Autore:
Giulia Fermani

SI PARTE NEL 2019 Confermate le voci che volevano Triumph fornitore esclusivo dei motori per il campionato Moto2. La Casa di Hinckley ha infatti firmato un contratto triennale per la fornitura del motore a tre cilindri Triumph da 765cc a partire dalla stagione 2019.

IL MOTORE Il tre cilindri Triumph da 765cc è stato sviluppato sulla base del motore della supersportiva Daytona 675 ed è lo stesso che attualmente equipaggia la nuova Triumph Street Triple 2017. Arricchito rispetto alla generazione precedente con oltre 80 componenti, ha ora nuovo albero motore, nuovi pistoni, nuove bielle, nuovo albero di bilanciamento e cilindri in alluminio trattati al Nikasil. Per entrare nella categoria intermedia della MotoGP, il rivisto motore Triumph si è guadagnato anche un set up racing per incrementarne coppia e potenza.

COSA CAMBIA Rispetto all’originale nella versione per Moto2 troviamo testata con porte di aspirazione e scarico riviste per ottimizzare il flusso dei gas, valvole in titanio con molle irrigidite per supportare l’incremento dei giri del motore e kit alternatore racing con output ridotto per ridurre l’inerzia. Ma non basta, il nuovo setting prevede anche il primo rapporto del cambio più lungo, frizione antisaltellamento racing, configurabile, centralina race specifica, coperchi motore rivisti per ridurre la larghezza e coppa dell’olio modificata per consentire l’installazione del collettore di scarico.


TAGS: sport triumph moto2 motogp