Primo contatto

BMW S 1000 R 2021: quanto è cambiata? La prova su strada (Video)


Avatar di Danilo Chissalé , il 29/06/21

5 mesi fa - BMW S 1000 R 2021: prova, opinioni, prezzo, scheda tecnica

Ribaltata da cima a fondo, la naked BMW S 1000 R 2021 è più agile e tecnologica che mai. Ecco le opinioni dopo la prova su strada

Diciamolo chiaramente: da BMW ci saremmo aspettati tutti una hypernaked che andasse a muso duro contro Ducati Streetfighter e Brutale 1000 R in quanto a potenza, d’altronde la sorella carenata S 1000 RR lo frantuma il fatidico “muro” dei 200 CV, ma la Casa Bavarese ha pensato ad altro nello sviluppo della nuova S 1000 R 2021. Il motivo di questa scelta è che, almeno secondo loro, non è necessaria così tanta potenza su una naked, almeno su strada. Tutto è sul nuovo modello è stato pensato per renderlo più sfruttabile e bilanciato. Sarà vero? scopriamolo insieme!

COME CAMBIA

BMW S 1000 R 2021, vista laterale BMW S 1000 R 2021, vista laterale

Niente fuochi d’artificio, almeno se ci limitiamo alla cavalleria pura, in compenso, però, le novità non mancano affatto. BMW ha scelto di aggiornare il motore, che ora è più leggero di 7 kg e omologato Euro 5, rivoluzionare la ciclistica e dare una rimodernata al comparto elettronico. Ovviamente è stato rivoluzionato anche il look. Il gusto estetico è soggettivo, si sa, ma forse rispetto al passato manca un po’ di carattere, che sulla vecchia S 1000 R era tutto condensato nello sguardo lunatico del faro anteriore, ora molto più moderno ma anche più razionale. Dal serbatoio in poi tutto ricorda la sportiva di casa, a rimarcare quanto le moderne naked abbiano in comune con le cugine carenate.  La nuova naked ad alte prestazioni bavarese è un progetto che non condivide praticamente nulla con la generazione, mentre i punti di contatto con la sportiva di casa, come visto, ci sono eccome.

MOTORE Il motore rimane rigorosamente a quattro cilindri in linea con cilindrata di 998 cc, la base è la stessa della sportiva, ma anche qui, come sulla crossover S 1000 XR, niente fasatura variabile Shift Cam. La spiegazione che mi fornirono due anni fa alla presentazione della moto fu: “Di birra ce n’è in abbondanza anche senza!” … e dopo la prova su strada non riuscì a muovere alcun tipo d’obiezione. E come dargli torto, nonostante non siano numeri da record del segmento, risulta difficile storcere il naso davanti a 165 CV a 11.000 giri/min e una coppia massima di 114 Nm a 9.250 giri/min. E poi si sa, come diceva un famoso spot la potenza è nulla senza controllo e come ho potuto verificare sulla Tuono i CV vanno sfruttati. BMW, poi, ha introdotto alcune modifiche indirizzate a migliorare l’esperienza in sella nel mondo reale, ad esempio rapporti più lunghi per diminuire consumi e vibrazioni.

BMW S 1000 R 2021, il motore è privo della fasatura variabile Shift Cam BMW S 1000 R 2021, il motore è privo della fasatura variabile Shift Cam

CICLISTICA Sempre dal “guardaroba” della S 1000 RR arrivano anche il telaio in alluminio Flex Frame – che sfrutta il motore come elemento portante – e il forcellone con capriata di rinforzo inferiore, soluzione utilizzata sulle moto da corsa e da sempre più moto stradali, BMW e Aprilia nello specifico. Motore e telaio più leggeri rispetto alla precedente generazione fanno in modo che l’ago della bilancia si fermi a a 199 kg che sale a 202, se equipaggiata con i kit Touring e Comfort, ma che può scendere di 4,8 kg con il pacchetto M Performance. Nuove anche le sospensioni, con una taratura della forcella che ne migliora il comportamento mentre il monoammortizzatore Full Floater Pro riposizionato garantisce maggiore grip in accelerazione.

VEDI ANCHE



ELETTRONICA Se dinamicamente la “vecchia” S 1000 R poteva ancora difendersi in quanto a prestazioni e piacere di guida, sotto il piano tecnologico una svecchiata era più che doverosa. Via lancette e schermo LCD, al loro posto l’ormai classico display TFT da 6,5 pollici di BMW, utile per controllare ancora meglio i parametri rinnovati dell’elettronica. La nuova S 1000 R può sfoggiare ora una piattaforma inerziale IMU a 6 assi dotata di tutti i più aggiornati aiuti di guida BMW: dall'ABS Pro al Dynamic Traction Control sviluppato dall'esperienza nella WorldSBK, con la funzione di anti impennamento. Non mancano nemmeno il cruise control, l'Hill Assist Control per le partenze in salita e il quickshifter bidirezionale. Vista l'indole sportiva della S 1000 R non manca la mappa Dynamic Pro (che affianca le Rain, Road e Dynamic): un optional che permette di gestire il controllo dell'impennata, il freno motore e il controllo della coppia in scalata (MSR); presente anche il Pitlane Limiter. Tra gli optional spunta anche il faro anteriore Headlight Pro con funzione Adaptive Turning Lights. Attenzione, come spesso capita molte delle funzioni descritte sono all’interno dei famigerati pacchetti… praticamente indispensabili. Tra i vari optional non mancano nemmeno i grandi classici delle moto Made in Monaco: cruise control e manopole riscaldabili.

