Pubblicato il 27/03/2020 ore 12:11

FACCIAMO CHIAREZZA Maxi enduro, enduro stradali, enduro medie, enduro specialistiche e via discorrendo, la parola enduro torna ricorrente sempre e comunque, ma qual è il suo significato? Da dove nasce? Che differenze ci sono con il motocross? Tranquilli, c’è una risposta a tutto, cerchiamo di fare chiarezza.Il guado è una situazione tipica dell'enduro

REGOLARITÀ Quelli che hanno qualche primavera in più sulle spalle forse lo sapranno, ma fino agli anni ’70 nessuno parlava di enduro, almeno in Italia, ma di regolarità. Poi, come è avvenuto in tanti altri campi, il fascino dell’estero ha prevalso sulla lingua italiana, e si è iniziato ad utilizzare con più… regolarità (scusate il gioco di parole) il termine enduro. La parola è strettamente legata all’ inglese “endurance” ovvero resistenza, qualità necessaria ai piloti per potersi destreggiare nelle prove tra sentieri, mulattiere e guadi.Dovizioso alle prese con il motocross

SIMILI MA DIVERSI Spesso scambiati da chi non ha dimestichezza dell’argomento, enduro e motocross sono due discipline simili ma al contempo molto diverse, nel regolamento e anche nella tecnica delle moto. Mentre il motocross si svolge in aree private chiuse al pubblico, l’enduro si può fare tranquillamente nelle (poche) aree aperte al pubblico e su strada, da qui nasce la differenza tecnica nelle due moto: mentre nel cross si possono utilizzare componenti non omologati (come nella velocità su pista), la moto da enduro deve essere totalmente in regola per la circolazione su strada, quindi dotata di luci, targa, frecce, pneumatici e scarichi omologati e, ovviamente, i documenti necessari per la circolazione (patente inclusa).  

 


TAGS: enduro enduro significato enduro moto