Autore:
Andrea Rapelli

BUON COMPLEANNO Per i suoi quarant'anni Öhlins, azienda svedese leader nella produzione di sospensioni per moto, si è concessa un regalo: si chiama TTX Flow ed è un mono che promette di essere un punto di svolta nel panorama mondiale degli ammortizzatori dedicati alle due ruote da motocross ed enduro.

OCCHIO AI SALTI Un monoammortizzatore da cross deve saper gestire sia i colpi forti, quelli che arrivano dai salti, sia le micro-sconnessioni che si affrontano in velocità. Meglio copia il terreno, saltellando il meno possibile, più trazione avrà la moto, che sarà anche più amichevole e facile da guidare.

APRI E CHIUDI Oltre a mantenere la tecnologia TTX (a doppio tubo) i tecnici Öhlins hanno studiato per il Flow un nuovo sistema in grado di bilanciare l'apertura delle valvole che lasciano passare l'olio. Non solo: grazie alle valvole di forma inedita, si velocizza l'apri/chiudi delle stesse, così da far filtrare un maggior flusso di lubrificante.

BENEFICI In questo modo, l'Öhlins TTX Flow si dimentica in fretta delle microsconnessioni del terreno e, al contempo, non mette in crisi la ciclistica della moto quando si affrontano i salti più alti. Anche in frenata si possono avvertire benefici, con la ruota posteriore che non saltella e permette di usare tutta la decelerazione offerta da impianto frenante e motore.

FUTURO E chi non è un crossista? Che se ne fa di questo TTX Flow? Semplice: se la prima applicazione è riservata solo alle moto da cross e enduro, Öhlins fa sapere che potrebbe arrivare anche una variante dedicata alle moto stradali. Staremo a vedere.

 


TAGS: öhlins ttx flow nuovo ammortizzatore öhlins moto