Autore:
Marco Borgo
Pubblicato il 17/03/2020 ore 13:10

INDY 500 E 24H LE MANS AVANTI TUTTA Non sembrano voler sentire ragioni tanto ad Indianapolis, in America, che a Le Mans, in Francia: due delle grandi classiche del motorsport si disputeranno quest'anno nella data prefissata a qualsiasi costo. E' questo il messaggio che gli organizzatori dell'Indycar Series e del mondiale endurance hanno diramato dopo le ultime sospensioni e rinvii dovuti al Coronavirus, l'epidemia che ormai è dilagata non solo in tutta Europa ma anche oltre oceano.

INDY GP PRIMA GARA DELLA STAGIONE In America, nonostante fosse tutto pronto per la prima gara di campionato sullo stradale di St. Petersburg, si è giunti alla cancellazione dell'evento analogamente a quanto successo con la F1 che ormai era pronta a scendere in pista a Melbourne. Dall'ipotesi di gareggiare a porte chiuse, dopo l'intervento del sindaco della città americana, si è passati alla sospensione delle prime quattro gare con l'Indy GP che diventa di fatto la prima corsa di Indycar del 2020. Due settimane dopo vi sarà la celebre 500 miglia, sempre ad Indianapolis, e gli organizzatori hanno garantito che si scenderà in pista. A qualsiasi costo.

IL COMUNICATO ''Siamo a conoscenza che in questa situazione ogni evento nelle prossime otto settimane che preveda l'afflusso di più di 50 persone debba essere annullato - hanno comunicato in una nota dall'Indianapolis Motor Speedway - la nostra priorità è salvaguardare la salute degli spettatori. Tuttavia continuiamo a rimanere concentrati sull'obiettivo di scendere in pista il 24 maggio. La situazione è in continua evoluzione e la stiamo monitorando costantemente con le autorità federali. Ci prepareremo a gareggiare così come ci sarà possibile quel giorno''.

Indianapolis Motor Speedway

LE MANS CONFERMATA Sono della stessa idea anche nel distretto della Loira, dove non vogliono sentir parlare di rinviare una delle gare più famose al mondo. Dopo aver annullato la 1000 miglia di Sebring e, pochi giorni dopo, annunciato lo spostamento della successiva 6 ore di Spa, da Le Mans fanno sapere che una decisione sarà presa entro il 15 aprile, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE ''Dopo le disposizioni governative - ha dichiarato Pierre Fillon, presidente dell'Automobile Club de l'Ouest - abbiamo cancellato o rinviato diversi eventi calendarizzati nei mesi di marzo ed aprile. Per quanto riguarda la 24 ore stiamo monitorando la situazione seguendo le istruzioni dettate dalle autorità. Annunceremo le nostre decisioni il 15 di aprile ma qualsiasi cosa succeda la 24 ore di Le Mans quest'anno si disputerà''.


TAGS: indianapolis indycar ACO 24h le mans Coronavirus St Petersburg