Autore:
La Redazione

GIOVE E PLUVIO In un Venerdi caratterizzato da tanta pioggia, caduta nei primi due turni di prove libere dominati dalla Kawasaki numero 66, a Donington è Jonatham Rea a siglare il miglior crono di giornata, davanti al suo compagno di squadra Tom Sykes, in ritardo di 204 millesimi dal best lap della combinata di oggi. In condizioni di meteo più amiche, Lorenzo Savadori chiude le FP3 con il terzo miglior tempo a 537 millesimi dal best lap di oggi. Inizio postitivo anche per la Yamaha ufficiale di Alex Lowes, quarto a soli 27 millesimi dall'italiano in sella all'Aprilia numero 32.

PISTA INGLESE Con le sole FP3 caratterizzate quindi da pista asciutta, a poco sono serviti i crono fatti registrare durante tutta la mattinata, con l'ingresso diretto in SP2 di domani che è finito nelle mani di cinque piloti inglesi su dieci posizioni diponibili. Lista a cui, se aggiungiamo anche il quinto posto di Eugene Laverty, pilota iralndese, è facile intuire che qui sono proprio i piloti locali ad essere favoriti, soprattutto in funzione di un tracciato così piccolo e tosto come quello di Donington. Alta Europa, poi, anche per il sesto posto di oggi, in cui si piazza di diritto l'olandese  Michael van der Mark in sella alla Yamaha ufficiale.

PIU' AVANTI Ancora Inghilterra anche per la terza fila provvisoria, con Leon Haslam che, dopo Imola, continua a mettersi in mostra sulla Kawasaki del Team Puccetti, autore oggi del settimo miglior crono di giornata a 838 millesimi da Rea ed a soli 73 millesimi dalla Yamaha numero 60. Ottavo tempo, invece, per Loris Baz con la Bmw del Team Althea, che riesce a centrare un buon piazzamento dopo i risultati poco incoraggianti raccolti fino ad in questa stagione. Ipotetica terza fila anche per Ray, wild card di questo evento con la Suzuki ed autore del nono miglior crono di giornata davanti alla Ducati ufficiale di Marco Melandri, oggi solo decimo su una pista poco amica della Rossa di Borgo Panigale. 

CADUTO Inizio negativo, invece, per Chaz Davies, solo sedicesimo nella combinata di oggi a causa di una caduta che costringerà il pilota di casa alla rimonta domani in SP1. Fuori dai dieci anche l'altro suddito della Regina, sulla carta tra i favoriti, Leon Camier sulla Honda ufficiale, oggi solo tredicesimo ad 1'414 da Rea e davanti ad un ottimo Niccolò Canepa, autore del quindicesimo tempo della combinata. 


TAGS: marco melandri chaz davies eugene laverty jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark lorenzo savadori niccolo canepa leon haslam superbike inghilterra 2018 sbk inghilterra 2018 sbk donington 2018 superbike donington 2018 libere venerdi donington sbk sp2 donington sbk 2018