Pubblicato il 31/05/21

Quali sono le reali prestazioni di una moderna supersportiva? Questa è una delle domande che più spesso ricorre nella mente degli appassionati, sempre confusi quando si tratta di stabilire quale sia il limite del mezzo e quale il loro. A rispondere al quesito ci ha pensato Luca Salvadori – e prima di lui il campione francese Sylvain Guintoli con una GSX-R 1000 – che in occasione del Trofeo MotoEstate ha portato in gara a Cremona una Ducati Panigale V4 S di serie...

PRONTO GARA La Panigale ha rimarcato che – messa nelle giuste mani – è perfettamente in grado di correre in pista praticamente anche con targa e fanali. Ma non solo: qui la moto, praticamente originale – le modifiche si limitavano al gruppo di scarico completo racing Ducati Performance, gomme slick Pirelli e pastiglie freno racing – può persino vincere una gara, seppur di livello amatoriale, nella classe 1000 Open, vale a dire dove sono libere le modifiche a telaio, ciclistica e motore...

Ducati Panigale V4 S: Luca Salvadori scene in pista a Cremona siglando il record e vincendo nel MES

RECORD Il binomio Ducati Panigale V4 S-Luca Salvadori ha anche siglato la pole position, il miglior giro in gara e il record del circuito di Cremona – il cui layout, ricordiamo, è stato recentemente modificato – con il tempo di 1'31''945. Salvadori ha corso avvalendosi dell'ABS cornering Only Front racing di cui è dotata la Panigale V4 e di sospensioni elettroniche, dimostrando che è possibile essere competitivi in questo tipo di competizioni con una moto di serie. Amici, alla prossima uscita in pista, quindi, niente più scuse riguardo gomme, freni e sospensioni...

 


TAGS: ducati ducati panigale v4 moto estate ducati panigale V4 S Trofeo MotoEstate