BMW S 1000 R 2021, il display TFT da 6.5 BMW S 1000 R 2021, il display TFT da 6.5

COME VA, PREGI E DIFETTI

La posizione di guida può essere regolata per adattarsi al meglio a piloti di diversa stazza, la sella di serie è alta 830 mm da terra, ma è piuttosto stretta al cavallo, il che facilita il raggiungimento del terreno anche a chi si aggira attorno al metro e settanta centimetri. Il manubrio, invece, è piuttosto basso e comporta un leggero carico sui polsi, ma può essere spostato in alto e in avanti di 10 mm. Nel catalogo degli accessori ci sono anche i riser per le barre che alzano il manubrio di altri 10 mm. In generale il lavoro dei tecnici bavaresi per rendere la moto più comoda si può dire che abbia portato i suoi frutti.

TRA LE CURVE UN FURETTO In compenso, però, tra le curve ci si diverte un sacco e il merito è ovviamente del peso contenuto… ma non solo. Le sospensioni semi attive Marzocchi, settate su Dynamic, rendono la S 1000 R molto rigida e affilata… forse anche troppo dato lo stato delle nostre strade. Ecco perché ho apprezzato di più la modalità Road, più cedevole ma al contempo precisa quando l’asfalto è sconnesso. La nuova S 1000 R è più leggera e agile che in passato, e con i cerchi forgiati questa sensazione è elevata all’ennesima potenza… chissà che cosa succederebbe con i cerchi in fibra di carbonio, sulla S 1000 RR me ne sono letteralmente innamorato. A chiudere un pacchetto d’assoluto livello – almeno nell’utilizzo su strada- c’è l’impianto frenante, che non sarà più marchiato Brembo, ma offre prestazioni di rilievo e un buon feedback con i comandi. Inappuntabile anche l’ABS Cornering, aiutato anche dal sistema MSR, entrambi sono davvero ben tarati e cambiano il loro livello di “severità” in base al riding mode selezionato.

BMW S 1000 R 2021, foto del test BMW S 1000 R 2021, foto del test

MOTORE OK Le critiche non sono mancate nei confronti di BMW e posso anche capire il perché, ma dopo averla perché BMW non ha sprecato denaro in ricerca e sviluppo alla ricerca di più potenza. Quanta potenza ti serve su una naked superbike che verrà guidata principalmente su strada? 165 CV la mettono in sfida con la Speed ​​Triple RS (177 CV) di Triumph e la Tuono V4 Factory (175 CV) di Aprilia, moto che ho guidato di recente su strada e in pista. Nonostante produca circa 10 CV in meno, la differenza non è così evidente e, pensate, secondo BMW, può battere anche le più potenti rivali in accelerazione

DIFETTI Il missile bavarese, però, non è esente da difetti: la più grande pecca - almeno per quanto mi riguarda - è la presenza di vibrazioni ad alta frequenza sul manubrio, il formicolio alle mani è fastidioso. Non si può dire che la posizione in sella della S 1000 R sia scomoda, i tecnici hanno studiato un’ergonomia convincente...ma solo in parte dato che le pedane piuttosto rialzate obbligano le ginocchia ad un angolo piuttosto accentuato, scomodo alla lunga, così come la sella poco imbottita. Insomma, qualche rivale riesce a fare di meglio.

PREZZO

BMW S 1000 R 2021, con i cerchi in carbonio è un fulmine nei cambi di direzione BMW S 1000 R 2021, con i cerchi in carbonio è un fulmine nei cambi di direzione

Non fatevi ingannare dal prezzo, nuda (non delle carene, ma degli immancabili pacchetti optional) la moto costerebbe 14.800 euro. La moto che ho provato, però, ha tutti i pacchetti disponibili o quasi con addirittura qualche ulteriore optional come lo scarico Akrapovič, il cupolino e i cerchi forgiati. Così il prezzo sale fino a 20.590 euro… soldi ben spesi, sia chiaro.

SCHEDA TECNICA

SCHEDA TECNICA BMW S 1000 R 2021
Motore 4 cilindri in linea, Euro 5
Cilindrata 999 cc
Potenza 165 CV a 11.000 giri/min
Coppia 114 Nm a 9.250 giri/min
Peso 204 kg o.d.m.
Prezzo Da 14.800 euro

ABBIGLIAMENTO

BMW S 1000 R 2021, in azione BMW S 1000 R 2021, in azione

Casco X-lite X-803 RS
Giacca Macna Velocity
Guanti Rev’It! Cayenne Pro
Jeans LS2 Urbs Evo
Scarpe TCX Rush 2 Air


Pubblicato da Danilo Chissalè, 29/06/2021
Gallery
Listino BMW S 1000 R
Allestimento CV / Kw Prezzo
S 1000 R 165 / 121 14.800 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della BMW S 1000 R visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni BMW S 1000 R
Vedi anche
Logo MotorBox