleex c50 voleex c20 r haval if Salone di Shanghai 2011