L’ULTIMO… TASSELLO Kawasaki rinnova la sua gamma offroad partendo dall’alto: ecco le prime immagini e informazioni sulla KX450F 2016, profondamente rivisitata da interventi che riguardano, oltre al look, anche telaio e motore.

DIETA FERREA La differenza si vede e soprattutto si sente: inforcata la sella, mani al manubrio, la Kawasaki KX450F 2016 pesa diversi chili in meno, tirati via soprattutto da motore (che da solo ne perde due) e telaio (che ora pesa poco meno di 109 kg). Il primo, un 449 cc raffreddato a liquido, è stato modificato nella testa del cilindro, nelle valvole di aspirazione, nella fasatura delle camme di aspirazione, nel disassamento dei cilindri e nello scarico. Secondo i tecnici di Akashi garantirà risposte più pronte grazie anche a nuovi condotti di aspirazione aggiunti sotto la parte posteriore della sella. A mettere ancora più a punto le prestazioni di questo quattremezzo ci pensa il nuovo pistone con fondo bridged-box, tecnologia mutuata direttamente dal reparto corse Kawa. E come optional, c’è ora un kit di settaggio dell’iniezione per modificare le mappature adattandole al proprio livello di guida.

DIVISA D’ORDINANZA Telaio più sottile, sella più piatta, serbatoio rastremato e sovrastrutture in plastica ridotte all’essenziale fanno della Kawasaki KX450F 2016 una moto più leggera anche a vedersi. Quanto al reparto sospensioni, nessuna modifica allo schema originale ma solo una leggera rivisitazione delle componenti, che però contribuisce a rendere gli steli della forcella di questa Kawa più scorrevoli. D’ordinanza la divisa, con l’abbinamento cromatico lime-green/nero quale unica opzione.


TAGS: kawasaki kx450f 2016