Autore:
Federico Maffioli

BENTORNATA Dopo un lungo periodo di assenza dalla prima casella dello schieramento della grigila di partenza, a Portimao Eugene Laverty riporta l’Aprilia in pole position. Il pilota irlandese è riuscito a fermare il cronometro sull’1.40.705, tempo che gli è anche valso il record assoluto di questo tracciato, che apparteneva a Tom Sykes dal 2013. Dopo il podio di Laguna Seca e quello di Misano, la Casa italiana si dimostra ancora una volta competitiva, costantemente tra le moto più performanti sul giro lanciato. Aspetto confermato anche dal quarto posto di Lorenzo Savadori, chiamato ad aprire la seconda fila dello schieramento, in ritardo di soli 196 millesimi dal compagno di squadra. Prima fila dello schieramento di partenza di oggi anche per Jonathan Rea, autore del secondo miglior crono di sessione a sessanta millesimi dalla pole di Laverty. Buone qualifiche anche per Marco Melandri, terzo dopo Superpole 2 a 151 millesimi dall’Aprilia numero 50. Fine settimana in salita, invece per il suo compagno di squadra Chaz Davies, ancora non al cento per cento fisicamente a causa della doppia frattura della clavicola di quest’estate. Il pilota inglese in sella alla Ducati numero sette non è riuscito a passare Superpole 1 piazzandosi in quattordicesima posizione sotto al semaforo di gara uno.

GIVE ME FIVE! Jonathan Rea, dopo essere stato spettatore della Superpole di Laverty, chiude in solitaria primo sotto al traguardo Gara 1 del Portogallo. Il pilota Nordirlandese, con il successo di oggi, porta a cinque le vittorie consecutive siglate da Laguna Seca ad oggi, il sesto successo delle ultime sette gare. Insomma, con un bottino di punti da far invidia al jackpot del superenalotto, il Campione del Mondo in carica riprende dopo il lungo stop di oltre due mesi esattamente da dove ci aveva lasciato: la prima casella del podio, con il Titolo 2018 che diventa sempre più un miraggio per tutta la diretta concorrenza.

MOOD GIUSTO Dopo le polemiche di questi giorni, causate dalla mancata riconferma di Marco Melandri nel Team ufficiale Ducati, il pilota italiano chiude in seconda posizione il Sabato a Portimao. Un risultato importante per il ravennate, autore di una gara consistente, partita bene e conclusa sul podio. Con un Rea così “prepotente, questo secondo posto, per lui, vale come una vittoria! Grande rimonta, invece, per il suo compagno di squadra Chaz Davies, oggi quarto sotto al traguardo dopo la partenza dalla quattordicesima posizione dello schieramento. Al netto dei problemi fisici, con questo risultato, domani, sarà proprio il numero sette a partire dalla pole di gara due.

DUE CURVE DOPO Dopo la splendida pole, niente da fare per Eugene Laverty, che chiude dopo solo due curve Gara 1, centrato da dietro dalla moto di Xavi Fores. Davvero un peccato, soprattutto visto l’ottima prima parte di gara fatta dal compagno di squadra Lorenzo Savadori, protagonista e sul podio virtuale fino alla caduta in curva uno al decimo giro . Per l’Aprilia numero 50, domani, la strada non è nulla facile, perché con questo zero Laverty sarà costretto a partire dalla quarta fila dello schieramento. Stesso discorso per Savadori, con l’Aprilia che rimanda a gara due di domani la possibilità di fare il tris di podi dopo quelli di Laguna Seca e di Misano.

IN CRESCENDO Gara a due velocità per i due ufficiali Yamaha, con Michael van der Mark che sale sul terzo gradino del podio dopo una gara corsa senza commettere errori e sempre a debita distanza da Chaz Davies, oggi quarto sotto la bandiera a scacchi ad oltre sei secondi dall’olandese. Un risultato che non trova conferma nel compagno di squadra Alex Lowes, partito molto male in dodicesima posizione e costretto ad una gara tutta in rimonta e chiusa in decima posizione.

TOP TEN Mentre Rea manda ufficialmente la richiesta di residenza sul primo gradino del podio, Tom Sykes chiude il sabato portoghese con la quinta posizione finale, in ritardo di 12,911 secondi dal compagno di squadra. Un gap importante, che conferma ancora una volta lo strapotere del Campione del Mondo in carica. Dietro di lui, in sesta posizione si piazza un ottimo Loris Baz, autore di una gran gara chiusa davanti ad un osso duro come Jordi Torres, oggi settimo in gara 1. Chiudono la lista dei migliori dieci di oggi due esordienti: Toprak Razgatlioglu, ottavo, e Micheal Rinaldi, nono. Per i due rookies della Superbike questo è un gran risultato, soprattutto considerando che questa è stata la loro prima volta a Portimao in sella ad un circutio tosto ed impegnativo come Portimao.

GRIGLIA DI PARTENZA GARA DUE Qui potete leggerei risultati di gara uno, Questo è l’ordine di partenza di domani di gara due della Superbike a Portimao in Portogallo: 1) Chaz Davies; 2) Tom Sykes; 3) Loris Baz; 4) Jordi Torres; 5) Toprak Razgatlioglu; 6) Michael Rinaldi; 7) Michael van der Mark; 8) Marco Melandri; 9)Jonathan Rea; 10) Eugene Laverty;  11) Lorenzo Savadori; 12) Xavi Fores;  13) Alex Lowes; 14) Leon Camier; 15) Jake Gagne; 16) Leandro Mercado; 17) Jonny Hernandez; 18) Peter Jacobsen; 19) Roman Ramos; 20) J. Smrz.


TAGS: superbike portogallo 2018 sbk portogallo 2018 sbk portimao 2018 superpole portogallo 2018 superpole sbk 2018 aprilia pole sbk gara 1 sbk portogallo gara 1 sbk portimao 2018 portimao 2018 sbk classifica