Autore:
Salvo Sardina

DS LEADER Fino a questo momento sono arrivate “solo” una pole position e una vittoria, rispettivamente con André Lotterer e Jean-Eric Vergne. Il team Ds Techeetah si è però abbondantemente confermato come la squadra più costante del lotto partenti in Formula E. E, non a caso, si presenta a Monte Carlo per la nona prova della stagione da leader dei costruttori, con 7 punti di vantaggio sul team Virgin Racing che però guida la classifica piloti con l’olandese Robin Frijns.

LOTTERER CI RIPROVA Gli occhi, e non potrebbe essere altrimenti, sono tutti puntati su André Lotterer, vero e proprio campione di regolarità nelle ultime gare. Persa la vittoria al fotofinish a causa del tamponamento di Sam Bird a Hong Kong, il tedesco ha poi portato a casa un quarto e due secondi posti tra Sanya, Roma e Parigi lanciandosi così al secondo posto in classifica generale. Resta però ancora da sconfiggere lo “spauracchio” di un primo successo in Formula E che ancora tarda ad arrivare.

A CACCIA DEL 1° POSTOSono entusiasta di poter gareggiare – ha spiegato Lotterer alla vigilia della tappa più glamour del calendario – tra le stradine di Monte Carlo per la prima volta in carriera. Vivo qui dal 2012 ma non ho mai avuto la possibilità di correrci, quindi sarà fantastico svegliarsi a casa, prendere un caffè affacciato al balcone e poi scendere le scale ed essere subito in pista. Sono incredibilmente motivato nell’ottenere un buon risultato. Fin qui ho raccolto due secondi posti nelle ultime due gare, quindi adesso è il momento di centrare la vittoria. Da pilota, vincere è l’unica cosa a cui penso e darò tutto per riuscirci”.

JEV VUOLE IL RISCATTO Dall’altra parte del box c’è un altro “brutto cliente”, il campione in carica Jean-Eric Vergne che spera di rilanciarsi dopo la battuta d’arresto di Roma e il sesto posto raccolto nella gara di casa: “Mancano solo cinque appuntamenti e le cose si fanno sempre più interessanti. Ci sono stati otto vincitori diversi, tutto è ancora possibile. Quello di Monaco è un circuito che mi diverte molto e può anche essere d’aiuto il fatto di averci già corso in passato. Così come per il layout storico usato dalla F1, anche sul tracciato Formula E è molto complicato effettuare sorpassi, quindi sarà anche importante qualificarsi bene. L’obiettivo è quello di riuscire a mettere tutto insieme per assicurarsi una partenza nelle prime posizioni”.


TAGS: formula e vergne lotterer ds techeetah Formula E 2018-2019 MonacoEPrix 2019 ePrix Monaco Formula E Monte Carlo