COPPIA DI CAMPIONI Alex Marquez raggiunge il fratello Marc nel team Repsol Honda MotoGP per il campionato del mondo 2020. La notizia è ufficiale, anticipata ieri dalla Gazzetta dello Sport. È durato poco il tempo del romanticismo e dell'emozione per il ritiro di Jorge Lorenzo. Spenti i fari sulla conferenza stampa in cui l'asso spagnolo ha annunciato il suo addio, ci si è subito domandati chi sarebbe stato a prendere il suo posto nel team del Campione del mondo in carica Marc Marquez. Le ipotesi inizialmente più accreditate sembravano essere quelle di Johann Zarco e Cal Crutchlow, o di un giapponese sulla moto di Tokyo, e dunque Takaaki Nakagami

IL PESO DI MARC Tutte queste ipotesi sono finite nel dimenticatoio quando il numero uno si è mosso per collocare nel suo box il fratellino Alex, fresco campione in carica della Moto2. E così Marc Marquez ha utilizzato tutta la sua influenza ed è riuscito a convincere i vertici HRC a puntare su una coppia di fratelli per la stagione 2020. La contropartita? Marc rinuncerà probabilmente alle sirene di altri team, per rinnovare con l'Honda Repsol Team con il quale ha dominato gli ultimi anni della MotoGP (6 titoli in 7 stagioni) anche per le stagioni 2021-22.

RISCHI E BENEFICI Tutto bellissimo? No. La Honda probabilmente è stata forzata nel prendere un rookie che aveva peraltro già un contratto per continuare ne lteam Marc VdS in Moto2 nel 2020. Per questo il rendimento del giovane Marquez sarà sicuramente sotto la lente d'ingrandimento dei vertici della casa nipponica. Inoltre il rischio maggiore è proprio per Alex, che avrà accanto il rivale più duro, quello che ha indirettamente messo fine alla carriera di due "MotoGP Legend" come Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo. Di positivo per lui c'è invece sicuramente un fattore da non sottovalutare, ossia che Marc sarà prodigo di consigli per suo fratello, e chissà mai che non gli sveli qualche trucco su come far andare al massimo quella moto che conosce a memoria e che Jorge non è proprio riuscito a capire.

FIM Awards 2019, Valencia: Marc e Alex Marquez

MARQUEZ NEGA Marc Marquez aveva negato nella giornata di sabato ogni tipo di coinvolgimento nella vicenda, fatto che parrebbe alquanto strano, se non del tutto innaturale: "È chiaro che mi piacerebbe vedere Alex in MotoGP ora o nel 2021, è mio fratello" - aveva spiegato lo spagnolo ai microfoni di Sky - "Ma non mi sto occupando della cosa. C'è del sentimento ma anche professionalità, e Alex deve farsi strada da solo, avere un suo progetto e non uno che gli credo io." L'annuncio della firma è arrivato lunedì 18 novembre 2019, in anticipo di un giorno sui test ufficiali di martedì e mercoledì, per permettere ad Alex di salire subito in sella alla Honda RC213V.


TAGS: honda motogp hrc marc marquez team honda repsol MotoGP 2020 Alex Marquez