Pubblicato il 09/05/21

DUE RUOTE A CONFRONTO Due nomi a loro modo protagonisti del mondo delle due ruote, Giant e VR46: il primo è quello dell’azienda taiwanese fondata nel 1972 e che, in quasi cinquant’anni di storia, è diventata una delle più importanti per gli appassionati di ciclismo. Il secondo nome è quello dell’accademia per giovani piloti fondata nel 2014 da Valentino Rossi al suo Motoranch di Tivullia, praticamente ormai una meta di pellegrinaggio per gli appassionati delle corse in moto. In questi sette anni dalla VR46 Riders Academy sono usciti piloti come Franco Morbidelli, vincitore del mondiale Moto2 nel 2017, e Luca Marini, al debutto nella classe regina ma con un solido secondo posto in Moto2 nel 2020. 

Giant e VR46 Riders Academy: partnership per giovani piloti

A DISPOSIZIONE DEI PILOTI Le due aziende hanno avviato una partnership con l’obiettivo di lavorare con ancor più efficacia alla formazione e alla crescita dei talenti italiani. Giant fornirà alcune e-bike elettriche che potranno essere utilizzate dai piloti per i loro allenamenti, permettendo loro di migliorare - anche in sella a una due ruote - la propria condizione fisica. Le prime e-MTB sono già state consegnate agli allievi Marco Bezzecchi, Niccolò Antonelli, Stefano Manzi, Andrea Migno e Celestino Vietti

Giant e VR46 Riders Academy: la e-MTB Trance X E+ 29 1

LA BICICLETTA La e-MTB affidato al team VR46 è la Trance X E+ 29 1, il top di gamma delle mountain-bike elettriche di Giant, e non poteva essere diversamente. Mossa dal motore centrale SyncDrive Pro con coppia massima di 80 Nm e un livello di assistenza fino al 360%, questa e-bike monta anche una batteria monta una batteria EnergyPak da 625Wh integrata nel tubo obliquo, sospensioni Maestro con 140mm di escursione posteriore e 150mm anteriore, geometria del telaio regolabile e ruote da 29 pollici.


TAGS: misano valentino rossi e-bike giant bicicletta tavullia VR46 Riders Academy trance X e+ 1