Pubblicato il 19/03/2020 ore 15:10

FRENATA D’EMERGENZA Volvo richiama 736.430 vetture a causa di un malfunzionamento della frenata automatica d’emergenza. La scoperta è attribuita alla Federazione degli automobilisti danesi (FDM), che per prima l'ha riscontrato a bordo di una Volvo XC60. “Il difetto è emerso durante un test sui sistemi di ausilio alla guida (ADAS)'', spiega FDM. ''L'automobile, nelle manovre di avvicinamento a un ostacolo a diverse velocità non ha azionato automaticamente i freni come previsto in questi casi”. Il test è ben documentato dal video che pubblichiamo. L’auto in questione è stata immediatamente trasferita al quartier generale di Göteborg, dove la Casa madre ha stabilito che l'anomalia interessa tutti i modelli prodotti dall'Azienda a partire dal 21 gennaio 2019, tra Volvo V90, S90, V60, XC40, XC60 e XC90.

BASTA UN AGGIORNAMENTO La soluzione è semplice, come ha appurato la Casa Svedese, perché il problema è di natura software e riguarda un sensore della AEB (Autonomous Emergency Braking – Frenata automatica d’emergenza) installato nel parabrezza. “Le auto interessate sono sicure da usare'', ha precisato un portavoce Volvo, ''L’impianto frenante non è infatti coinvolto dal problema AEB e funziona correttamente. Non abbiamo segnalazioni di incidenti o lesioni personali connesse a questa situazione”. Questo quanto dichiarato ad Autocar e al Daily Express. La defaillance della frenata automatica di emergenza non compromette l'allarme anti-collisione, che come si vede nel video funziona correttamente e avvisa con il giusto anticipo il guidatore dell’avvicinarsi di un ostacolo. Il bug al sensore, che non fa scattare l'intervento automatico dei freni, può essere risolto tramite un aggiornamento: ''Volvo sta tempestivamente avvisando gli interessati invitandoli a contattare il proprio rivenditore di fiducia per far correggere il difetto gratuitamente'', fa sapere la Casa.

Via: Autocar, Daily Express


TAGS: volvo Richiami Volvo Volvo frenata automatica d'emergenza