Autore:
Giulia Fermani

MAGNA CUM LAUDE Dopo il successo del primo appuntamento dell’anno dei Michelin Power Days 2016 a Misano continua il trend positivo con l'appuntamento all’Autodromo romano di Vallelunga, confermato dalla presenza di oltre 320 motociclisti. Il format piace, le gomme superano egregiamente la prova in pista, pur trovandosi a fronteggiare l’alta temperatura dell’asfalto che, nelle ore più calde, ha superato i 60°, e le novità introdotte sono state ben accolte dai partecipanti. Vediamo come è andata.

L’EVENTO La formula era quella di sempre, basata sul rapporto rivenditore-cliente: acquistare un treno di gomme per aggiudicarsi una giornata gratuita di prove in pista. Ad approfittarne sono stati oltre 320 motociclisti, che si sono presentati all’appuntamento a Vallelunga il week end del 9-10 luglio. La maggior parte dei partecipanti all’evento erano semplici appassionati e non piloti del trofeo monogomma Power GP 2016, che invece si erano presentati numerosissimi in occasione della kermesse svoltasi sulla pista intitolata a Marco Simoncelli. A ricevere consensi sono stati anche, naturalmente, gli pneumatici Michelin (a dominare la scena sono stati i Power Cup Evo e i Power SuperSport Evo) che si sono dimostrati affidabili e performanti anche nelle condizioni di calore della pista più estreme.

IL FOGLIO PRESENZE Chi non sembrava prestare alcuna attenzione al caldo torrido ma solo a far strillare le gomme delle loro MV sull’asfalto erano il pilota classe 1961 Fausto Ricci e Marco Lucchinelli, vincitore in sella a una Suzuki 500 del titolo mondiale nel 1981. Per l’occasione Lucchinelli è stato tester d’eccezione e ha avuto modo di reincontrare e di correre con Roberto Gallina, ex pilota poi team manager, che nonostante i 76 anni suonati non ha rinunciato a un giro in pista in sella alla sua special, la “Quattro 750” completata nel 1987 per un cliente giapponese, gommata Michelin Power Cup Evo. Non è mancata neanche la quota rosa di partecipanti alla gara, rappresentata da Maria Vittoria De Giorgio e Laetitia Vanno, entrambe in sella a due BMW S 1000 RR.

MIGLIORI IN CAMPO A dominare le classifiche in entrambe le giornate è stato il ventisettenne mantovano capolista della Power GP 600 Alessandro Daina (tempo migliore 1’45”580). Insieme a lui, il ligure Kevin Mafredi, impegnato nel CIV (Campionato Italiano Velocità) della 600 SS e il lucano Mauro Salvatore, altro iscritto alla Power GP 600.


TAGS: vallelunga Michelin Power Days 2016 Power GP 2016 Power Cup Evo