Autore:
Federico Maffioli

TRIS HONDA Le due Honda ufficiali, anzi le tre visto che anche la moto del Team LCR è uguale alle HRC, dominano il Venerdì qui ad Aragon con Dani Pedrosa che mette le ruote davanti a tutti con il crono di 1.48.429, seguito dal compagno di squadra Marc Marquez secondo a soli 65 millesimi di ritardo e Cal Crutchlow terzo a 81 millesimi dall’attuale leader in Classifica generale in sella alla Honda numero 93. Un inizio che dimostra quanto sia cresciuta la Honda a questo punto del Campionato, storicamente molto competitiva proprio su questo tracciato spagnolo.

SUBITO DIETRO Valentino Rossi chiude con il quarto tempo i primi due turni di libere, in ritardo di 240 millesimi dal miglior crono di oggi, dimostrando di essere competitivo sul giro lanciato, ma ancora in difficoltà (e preoccupato) per il passo gara ancora lontano dai due spagnoli in sella alle Honda ufficiali. In quinta posizione a 80 millesimi di distacco da Rossi, c’è un’altra  Yamaha, ma non è quella del Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo, oggi settimo in classifica combinata, ma quella di Pol Espargarò del Team Tech 3, che chiude il Venerdì davanti alla Suzuki di Maverick Vinales sesto a 457 millesimi dal miglior crono di Pedrosa.

DUCATI SENZA IANNONE Dopo il primo turno di libere Andrea Iannone ha dovuto rinunciare a scendere in pista per la seconda sessione di prove e, a malincuore, prende la decisione di non correre questo fine settimana. Dopo il GP di San Marino, purtroppo il pilota di Vasto salterà anche la gara di Aragon a causa del dolore causato dalla lesione della terza vertebra nelle libere dell’ultimo GP in Italia, lasciando la sua moto a Michele Pirro, oggi quindicesimo delle FP2. Andrea Dovizioso, invece, chiude solo decimo i primi due turni di libere dietro a due Ducati clienti: quella del team avintia di Hector Barberà, ottavo, e quella del team Pramac guidata da Danilo Petrucci, oggi nono.

ULTIMO Nicky Hayden, sostituto qui ad Aragon di Jack Miller, chiude con l’ultimo tempo la classifica combinata di oggi, ad oltre due secondi e mezzo dal miglior crono di giornata. L’americano, attuale pilota SBK ha dovuto prendere confidenza con le Michelin e con la moto, ma ha comunque dimostrato un approccio determinato a far bene in ottica gara.

CLASSIFICA COMBINATA Questi i tempi della classifica combinata dei primi due turni di libere al Gran Premio di Aragon: 1) Dani Pedrosa, Honda 1.48.429; 2) Marc Marquez, Honda 1.48.494; 3) Crutchlow, Honda 1.48.510; 4) Valentino Rossi, Yamaha 1.48.669; 5) Pol Espargarò, Yamaha 1.48.749; 6) Maverick Vinales, Suzuki 1.48.886; 7) Jorge Lorenzo, Yamaha 1.48.914; 8) Hector Barberà, Ducati 1.48.970; 9) Danilo Petrucci, Ducati 1.49.065; 10) Andrea Dovizioso, Ducati 1.49.128; 11) Aleix  Espargarò, Suzuki 1.49.177; 12) Yhonny Hernandez, Ducati 1.49.243; 13) Stefan Bradl, Aprilia 1.49.298; 14) Alvaro Bautista, Aprilia 1.49.301; 15)Michele Pirro, Ducati 1.49.678; 16) Scott Redding, Ducati 1.49.680; 17) Eugene Laverty, Ducati 1.50.113; 18) Tito Rabat, Honda 1.50.649; 19) Loris Baz, Ducati 1.50.904; 20) Alex Lowes, Yamaha 1.50.988; 21) Nicky Hayden, Honda 1.50. 992.


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow danilo petrucci motogp 2016 marc marquez hector barbera maverick vinales andrea iannone pol espargaro dani pedrosa motogp gare 2016 motogp fp1 fp2 aragon 2016 combinata fp2 aragon 2016 motogp andrea iannone non corre ad aragon