Pubblicato il 24/08/20

46 VALIDI MOTIVI Da sempre le versioni Replica delle moto che ci fanno impazzire durante i weekend sono tra le più ambite. Tutti quegli adesivi sulle carene ti fanno sentire subito pilota ogni qualvolta abbassi la visiera, peccato però che si tratti solo di suggestione. L’ultima arrivata nel club è la Yamaha YZF-R1 Petronas realizzata da YART Austria, moto che riprende i colori dei bolidi guidati da Fabio Quartararo e dal nostro Franco Morbidelli… oggi. Se siete appassionati di MotoGP saprete certamente che il pilota transalpino passerà al Team Yamaha Factory, scalzando il “Dottore” dalla sua amata M1, con il pesarese che potrebbe fare il percorso inverso. Il fatto che questa replica costi 46.000 euro, sia prodotta in soli 46 esemplari e che sia realizzata per i 46 anni d’attività di Petronas meriterebbe il 46 più famoso della storia come testimonial… al momento però tutto è ancora in fase di definizione. Suggestioni a parte, questa R1 è ben più di una moto con due carene dedicate, dietro c’è un accurato lavoro di preparazione che la rende una moto perfetta per i track day.

L’ESTETICA Ovviamente partiamo dalla parte estetica della moto, impossibile da non notare. Per la realizzazione delle grafiche e la verniciatura delle carenature YART si è affidata allo stesso fornitore che realizza quelle utilizzate in MotoGP, al fine di renderla il più fedele possibile all’originale. La nuova Yamaha R1 2020 ha sicuramente compiuto un piccolo passo avanti nello studio dell’efficienza aerodinamica, migliorando la protezione dall’aria offerta dal cupolino (qui il link alla prova completa), ma per dare quel tocco da GP sulla Petronas Replica sono state aggiunte due appendici aerodinamiche in fibra di carbonio.

Yamaha R1 Petronas: le carene sono prodotte dalla stessa azienda che produce quelle da GP

LA PREPARAZIONE Le modifiche, ovviamente, non si limitano semplicemente all’estetica della moto, come detto in apertura questa replica è perfetta per i track day. Il motore rimane quello originale, dunque 4 cilindri in linea con distribuzione Crossplane, ma migliorato nelle prestazioni con una ECU da competizione, gas rapido e uno scarico racing. Le novità principali sono tutte nella ciclistica. Sospensioni full Öhlins, con forcella FGRT 2 e un ammortizzatore posteriore TTX, insieme a un ammortizzatore di sterzo racing. Da competizione è anche l’impianto frenante Brembo che è composto da pinze anteriori GP4-RX a mordere dischi T-Drive ancorati su leggerissimi cerchi forgiati Marchesini.

Yamaha R1 Petronas : lo scarico e la centralina sono dedicate

GADGET EXTRA Gli acquirenti riceveranno anche un casco KYT abbinato, una polo del team e un pass VIP per il round MotoGP di loro scelta una volta che gli spettatori saranno nuovamente ammessi agli eventi. Il 46 per farla sembrare quella di Rossi dovrete aggiungerlo voi… ma 3 euro si possono spendere!


TAGS: yamaha valentino rossi petronas yamaha valentino rossi yamaha r1 petronas yart yamaha petronas m1 replica