Guida acquisto moto

Cinque crossover medie sotto i 10.000 euro


Avatar di Andrea  Rapelli , il 22/11/16

4 anni fa - Cinque alternative medie per viaggiare senza svenarsi

Viaggiare senza pretese? Si può, con cinque crossover medie come queste. Tutte (o quasi) sotto i 10.000 euro

Benvenuto nello Speciale SPECIALE CROSSOVER MEDIE, composto da 5 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SPECIALE CROSSOVER MEDIE qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

VIAGGIO IN TURISTICA Chi l'ha detto che una moto da viaggio debba avere più di 100 cavalli e costare oltre i 10.000 euro? In fondo, se è il turismo ciò che piace, ci sono tante buone moto - le crossover medie, per esempio - a listino che badano al sodo, senza alzare troppo la posta in gioco e ridurre drasticamente il conto in banca. E, sì, vanno bene anche per il passeggero.

CINQUE CROSSOVER MEDIE Ecco quindi una piccola guida all'acquisto su cinque crossover medie che possono tranquillamente affrontare un bel viaggio senza patemi e senza particolari sofferenze per pilota e passeggero. Si tratta di BMW F 700 GS, Honda NC750XKawasaki Versys 650, Suzuki V-Strom 650 e Yamaha Tracer 700. Casomai ve ne interessasse una in particolare, nello speciale trovate le prove di quelle che abbiamo guidato. Buona lettura!

BMW F 700 GS Si è appena aggiornata, guadagnando - oltre ad un lieve lifting nella zona serbatoio - comando gas ride by wire, Euro 4 e nuove mappe motore. Il carattere e la posizione di guida ti fanno sentire subito a casa: la F 700 GS è alla portata di tutti e si rivela piuttosto comoda. Quando c'è da guidare, poi, non si tira indietro, grazie al bicilindrico parallelo da 75 cv. Peccato per la protezione aerodinamica, migliorabile e per il prezzo, alto (9.920 euro). Ma è una delle poche che può avere controllo di trazione e manopole riscaldate, per dirne due.

VEDI ANCHE



HONDA NC750X I suoi punti di forza? Praticità, grazie al vano capace di contere un casco integrale al posto del serbatoio. Ma anche il cambio DCT, che vale la pena in città come sui tornanti: un optional (1.000 euro) da prendere in seria considerazione. E poi quell'intrinseca facilità di guida comune a tutte le Honda. Ecco, forse le manca un po' di pepe: sia nel motore (55 cv), sia nella ciclistica, più votata al turismo. In quest'ottica, la Travel Edition con tris di valigie, barre protezione motore, paramani, fari di profondità e cavalletto centrale è perfetta: costa 10.390 con il DCT, 9.390 senza.

KAWASAKI VERSYS 650 Sincera e godibile da soli come in coppia, la Versys 650 è una vera moto tuttofare. Tra l'altro ha un look azzeccato - qualcuno dice che la Tracer 700 si sia ispirata a lei - e una ciclistica che riesce ad accompagnare con dolcezza i neofiti come a dare qualche soddisfazione, tra le curve, ai più smaliziati. Con un allegro bicilindrico parallelo (69 cv) che non consuma poi molto, forcella a steli rovesciati e una protezione aerodinamica curata, grazie al parabrezza regolabile. Con le valigie, diventa una bella moto da turismo.

SUZUKI V-STROM 650 Fresca fresca di restyling, la Suzuki V-Strom 650 è una moto che va benissimo, non mette mai in difficoltà e non costringe a svenarsi, sia nel prezzo sia nei costi di gestione. Il Model Year 2017 cambia in parecchi aspetti (qui trovate tutte le info) anche se l'età del progetto comincia a farsi sentire. In ogni caso, se non v'interessa un look particolarmente à la page e badate al sodo, la piccola grande V-Strom è sempre un'ottima scelta. Pure in ottica usato... Volendo, c'è anche la XT con i cerchi a raggi (l'anteriore è sempre da 19"). Per conoscere i prezzi ci sarà da attendere ancora qualche giorno.

YAMAHA TRACER 700 Che la si impegni in città, in autostrada o su un misto di montagna lei non si sentirà mai a disagio. Riuscendo ad essere divertente senza costringere a sottoporsi a sedute di fisioterapia dopo lunghe tratte in sella. Vi sembra poco? A tutto ciò bisogna aggiungere look attuale, plexiglass regolabile, un motore giusto per le sue mire - quasi irrisori i consumi - e accessori giusti per cucirsela su misura, anche in ottica touring. Certo le sospensioni sono durette e non c'è la possibilità di regolare il precarico posteriore da remoto. Ma, con un listino da 7.990 euro, avreste un bel coraggio a lamentarvi...


Pubblicato da Andrea Rapelli, 22/11/2016
Gallery
speciale crossover medie
Logo MotorBox