Pubblicato il 12/06/21

SUPER RINALDI! Dopo il piccolo passaggio a vuoto delle qualifiche, chiuse con il quarto tempo, Michael Ruben Rinaldi è tornato a indossare i panni del dominatore indossati in tutte le sessioni di prove libere disputate, vincendo da dominatore la prima gara della Superbike a Misano. Il pilota della Ducati ha mantenuto un passo irresistibile per chiunque, tanto che Jonathan Rea nel tentativo di restargli in scia ha finito per rischiare la caduta (foto sotto). Il campione del mondo ha realizzato un mezzo miracolo rimanendo in piedi, ma ha perso la seconda posizione a favore di un positivo Toprak Razgatlioglu.

GARA-1 In partenza Rinaldi è subito scatenato e nel giro di poche curve passa al comando della gara. Con i primi giri si vanno subito a delineare due coppie di testa, con l'italiano e Rea in lotta per la vittoria, mentre Razgatlioglu e Scott Redding si contendono il terzo posto. Mentre il turco allunga sul britannico, Rea cerca di impensierire il pilota della Ducati, ma finisce per commettere l'errore sopracitato. Da quel momento per Rinaldi non resta che amministrare il piccolo vantaggio su Razgatlioglu, mai veramente impensierito da Rea che si accontenta del terzo posto. Delude un po' Redding, rimasto lontano dai tre di testa. Alle sue spalle conclude la seconda Kawasaki di Alex Lowes, che precede Alvaro Bautista e un ottimo Axel Bassani, protagonisti nel finale di una bella battaglia con Tom Sykes il quale si deve accontentare dell'ottavo posto. Chiude nella top 10 anche Andrea Locatelli, nono davanti a Michael Van der Mark. Da segnalare la scivolata, senza conseguenze, per Chaz Davies, avvenuta mentre occupava la settima posizione. A Misano è dunque grande festa per Rinaldi, la Ducati e i tifosi italiani, finalmente presenti - seppur in numero ridotto - sulle tribune del circuito romagnolo.

SUPERPOLE - REA VOLA, MA DISTACCHI MINIMI È della Kawasaki di Jonathan Rea il miglior tempo nella Superpole della Superbike a Misano. Il pilota della Kawasaki ha ottenuto la terza pole position consecutiva, 30esima in carriera, al termine di una sessione che ha visto infrangersi il record della pista. Con il tempo di 1:33.416 l'irlandese ha staccato di un solo decimo il turco Toprak Razgatlioglu, terza la Ducati di Scott Redding ad appena una manciata di centesimi dal centauro della Yamaha. Michael Ruben Rinaldi, grande protagonista nelle sessioni di libere di ieri e di questa mattina, si è dovuto accontentare del quarto tempo e dunque della seconda fila. Accanto a lui Tom Sykes con la BMW e la seconda Kawasaki di Alex Lowes. In terza fila troviamo due piloti autori di prestazioni sopra le previsioni: Lucas Mahias è settimo e Axel Bassani ottavo, davanti nientemeno che ad Alvaro Bautista e Chaz Davies. Da segnalare la caduta nel corso delle FP3 di Eugene Laverty: il pilota della BMW non ha partecipato alla Superpole e attualmente sta venendo controllato al centro medico di Misano, dove è giunto comunque cosciente.

Risultati Gara 1 - Round Superbike Misano

Risultati Superpole - Round Superbike Misano

Risultati FP3 - Round Superbike Misano


TAGS: Superbike 2021 WSBK 2021 ITAWorldSBK