Pubblicato il 03/01/2020 ore 14:30

LA STRADA È APERTA Quando BMW ha rivelato la Vision DC Roadster lo scorso giugno, è stata come una dichiarazione d’intenti messa nero su bianco per la costruzione di una motocicletta con motore elettrico. Ma il concept a batteria non voleva semplicemente essere la base di partenza di un esemplare destinato alla produzione, bensì la conferma che la Casa tedesca era pronta per affrontare seriamente il tema 100% EV in ambito motociclistico. Come e quando sarebbe arrivata la moto su strada non era ancora stato dichiarato. Ebbene, adesso sappiamo che BMW è realmente al lavoro su una motocicletta a zero emissioni, ma che dovremo essere ancora pazienti.

BMW Vision DC Roadster: il futuro dell'elettrico passa da qui?

UN PROTOTIPO È STATO PRESENTATO Ricordiamo che neppure un mese fa, un ristretto gruppo di giornalisti è stato invitato in Francia per un breve test con la roadster elettrica E-Power. Ma il prototipo altro non era che un mix – poco riuscito – realizzato con pezzi di moto BMW combinati con componenti del propulsore elettrico presi in prestito dalle auto ibride dell'azienda. L'obiettivo era quello di mostrare il potenziale di un propulsore elettrico, piuttosto che rammentare alla stampa a che punto fosse lo sviluppo della motocicletta. Entusiasmo alle stelle, ma di concreto… un po' pochino.

BMW Roadster E-Power: il prototipo della naked 100% EV sotto carica

I MANAGER SI SBILANCIANO In quella occasione, i colleghi europei hanno avuto un interessante confronto con il responsabile dello sviluppo di BMW Motorrad, Christoph Lischka, che affermava come la Casa dell’elica avrebbe portato avanti il ​​progetto solo se fosse riuscita a trovare un modo per estendere l'autonomia della motocicletta ad almeno 200 km. Ma rumors giunti in diretta dalla rassegna del Los Angeles Auto Show, hanno rivelato che il capo di BMW Motorrad, Markus Schramm, pare essere più ottimista sulla prospettiva di realizzazione di questo primo modello elettrico. Messo sotto pressione, il capo si è esposto riguardo la linea temporale, che con ogni probabilità si allungherà almeno nei prossimi cinque anni

POTREBBE ESSERE UN MODELLO URBANO In più, ha messo in chiaro che sarebbe stato sviluppato un veicolo per la città, aggiungendo che non pensava di presentare una elettrica nei segmenti off-road, touring o sportivo. Questa considerazione aggiunge un altro tassello al puzzle sull’elettrificazione di BMW. Un brevetto depositato di recente mostra che la società sta anche studiando una tecnologia di ricarica a induzione per le sue motociclette e scooter elettrici, il che ci suggerisce come BMW sia intenzionata a consolidare la posizione nel settore della mobilità a zero emissioni.

BMW C Evolution: lo scooter elettrico messo alla frusta con la nostra prova su strada

LO SCOOTER NON RESTERÀ SOLO Considerando che la Casa bavarese nel 2016 è stata fra le prime a introdurre un modello a due ruote elettrico nella sua gamma con lo scooter C Evolution, è lecito aspettarsi delle novità anche se lascia sorpresi che una motocicletta elettrica non sia ancora scesa dalla catena di montaggio in veste definitiva. Tenuto conto che cinque anni sono un periodo piuttosto lungo nel mondo della tecnologia, BMW sarà in grado di tenere il passo con l'evoluzione per non introdurre un prodotto già vecchio quando arriverà dai concessionari? Non ci resta che seguire l’evoluzione e attendere buone nuove dal quartier generale di Monaco di Baviera. 


TAGS: bmw bmw elettriche bmw vision dc bmw nuove moto elettriche bmw moto ev bmw elettriche 2025