A Zandvoort è caos Mercedes: Hamilton scontento, Bottas ambiguo
F1 2021

Mercedes, caos strategia. Bottas: "Stavo solo giocando"


Avatar di Luca Manacorda , il 05/09/21

2 settimane fa - Le strategie della Mercedes non hanno funzionato a Zandvoort

Le strategie della Mercedes non hanno funzionato a Zandvoort, con errori del muretto e di Bottas

OCCASIONE SPRECATA A Zandvoort, la Mercedes si è trovata a giocare una partita a scacchi contro la Red Bull potendo contare su due pedine contro una sola dei rivali, una situazione che poteva annullare il vantaggio di prestazione mostrato dai rivali nel corso del weekend. Nonostante ciò, il team campione del mondo ha pasticciato non poco, non riuscendo mai a impensierire veramente Max Verstappen come invece sarebbe potuto accadere con delle strategie migliori. Gli aspetti rivedibili delle decisioni prese nel GP Olanda dal muretto box sono molteplici.

HAMILTON SCONTENTO Per cercare di scavalcare Verstappen, la Mercedes ha spinto Hamilton verso una strategia a due soste, anticipando nettamente il primo pitstop alla ricerca di un undercut che però non si è concretizzato. Il secondo tentativo è stato decisamente il peggiore, con il campione del mondo richiamato molto presto ma senza calcolare correttamente il traffico in pista, tanto da farlo rientrare con tre doppiati da scavalcare. Il britannico non ha nascosto la sua delusione sia a caldo via radio sia in conferenza stampa, pur ammettendo la superiorità odierna della Red Bull: ''Penso che non sia stata la nostra miglior strategia, ma è stata davvero dura là fuori. Alla fine, loro erano semplicemente troppo veloci. Lavoreremo per migliorare la strategia, ci siamo fermati troppo presto, sono finito nel traffico. Non so come abbiano fatto a non vederlo''.

VEDI ANCHE



F1, GP Olanda 2021: Lewis Hamilton riparte dopo il primo pit stop F1, GP Olanda 2021: Lewis Hamilton riparte dopo il primo pit stop

WOLFF SORPRESO Nel finale di gara, Hamilton si è poi trovato con gomme medie molto consumate e quindi non è neppure più riuscito a mettere pressione a Verstappen. L'olandese nel secondo pitstop ha montato gomme dure, arrivando con più tranquillità agli ultimi giri, con il rivale che al massimo ha ridotto a un secondo circa il suo distacco. Proprio la scelta della mescola fatta dalla Red Bull ha sorpreso la Mercedes, come ha ammesso Toto Wolff: ''Penso che la gomma dura sia stata un po' una scommessa. Si vedeva che sulla Ferrari stava funzionando bene, ma era un terreno sconosciuto. Non ci aspettavamo che passassero alla gomma dura, perché era un'incognita. Venerdì non abbiamo usato la dura e pensavamo di poterli spingere presto con la morbida, ma non è stato così. Quando sei contro la macchina più veloce in pista, qualunque strategia provi è difficile, ma merito a lui, merito alla Red Bull, oggi sono stati impeccabili''.

IL BRIVIDO BOTTAS A completare un pomeriggio dove nulla è andato secondo i piani, il rischio di far perdere a Hamilton il punto del giro più veloce in gara. La Mercedes ha infatti richiamato a sorpresa Bottas a quattro giri dal termine, montandogli gomme fresche. Il finlandese via radio è apparso sorpreso, poi si è lanciato per un tempo record, venendo invitato più volte a rallentare dal suo ingegnere. Nonostante il piede alzato nell'ultimo tratto di pista, Bottas ha momentaneamente tolto al compagno di squadra il giro più veloce. Hamilton si è fermato nel passaggio successivo ed è rientrato riuscendo per poco a non trovare traffico, riuscendo così proprio nel giro conclusivo a riprendersi il prezioso punto. Sull'episodio, Bottas è apparso sereno: ''Stavo spingendo, ma sapevo che Lewis aveva bisogno di quel punto in più di me perché sta lottando per il Campionato del Mondo. Stavo solo giocando''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 05/09/2021

Tags
Vedi anche
Logo MotorBox