Pubblicato il 02/05/20

COPPIA STABILE Dopo aver rinnovato con Alex Rins, la Suzuki Ecstar completa la sua lineup per le stagioni 2021-22 confermando anche l'altro spagnolo del team, il giovane e promettente Joan Mir. Il pilota classe '97 e nato a Mayrata (dunque maiorchino come Lorenzo) ha convinto la Suzuki con la sua stagione d'esordio nel mondiale, terminata in 12° posizione nonostante un infotrunio che lo ha costretto a saltare due gare, e con un miglior risultato maturato a Phillip Island, dov'è giunto ottimo quinto.

CONTRATTO BIENNALE Il suo veloce apprendistato e i risultati sempre più concreti hanno convinto la Suzuki a confermare Mir con un contratto biennale, firmato nella sua abitazione dove sta trascorrendo il periodo di quarantena previsto dal Governo spagnolo. ''Sono estremamente felice di aver rinnovato per altri due anni'' - ha commentato il pilota - ''Era la cosa migliore che potesse succedermi, un sogno che si avvera. Per me è importante proseguire perché ora ho imparato di più circa il mio potenziale. Due anni possono passare in fretta, ma sono pronto a battermi ad alto livello e lavorerò ogni giorno affinché questo accada''.

SPERANZA NEL FUTURO Anche il team principal Davide Brivio è convinto che Joan sia un pilota che potrà continuare a fare molto bene con la Suzuki GSX-RR: ''Siamo contenti di aver siglato questo accordo con Mir e di aver chiuso le questioni sul lineup per i prossimi due anni. Consideriamo Joan un pilota con molto talento ed è importante che continui con noi per dare seguito a quanto di importante costruito fin qui e cercare di migliorare ancora. In questo periodo eccezionale e strano della storia siamo riusciti a gettare le basi per il futuro rinnovando con entrambi i nostri piloti, Rins e Mir, e questo ci riempie di speranza''.

MotoGP Valencia 2019, Joan Mir (Suzuki), Valentino Rossi (Yamaha), Cal Crutchlow (Honda)

LA LINEUP 2021 Con la Suzuki che ha già rinnovato entrambi i piloti, comincia a delinearsi più chiaramente la griglia del Mondiale MotoGP 2021. Quella composta da Joan Mir e Alex Rins non è però la prima coppia già fatta per il prossimo anno, visto che anche lo Yamaha Factory Team conosce già i nomi dei piloti per la prossima stagione: il confermato Maverick Vinales e l'emergente Fabio Quartararo, che ha soffiato la sella a Valentino Rossi. Nel team Honda Repsol, invece, già certo del posto il campione del mondo Marc Marquez, che ha firmato un quadriennale fino al 2024, mentre l'unico altro pilota già sicuro di una moto è Tito Rabat, che ha già un contratto in tasca per il 2021 con il team Avintia Ducati per cui corre dal 2018. Per tutti gli altri la situazione è ancora fluida, con Rossi che potrebbe accasarsi nel team Petronas al fianco di Morbidelli (se confermato) e la Ducati, il cui ventaglio di possibilità è ancora piuttosto ampio.


TAGS: suzuki rossi motogp marquez joan mir vinales Quartararo MotoGP 2020 MotoGP 2021