Ducati, Bagnaia e Miller pronti per la sfida di Jerez
MotoGP 2022

Il Team Ducati deve rialzare la testa a Jerez


Avatar di Simone Valtieri , il 27/04/22

1 mese fa - Ducati, reduce dalle sfortune di Portimao, deve rialzare la testa a Jerez

Francesco Bagnaia e Jack Miller, reduci dallo sfortunato weekend di Portimao, devono rialzare la testa subito se non vogliono perdere il treno iridato

SITUAZIONE RECUPERABILE Sessantadue punti in due, equamente divisi tra i piloti, in cinque weekend di gara sono un misero bottino per il Ducati Lenovo Team, che dopo il fortissimo finale di stagione 2021, aspirava a ben altri numeri per questo avvio di campionato del mondo 2022. Ma per un motivo o per l'altro, tra assetti sbagliati, moto ancora acerba, errori e cadute, il mondiale di Francesco Bagnaia e Jack Miller è iniziato in salita. Per fortuna loro, non c'è ancora stato un binomio pilota-moto che sta mettendo alla frusta gli altri, per cui nonostante lo scarso punteggio, il distacco dalla vetta (Jack e Pecco pagano 38 punti a Rins e Quartararo, entrambi al vertice del mondiale dopo cinque uscite) è ancora tutt'altro che proibitivo da recuperare, con 15 gare ancora da disputare. Nella classifica team vale lo stesso discorso, con la squadra ufficiale Ducati sesta a 54 punti dalla vetta. Diverso, invece, la questione nel costruttori, con la Ducati nettamente in testa grazie anche agli exploit dei team satelliti con le due vittorie di Enea Bastianini (Gresini Racing) e i podi pesanti di Jorge Martin e Johann Zarco (Pramac Racing).

JACK MILLER Questo fine settimana si tornerà subito in pista, a distanza di 7 giorni da Porimao, con il Gran Premio di Spagna sulla pista di Jerez de la Frontera, che lo scorso anno vide grandissimi protagonisti sia Miller (vincitore) che Bagnaia (secondo). Jack è reduce da una caduta quando si stava giocando il podio con Joan Mir, e per questo non vede l'ora di riscattarsi: ''Sono contento di tornare in pista già questo fine settimana e potermi lasciare alle spalle il ritiro di Portimão'' - ha infatti spiegato Miller - ''Jerez è una pista che mi piace e dove ho sicuramente un bellissimo ricordo dopo la vittoria dell’anno passato, la mia prima su Ducati, arrivata proprio dopo una caduta nel GP del Portogallo. Sarebbe bello poter ritornare alla vittoria anche quest’anno. Correre in Spagna è sempre speciale perché i tifosi spagnoli sono molto appassionati e rendono l’atmosfera unica. Cercherò di dare il massimo per ottenere il miglior risultato possibile''.

VEDI ANCHE



FRANCESCO BAGNAIA Discorso diverso per Bagnaia, che dall'errore nelle qualifiche del Portogallo, quando è caduto sbattendo violentemente la spalla, ha ancora fastidio all'arto destro. In ogni caso, occorre rimettersi presto in carreggiata, perciò non ci saranno scuse a partire da venerdì mattina, e Pecco lo sa bene: ''Dopo la caduta in qualifica in Portogallo, questi giorni di pausa sono stati molto importanti per riposare e recuperare le forze. Nonostante il dolore e il fatto che non avessimo potuto girare molto con le gomme slick, domenica in gara siamo stati veloci e siamo riusciti a centrare l’obiettivo che ci eravamo posti. Questo dimostra che stiamo lavorando bene e che gara dopo gara il mio feeling con la Desmosedici GP continua a migliorare. Ora arriviamo a Jerez, dove lo scorso anno siamo saliti sul podio, con l’obiettivo di tornare ad essere finalmente tra i protagonisti del fine settimana''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 27/04/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox