Autore:
Andrea Minerva

OGIER ANCORA LEADER Il Rally del Portogallo, settimo appuntamento del Campionato Mondiale Wrc,è stata una gara tutt’altro che semplice per i piloti del Citroen Total World rally Team, in particolare per il sei volte campione del mondo Sébastien Ogier, che in virtù della leadership nella classifica piloti, è stato costretto dal regolamento a partire per primo nella tappa iniziale. Una situazione particolarmente difficile a causa del fondo sabbioso a scarsa aderenza, ma Ogier e il copilota Ingrassia, grazie ad un’ottima scelta degli pneumatici, sono riusciti a contenere i danni chiudendo la prima tappa al 5° posto, a soli 3 secondi dalla zona podio. Nella giornata di sabato, la posizione di partenza ancora sfavorevole rispetto ai diretti avversari, non ha consentito all’equipaggio del Citroen Total Word Rally Team di conquistare ulteriori posizioni, rimanendo a 11 secondi e 8 decimi dal terzo posto. La domenica, terza ed ultima giornata di gara, è stata invece particolarmente positiva, favorita sì anche dal ritiro di due avversari, ma gestita ancora una volta molto bene sul fronte degli pneumatici. Sèbastien Ogier, issatosi nel frattempo al terzo posto della classifica, riusciva infatti a conservare al meglio le proprie gomme per sfruttarle poi nella conclusiva Power Stage di Fafe, vinta con un buon margine sugli avversari; un risultato che ha consentito a Ogier di raggranellare ulteriori 5 punti, da aggiungere ai 15 previsti dal terzo posto, fondamentali per conservare il comando della classifica piloti.

SFORTUNA PER LAPPI Il giovane pilota finlandese, insieme al copilota Janne Ferm, ha vissuto un weekend di gara davvero altalenante, sfociato purtroppo in un ritiro nelle battute finali. Il primo problema è stato generato da un pneumatico dopo il passaggio su di una gobba nella terza prova speciale, un inconveniente che ha spinto giù Esapekka Lappi, fino all’ottavo posto.La successiva giornata di sabato era però coronata da una bellissima rimonta che portava l’equipaggio del nord europa fino ad un insperato quinto posto. Peccato che tutto sia sfumato nelle ultime prove speciali del Rally del Portogallo. Domenica, nel corso della prova n.16, un piccolo errore ha avuto conseguenze pesanti; una curva stretta a destra, affrontata un po’ troppo vicina al punto di corda, ha causato un testacoda e addirittura un successivo cappottamento. Ma il peggio doveva ancora arrivare. Dopo essere riusciti a ripartire, nella prova speciale successiva, Lappi e Ferm urtavano un argine danneggiando irreparabilmente la sospensione posteriore sinistra ed essendo così costretti al ritiro. Ora vi proponiamo i commento raccolti dopo la gara dei piloti Sébastien Ogier ed Esapekka Lappi.

Sébastien Ogier, Pilota di Citroën Total WRT

«Non pensavo proprio di riuscire a conquistare venti punti in questo appuntamento. Anche se la vittoria non era ipotizzabile, visto il nostro ordine di partenza, abbiamo comunque dato il massimo in tutte le situazioni, e questo risultato è la giusta ricompensa. Speravo effettivamente di non fare da apripista in Sardegna, ma ogni punto a fine stagione conta. Sono soddisfatto di vedere che siamo stati competitivi nella Power Stage, la sola speciale del fine settimana in cui eravamo più o meno nelle stesse condizioni di aderenza dei nostri rivali. Questo dimostra quanto sia migliorata la nostra performance anche se, viste le circostanze, è stato difficile dimostrarlo in questo week-end» 

Esapekka Lappi, Pilota di Citroën Total WRT

«Dopo che ci siamo ribaltati, la macchina non era messa troppo male; mancava solo lo spoiler posteriore. Pensavo di ritrovare il ritmo nella speciale successiva, ma sono stato troppo ottimista e in una curva ho urtano un argine, e questo ha provocato una foratura e poi la rottura della sospensione. Restavano troppi chilometri da percorrere per tentare una riparazione di fortuna. Sono sinceramente dispiaciuto per tutto il team che meritava di meglio. »

CLASSIFICA FINALE RALLY DEL PORTOGALLO

  1. Tänak / Järveoja (Toyota Yaris WRC) 3h20’22’’8
  2. Neuville / Gilsoul (Hyundai i20 WRC) +15’’9
  3. Ogier / Ingrassia (Citroën C3 WRC) +57’’1
  4. Suninen / Salminen (Ford Fiesta WRC) +2’41’’5
  5. Evans / Martin (Ford Fiesta WRC) + 7’08’’3
  6. Rovanperä / Haltunen (Skoda Fabia R5) + 10’34’’2
  7. Latvala / Anttila (Toyota Yaris WRC) + 11’28’’2
  8. Kopecky / Dresler (Skoda Fabia R5) + 11’41’’9

CAMPIONATO DEL MONDO PILOTI

  1. Sébastien Ogier – 142 punti
  2. Ott Tänak – 140 punti
  3. Thierry Neuville – 132 punti
  4. Elfyn Evans – 65 punti
  5. Kris Meeke – 56 punti
  6. Teemu Suninen – 44 punti
  7. Sébastien Loeb – 39 punti
  8. Jari-Matti Latvala – 38 punti
  9. Andreas Mikkelsen – 36 punti
  10. Esapekka Lappi – 34 punti

CAMPIONATO DEL MONDO COSTRUTTORI

  1. Hyundai WRT – 202 punti
  2. Toyota Gazoo Racing – 182 punti
  3. Citroën Total WRT – 158 punti
  4. M-Sport Ford WRT – 122 punti

TAGS: Sebastien Ogier Citroen racing julien ingrassia citroen c3 wrc plus citroen racing wrc esapekka lappi wrc 2019 wrc 2019 rally del portogallo