Autore:
Simone Valtieri

REDDING PER BAUTISTA Sarà il pilota britannico Scott Redding a salire in sella alla Ducati Panigale V4 R del team aruba.it la prossima nella prossima stagione del Mondiale Superbike. Nel 2020, infatti, Redding prenderà il posto di Alvaro Bautista, il cui matrimonio con la casa di Borgo Panigale è evaporato nel giro di pochi mesi. Dopo lo scoppiettante avvio di mondiale, infatti, qualcosa si è incrinato tra il pilota spagnolo e la casa italiana, e delle 11 vittorie nelle prime 11 corse si è passati alle cinque cadute nelle ultime sei e al divorzio.

DI NUOVO ROSSO Non sarà la prima volta che Scott Redding sale in sella alla Ducati, anzi. Il ventiseienne di Gloucester infatti ha già corso per il team Pramac MotoGP nel 2016 e nel 2017, salendo una volta sul podio (in Olanda ad Assen nel 2016). In questa stagione Redding, dopo l'addio al Motomondiale, sta disputando il campionato Superbike britannico già in sella alla stessa moto, e a quattro round dal termine è secondo in classifica a 12 punti dall'australiano Josh Brookes. Al suo fianco è stato confermato il connazionale Chaz Davies.

OBIETTIVO TITOLO "Sono davvero molto contento!" - ha spiegato Redding sui canali ufficiali della Ducati - "Entrare a far parte del team Aruba.it Racing – Ducati è qualcosa che desideravo da tempo, perché lavorare con una squadra con cui potrò lottare per il titolo mondiale è davvero una grande opportunità per me. Ovviamente adesso rimarrò focalizzato al 100% sul British Superbike Championship, perché voglio provare a vincere questo campionato con la Ducati del team Be Wiser Racing prima di tornare a correre nuovamente in un campionato del mondo. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, e non vedo l'ora di salire in sella alla Panigale V4 R ufficiale nel mondiale Superbike"

BENVENUTO SCOTT A dargli il benvenuto nel team Stefano Cecconi, team principal di Aruba.it Racing: "È con grande piacere che diamo il benvenuto a Scott nel nostro team. Pur essendo un rookie nel BSB, alla prima esperienza con la Panigale V4R e con tante piste mai viste, Scott ha dimostrato da subito di essere velocissimo e di poter puntare dritto al titolo. Per questo abbiamo seguito con interesse ed apprezzato le sue prestazioni ben prima di trovarci a scegliere chi affiancare a Chaz nelle prossime stagioni. Con la sua determinazione ed esperienza sono convinto che potrà essere veloce fin da subito anche con la moto in versione WSBK.

CIAO ALVARO Cecconi ha anche salutato Alvaro Bautista, la cui esperienza con il team si concluderà al termine delle prossime quattro gare iridate. Si tratta del primo comunicato Ducati in cui si parla ufficialmente della rottura tra il pilota spagnolo e la casa italiana: "Saluto Alvaro con affetto e lo ringrazio per le emozioni incredibili che ci ha regalato quest’anno, sarà sicuramente un avversario duro da battere! Adesso però dobbiamo concentrarci sulla stagione in corso: non siamo più in vantaggio, ma il mondiale è ancora aperto e metteremo tutto il nostro impegno per concludere in bellezza la nostra collaborazione."


TAGS: ducati superbike alvaro bautista scott redding WSBK 2019 Team Aruba.it