Autore:
Federico Maffioli

QUATTRO GARE D'ANTICIPO Brad Binder si laurea Campione della Moto3 con quattro gare di anticipo. Erano 36 anni che un pilota sudafricano non conquistava il titolo iridato e anche questa è un’altra delle sorprese che il Motomondiale ci ha regalato quest’Anno in una delle stagioni, intese nel totale delle tre classi, più spettacolari di sempre! E’ vero che la Ktm del Team Ajo è il riferimento per la Casa Austriaca, ma il nuovo numero uno della quarto di litro porta a casa un Mondiale meritato al cento per cento! Voto? 1, inteso come Campione del Mondo!

PROVE GENERALI Marc Marquez ad Aragon conquista pole e vittoria, con una Honda ormai definitivamente passata da brutto anatroccolo a cigno. Lo spagnolo frantuma record su record, è l’unico dei piloti in pista quest’Anno ad essere sempre andato a punti e davanti al suo pubblico, prima recupera un’improvvisa perdita dell’anteriore, poi rimonta e mette in scena le prove generali per la festa di un Titolo che ha praticamente già messo in bacheca! Con l’interruttore su ON, è praticamente imprendibile. Voto 10, con l’aggiunta della lode per l’ennesimo guizzo (impossibile chiamarla fortuna!) che gli permette di stare in piedi anche questa volta!

LAST SECOND Jorge Lorenzo chiude secondo ad Aragon, dopo aver deciso all’ultimo momento di cambiare la gomma da morbida a dura. Il Campione del Mondo in carica mette le ruote davanti al compagno di squadra e adesso il suo ritardo da Rossi è di 14 lunghezze. Con un Marquez così in forma, in palio c’era la seconda posizione e il maiorchino centra l’obiettivo! Voto 9

GLADIATORE Valentino Rossi chiude il GP spagnolo con un terzo posto finale, perdendo il confronto con i diretti rivali Marquez e Lorenzo, ma come al solito vendendo cara la pelle. Rossi ha la meglio su Vinales, ma l’errore negli ultimi giri fa andar via il compagno di squadra. Con Marquez a 52 lunghezze di vantaggio il Mondiale sembra ormai chiuso, ma Rossi non smette mai di lottare, nemmeno contro l’età anagrafica, perché in conferenza post gara dichiara che l’idea di correre a 40 anni non lo spaventa. Leggenda! Voto 8

GIU DAL PODIO Maverick Vinales qui ad Aragon, dopo aver dato l’impressione di poter essere tra i favoriti per le posizioni di testa, non riesce a salire sul podio. La Suzuki è sempre più competitiva e all’inizio lo spagnolo tenta la fuga, poi prova a resistere, ma commette qualche errore di troppo e si deve accontentare della quarta posizione. Voto 7

OTTIMO LAVORO Alvaro Bautista e Stefan Bradl chiudono rispettivamente nono e decimo il GP di Aragon, con l’Aprilia che piazza entrambi i suoi due piloti nella top ten e vince per la prima volta il confronto con la Ducati, particolarmente in crisi su questo tracciato. Finalmente tanto lavoro comincia a dare qualche frutto! Voto 7 a piloti e Team!

TOP 5 Cal Crutchlow chiude quinto il GP d’Aragona e dimostra ancora una volta di meritare al cento per cento il supporto che la Casa madre sta dando al Team LCR. La sua è sempre più una moto ufficiale e l’inglese dimostra talento e determinazione! Adesso la Honda numero 35 è sesta in classifica generale davanti alla Ducati di Dovizioso! Voto 6,5

TRADITO Dani Pedrosa arriva ad Aragon dopo la splendida vittoria di Misano, ma qui in Spagna chiude solo in sesta posizione. Dopo la gara si sono viste delle immagini che mostravano le sue gomme particolarmente rovinate e usurate in modo molto anomalo. Anche se non è mai sembrato particolarmente competitivo in gara, gli concediamo il beneficio del dubbio. Voto 5, al netto del problema con le gomme.

