Superbike 2017

SBK ARAGON 2017: Chaz Davies sigla la pole, ma in gara uno cade e Rea passa primo il traguardo


Avatar di Federico  Maffioli , il 01/04/17

4 anni fa - Nel Sabato di Aragon Davies in pole, ma Rea vince gara uno

Jonathan Rea vince la quinta gara di fila, Chaz Davies lotta come un leone, ma cade e regala il podio a Tom Sykes, terzo dietro a Marco Melandri

Benvenuto nello Speciale SUPERBIKE ARAGON 2017, composto da 6 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SUPERBIKE ARAGON 2017 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SUPERPOLE Dopo le difficoltà di ieri, con la rottura del motore durante il primo turno di libere, Chaz Davies riesce a mettere le ruote davanti a tutti, conquistando la pole position con il tempo di 1.49.319. Una prima posizione soffiata nell’ultima parte della Superpole 2 a Jonathan Rea, dominatore fino a questo momento del primo appuntamento europeo qui ad Aragon e secondo in griglia a 31 millesimi da Davies. Sotto il minuto e cinquanta secondi anche Tom Sykes, oggi terzo in qualifica a 173 millesimi dal miglior crono di oggi e meno a suo agio con la nuova gomma da qualifica portata qui da Pirelli. Marco Melandri apre la seconda fila con il quarto tempo  a 654 millesimi dal suo compagno di squadra e chiude la lista dei piloti che oggi sono riusciti a fermare il cronometro nell’1.49. Sopra il secondo di distacco, invece, per l’ottimo Xavi Fores in sella alla Panigale gestita dal Team Barni, autore del quinto miglior tempo di oggi davanti al connazionale Jordi Torres, sesto con la Bmw del Team Althea. Michael van der Mark chiude settimo Superpole 2, distaccato di pochissimi millesimi da entrambi i due spagnoli che lo precedono e davanti per 92 millesimi all’ottava posizione di Leandro Mercado, pilota argentino in sella all’Aprilia del Team Ioda al suo primo round 2017 dopo l’infortunio invernale. Eugene Laverty, sempre in sella ad un’Aprilia, ma gestita dal Team Milwaukee, chiude la terza fila con la nona posizione. Leggero miglioramento per le due Honda ufficiali di Nicky Hayden e Stefan Bradl, che, dopo aver dominato Superpole 1, chiudono la sessione di qualifiche rispettivamente con il decimo e l’undicesimo tempo. Nessuna possibilità di replica, invece, per Alex Lowes in sella alla Yamaha ufficiale, che dopo il quinto tempo di ieri in classifica combinata, oggi è costretto al ritiro a causa di un problema meccanico, chiudendo con la dodicesima posizione la lista dei piloti in pista per la Superpole 2.

PESCE D’APRILE Prima della Superpole Alberto Porta, giornalista di Sport Mediaset, dichiara che Valentino Rossi correrà come wild card in Superbike a Misano Adriatico. Notizia fantastica e da anni attesa da tantissimi appassionati di gare. Peccato però che oggi sia…il primo di Aprile! Buon primo di Aprile anche a te Alberto!

CINQUINA Dopo il secondo tempo in qualifica, Jonathan Rea vince gara uno dopo un bellissimo duello con Chaz Davies, costretto al ritiro per una scivolata a pochi giri da termine mentre era in testa alla gara. Per il Campione del Mondo in carica questa è la quinta vittoria consecutiva su cinque gara corse fino ad ora, con un ruolino di marcia che lo vede primo in classifica a 125 punti distaccato di 47 lunghezza dal compagno di squadra Sykes e 55 dalla Ducati numero 7.

OTTIMO LAVORO Marco Melandri taglia secondo il traguardo, guadagnando un posizioni grazie al ritiro del compagno di squadra. L’italiano è sempre più competitivo e nella gara di Sabato riesce a mettere le ruote davanti a Tom Sykes, terzo sotto la bandiera a scacchi a circa tre secondi e mezzo dalla Panigale R numero 33 e 7.5 secondi da Rea.

