Prova scooter

Yamaha Tricity 155: come va sotto la pioggia?


Avatar di Andrea  Rapelli , il 10/02/17

4 anni fa -

Yamaha Tricity 155: scopriamo se, quando piove, si sente la differenza nella guida rispetto agli scooter tradizionali

PIOGGIA E MOTO Per molti scooteristi alle prime armi la pioggia rappresenta uno scoglio insuperabile. Per evitare di arrivare in ufficio zuppi bisogna bardarsi come palombari e, soprattutto, l'asfalto più scivoloso rende tutto più difficile. Affrontare il tragitto quotidiano con un tre ruote come lo Yamaha Tricity 155 può, però, farvi cambiare idea, anche sotto l'acqua.

DUE PER TE Il merito è (quasi) tutto del complesso sistema di sospensione anteriore, denominato dagli uomini di Iwata LMW, che sta per Leaning Multi Wheel. Sostanzialmente, ci sono due parallelogrammi collegati sia al cannotto di sterzo sia ad una speciale forcella KYB cantilever dotata di due steli separati da ogni ruota.

INDIPENDENTI In soldoni, gli steli anteriori fungono da guida mentre i posteriori ammortizzano i colpi ricevuti, assorbendo eventuali oscillazioni. I due steli per forcella agiscono in modo indipendente, in modo da non trovarsi in difficoltà su pavé e rotaie.

VEDI ANCHE


TIENE TIENE Alla prova dei fatti posso dirvi che la cosa funziona, soprattutto quando piove. Il Tricity 155 si butta in curva sicuro e veloce, senza costringervi a vincere troppa inerzia per indirizzarlo dove volete. Dove con un due ruote passate guardinghi, con lo Yamaha potete osare di più. Sempre senza sfidare le leggi della fisica, mi raccomando...

LE TRAVERSINE NON FAN PAURA Nessun problema nemmeno se affrontate alla garibaldina il classico svincolo autostradale solcato da traversine metalliche: appena un cenno di scivolamento verso l'esterno della curva quando toccate la traversina, poi le gomme anteriori riprendono grip e voi finite la piega placidi. E sicuri.

LO SENTI SULLE BUCHE Ecco, il piccolo scotto da pagare è che il Tricity 155 si rivela un filo più rigido rispetto agli scooter tradizionali passando su dossi e tombini. Ma, considerando i plus, non c'è da lamentarsi troppo. 

TEST MUST GO ON La nostra prova continua: con il passare dei km il motore comincia a sciogliersi per bene e solo lungo le tre corsie autostradali ci si può sentire in un po' in affanno, visti i 100 km/h di punta. Ma è una condizione che il Tricity 155 condivide con i suoi pari cilindrata.

BEL CARICO Solo lodi, infine, nel capitolo praticità: la pedana piatta permette di caricare una borsa (c'è un comodo gancio per ancorarla) mentre nel retroscudo c'è un piccolo vano con presa 12V. E il vano sottosella, illuminato, contiene facilmente un casco integrale.


Pubblicato da Andrea Rapelli, 10/02/2017
Gallery
Listino Yamaha Tricity
Allestimento CV / Kw Prezzo
Tricity 125 12 / 9 3.899 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Yamaha Tricity visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Yamaha Tricity
Vedi anche
Logo MotorBox