FATTORE X Andrea Dovizioso ancora una volta è costretto a retrocedere per cause di forza maggiore. L’italiano è autore di una buona qualifica, poi in gara sparisce nelle retrovie, chiudendo undicesimo e lamentando un problema non identificato alla moto. Nelle ultime nove posizioni ci sono solo Ducati, con l’unica moto diversa che è la Honda di Hayden. Aspetto, questo, che la dice lunga sui problemi della Rossa qui ad Aragon. Per Dovizioso voto 5, per Ducati voto 3!

TANTO DI CAPPELLO Nicky Hayden conclude quindicesimo il GP di Aragon a 40 secondi da Marc Marquez. Ok, la prestazione dell’Americano ex iridato MotoGp è stata anonima, ma c’è da riconoscere che Hayden si è messo in discussione salendo su una moto GP mai vista prima e guidando con gomme inedite che quest’Anno tanti illustri colleghi non hanno ancora capito, a distanza di quattordici gare corse finora. Alla fine il numero 69 arriva quindicesimo conquistando anche un punto iridato! Viste le premesse è comunque un buon risultato! Impossibile dargli un voto, altrettanto non dargli la lode!  

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo della quattrodicesima gara 2016 di MotoGp ad Aragon: 1) Marc Marquez, Honda; 2) Jorge Lorenzo, Yamaha; 3) Valentino Rossi, Yamaha; 4) Maverick Vinales, Suzuki; 5) Cal Crutchlow, Honda; 6) Dani Pedrosa, Honda; 7) Aleix Espargarò, Suzuki; 8) Pol Espargarò, Yamaha; 9) Alvaro Bautista, Aprilia; 10) Stafan Bradl, Aprilia; 11) Andrea Dovizioso, Ducati; 12) Michele Pirro, Ducati; 13) Hector Barberà, Ducati; 14) Eugene Laverty, Ducati; 15) Nicky Hayden, Honda; 16) Yonny Hernandez, Ducati;  17) Danilo Petrucci, Ducati; 18) Loris Baz, Ducati; 19) Scott Redding, Ducati. NON CLASSIFICATI: Tito Rabat, Honda.

COSI’ IN CAMPIONATO CLASSIFICA PILOTI: 1) Marc Marquez (SPA), 248 punti;2) Valentino Rossi (ITA), 196 punti; 3) Jorge Lorenzo (SPA), 182 punti; 4) Dani Pedrosa (SPA), 155 punti; 5) Maverick Vinales (SPA), 149 punti; 6) Cal Crutchlow (GBR), 105 punti; 7) Andrea Dovizioso (ITA), 104 punti; 8) Andrea Iannone (ITA), 96 punti; 9) Pol Espargaro (SPA), 96 punti; 10) Hector Barbera (SPA), 84 punti; 11) Eugene Laverty (IRL), 71 punti; 12) Aleix Espargaro (SPA), 69 punti; 13) Scott Redding (GBR), 55 punti; 14) Alvaro Bautista (SPA), 54 punti; 15) Danilo Petrucci (ITA), 50 punti; 16) Stefan Bradl (GBR), 49 punti; 17) Jack Miller (AUS), 42 punti; 18) Bradley Smith (GBR), 42 punti;  19) Michele Pirro (ITA), 36 punti; 20) Tito Rabat (SPA), 27 punti; 21) Loris Baz (FRA), 24 punti; 22) Yonny Hernandez (COL), 13 punti; 23) Alex Lowes (GBR), 3 punti; Nicky Hayden, Honda 1. CLASSIFICA COSTRUTTORI: 1) Honda, 291 punti; 2) Yamaha, 278 punti; 3) Ducati, 187 punti; 4) Suzuki, 155 punti; 5) Aprilia, 72 punti. 


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo nicky hayden andrea dovizioso cal crutchlow motogp 2016 marc marquez stefan bradl alvaro bautista dani pedrosa motogp aragon 2016 pagelle aragon pagelle aragon 2016 motogp pagelle aragon 2016 Mavereick Vinales