VEDI ANCHE


IN CRESCENDO I due piloti ufficiali Yamaha Alex Lowes e Michael van der Mark chiudono gara uno rispettivamente in quarta e quinta posizione, dopo essersi dati battaglia per quasi tutta la gara. La Yamaha 2017 si è dimostrata ancora una volta competitiva, con un risultato che la promuove definitivamente come terza moto più competitiva di questa stagione. Domani, vista la quarta posizione, la pole in gara due finirà nelle mani di Alex Lowes, con il compagfno di squadra van der Mark secondo davanti a Torres a chiudere la prima fila in griglia di partenza.

GARA DI CASA Jordi Torres chiude la prima gara sul circuito di Aragon in sesta posizione, dimostrandosi ancora una volta molto competitivo su questo tracciato. Meno bene per il suo compagno di squadra Markus Reiterbeger, costretto alla partenza dalla pitlane per problemi tecnici e dodicesimo al traguardo.

INIZIA ALLA GRANDE La sorpresa di oggi è sicuramente Leandro Mercado in sella all’Aprilia gestita dal Team Iodaracing ed alla sua prima gara di questa stagione. L’argentino chiude settimo gara uno, dopo aver lottato da vero leone con una vecchia volpe come Torres, mettendo le ruote davanti a Eugene Laverty in sella all’Aprila del Team Milwaukee, oggi ottavo sotto la bandiera a scacchi.

PICCOLI PASSI Stefan Bradl e Nicky Hayden riescono a chiudere nella top ten la gara del Sabato, piazzandosi rispettivamente in nona e decima posizione. La Honda ufficiale ancora ha tanto lavoro da fare (e pochissimo tempo) per poter tornare competitiva, ma questo è un altro segnale positivo. Ci vediamo domani!

ORDINE DI PARTENZA GARA DUE Così l’ordine di partenza per la gara di Domenica: 1) Alex Lowes, Yamaha; 2) Michael van der Mark, Yamaha;  3) Jordi Torres, Bmw; 4) Leandro Mercado, Aprilia; 5) Eugene Laverty, Aprilia; 6) Stefan Bradl, Honda; 7) Tom Sykes, Kawasaki; 8) Marco Melandri, Ducati; 9) Jonathan Rea, Kawasaki; 10) Chaz Davies, Ducati; 11) Xavi Fores, Ducati; 12) Nicky Hayden, Honda; 13) Marcus Reiterberger, Bmw; 14) Roman Ramos, Kawasaki; 15) Leon Camier, Mv Agusta; 16) Randy Krummenacher, Kawasaki; 17) Julian Simon, Aprilia; 18) Alex De Angelis, Kawasaki; 19) Riccardo Russo, Yamaha; 20) Ayrton Badovinin, Kawasaki.

ORDINE DI ARRIVO Questo l’ordine di arrivo di Gara 1 in Spagna sul tracciato di Aragon: 1) Jonathan Rea, Kawasaki; 2) Marco Melandri, Ducati; 3) Tom Sykes, Kawasaki; 4) Alex Lowes, Yamaha; 5) Michael van der Mark, Yamaha; 6) Jordi Torres, Bmw; 7) Leandro Mercado, Aprilia; 8) Eugene Laverty, Aprilia; 9) Stefan Bradl, Honda; 10) Nicky Hayden, Honda; 11) Leon Camier, MV Agusta; 12) Marcus Reiterberger, Bmw; 13) Julian Simon, Aprilia; 14) Randy Krummenacher, Kawasaki; 15) Alex De Angelis, Kawasaki; 16) Riccardo Russo, Yamaha. Ritirati: Chaz Davies, Ducati; Xavi Fores, Ducati; Roman Ramos, Kawasaki; Ayrton Badovinin, Kawasaki. Non partiti: Lorenzo Savadori, Aprilia.


Pubblicato da Federico Maffioli, 01/04/2017
Gallery
superbike aragon 2017
Logo MotorBox