Autore:
Giulio Scrinzi

BACK ON TRACK Il lungo inverno che ha mandato in letargo il Motomondiale è ormai giunto al suo termine ed è ora, finalmente, di tornare in pista! Si comincia con i primi test ufficiali IRTA sul circuito malese di Sepang, in programma dal 30 gennaio al primo febbraio. Come da tradizione l'approccio sarà diverso, perché alcuni team potranno concentrarsi subito sullo sviluppo della moto, altri avranno bisogno di più tempo per permettere ai nuovi piloti di prendere confidenza con la nuova moto. Sarà un momento di confronto anche per tutti i collaudatori ufficiali come Casey Stoner e Michele Pirro (già protagonisti di due giorni in esclusiva proprio qui a Sepang settimana scorsa), che supporteranno Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo in la prima presa di contatto dell'Anno. 

BINOMIO ROSSO Tutto stava andando per il meglio fino alle ore 16:00 (ora locale di Sepang), quando un incessante acquazzone si è abbattuto sul circuito malese ed ha costretto le squadre a chiudere in anticipo la prima giornata di test. Un day one alquanto particolare, dal momento che davanti a tutti è tornato quel canguro australiano Campione del Mondo nel 2007 e nel 2011: dopo aver avuto un assaggio della nuova arma di Borgo Panigale nei giorni precedenti, Casey Stoner ha potuto sfogare il proprio talento andandosi a prendere la prima posizione assoluta con un tempo di assoluto riferimento (1'59''681). Lo ha seguito in scia a soli 115 millesimi di distacco Andrea Doviziso, l'unico assieme al tester australiano a scendere sotto il muro dei 2'.

ESORDI SORPRENDENTI A completare il podio virtuale è stata una Yamaha ufficiale, quella del neo acquisto Maverick Vinales (+0.447), inseguita come un'ombra dalla GP16 gestita dal team Aspar di Alvaro Bautista. A seguire un altro debutto convincente è stato quello di Andrea Iannone con la Suzuki GSX-RR a soli 8 decimi dalla vetta, che ha preceduto di pochissimo la Honda di Cal Crutchlow (+0.889) e la prima M1 privata del promettente Jonas Folger, all'esordio assoluto nella massima categoria (+0.962).

QUALCHE DIFFICOLTÀ DI TROPPO Fa strano scorrere la classifica e vedere due assi dal calibro di Valentino Rossi e Marc Marquez così staccati: il primo si è piazzato ottavo (ad un secondo dal suo ex rivale australiano) mentre il secondo lo ha seguito in nona posizione a pochi millesimi di distacco (+1.056). Ha chiuso la top ten Hector Barbera, mentre decisamente più staccato ha concluso la prima giornata di test Daniel Pedrosa, solo 13esimo e sopravanzato dal binomio Petrucci-Redding rispettivamente con le Ducati Pramac GP17 e GP16. E Jorge Lorenzo? Si è dovuto accontentare del 17esimo tempo (+1.669) probabilmente per qualche imprevisto di troppo nel trovare il set-up ottimale della sua nuova moto. Anche se aver davanti i fratelli Espargaro, per la precisione Aleix con l'Aprilia RS-GP e Pol con la debuttante KTM RC16, non deve fare troppo piacere al penta-Campione del Mondo.

CONSIDERAZIONI Al netto dei risultati di oggi, bisogna considerare che i primi tempi sono sempre "spuri", nel senso che ogni squadra lavora su specifici aspetti della moto in funzione di migliorie e sviluppi da fare prima che inizi il Campionato. Vedere Lorenzo, Marquez o Rossi li dietro è la conferma che stiano lavorando più sulla moto che sul giro secco, soprattutto visto il poco tempo a disposizione per fare questo tipo di attività imposto da Dorna negli ultimi anni. Anche vedere Stoner girare con il best lap di giornata è figlio del fatto che l'australiano ha già avuto moto di prendere confidenza con la nuova moto e questo tracciato la settimana scorsa. Per Dovizioso, invece, questa è sempre stata un pista in cui si è espresso al meglio e la vittoria prorpio qui nel 2016 ne è stata la riprova. Per capire meglio il gap che separa i vari team, quindi, aspettiamo la fine di questi tre giorni, perché sicuramente ci riserveranno delle sorprese interessanti! 

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica dei tempi della prima giornata di test ufficiali sul circuito di Sepang:

  1. Casey Stoner – Ducati (Test Team) 1'59''681

  2. Andrea Dovizioso – Ducati 1'59''796

  3. Maverick Vinales – Yamaha 2'00''128

  4. Alvaro Bautista – Ducati Aspar 2'00''134

  5. Andrea Iannone – Suzuki 2'00''490

  6. Cal Crutchlow – LCR Honda 2'00''570

  7. Jonas Folger – Yamaha Tech 3 2'00''643

  8. Valentino Rossi – Yamaha 2'00''695

  9. Marc Marquez – Honda 2'00''737

  10. Hector Barbera – Ducati Avintia 2'00''744

  11. Danilo Petrucci – Ducati Pramac 2'00''850

  12. Scott Redding – Ducati Pramac 2'00''852

  13. Daniel Pedrosa – Honda 2'00''970

  14. Johann Zarco – Yamaha Tech 3 2'01''224

  15. Aleix Espargaro – Aprilia 2'01''271

  16. Pol Espargaro – KTM 2'01''338

  17. Jorge Lorenzo – Ducati 2'01''350

  18. Loris Baz – Ducati Avintia 2'01''351

  19. Takuya Tsuda – Suzuki (Test Team) 2'01''812

  20. Alex Rins – Suzuki 2'01''889

  21. Karel Abraham – Ducati Aspar 2'01''926

  22. Jack Miller – Honda Estrella Galicia 2'01''942

  23. Kohta Nozane – Yamaha (Test Team) 2'02''187

  24. Katsuyuki Nakasuga – Yamaha (Test Team) 2'02''290

  25. Tito Rabat – Honda Estrella Galicia 2'02''315

  26. Sam Lowes – Aprilia 2'02''942

  27. Bradley Smith – KTM 2'03''034

  28. Michele Pirro – Ducati (Test Team) NC


TAGS: motogp test motogp motogp 2017 test motogp 2017 test motogp sepang 2017 test motogp sepang day 1