Pubblicato il 30/01/2020 ore 18:45

NUOVO LOOK Si parte dal nome, ora si chiama V-Strom 1050 XT, il motore rimane però il bicilindrico a V da 1.037 cc. Si rinnova il look e tanta tecnologia a bordo, punto debole della versione precedente. Insomma, di carne al fuoco ce n’è in abbondanza. Rispetto al modello che sostituisce, la nuova Suzuki V-Strom 1050 è molto più curata nei dettagli. Ci sono infatti nuove finiture per i carter motore, un manubrio in alluminio e anche i supporti del parabrezza regolabile ben rifiniti.

IL MOTORE La Suzuki V-Strom1050 XT ha tante sorprese nascoste sottopelle, più o meno significative. Come detto, il motore è sempre il bicilindrico a V da 1.037 cc, ma è stato modificato nella taratura per rientrare nella normativa antinquinamento Euro5. La scheda tecnica ora recita 107,4 CV a 8.500 giri e 100 Nm a 6.000 giri (prima 100,6 CV a 8.000 giri e 101 Nm a 4.000 giri). Potenza e coppia si sono dunque spostate più in alto. Finalmente arriva il comando del gas elettronico che permette di introdurre, tra le altre cose, anche il cruise control, un accessorio fondamentale per una globetrotter del rango della V-Strom 1050.

Suzuki V-Strom 1050 XT: la nostra prova in video

COME VA? La V-Strom 1050 è sempre lei, ma un tantino cambiata. Pedane più larghe e serbatoio rastremato. Ora si sta più comodi e il serbatoio è più facile da stringere tra le gambe, il resto rimane tutto sommato invariato. Buono il compromesso fra dinamismo e confort, il contatto al suolo è facile anche per me che non supero il metro e ottanta nonostante la sella posta a 85 cm dal suolo. Il bicilindrico non disdegna poi le zone alte del contagiri, offrendo un discreto allungo. E la coppia? I dati dicono che solo 1 Nm è stato sacrificato sull’altare dell’ecologia mentre il massimo della spinta è ora 2.000 giri più in alto. Per tutti i dettagli cliccate sul video, oppure leggete qui l'approfondimento. 


TAGS: suzuki suzuki enduro nuova suzuki Suzuki V-Strom 1050 XT