Pubblicato il 06/12/20

NON È UN TEST PER GIOVANI Il test riservato ai giovani piloti in programma ad Abu Dhabi all'indomani dell'ultimo gran premio della stagione continua a far discutere il paddock della F1. Con il Natale alle porte e i problemi legati alla quarantena da rispettare al rientro in patria, l'appuntamento inizialmente non ha suscitato enorme interesse tra le squadre, tanto che la McLaren ha addirittura deciso di rinunciarvi. Qualcosa è cambiato quando la Renault ha cominciato a guardare a questa giornata di prove come una possibile occasione per far girare il rientrante Fernando Alonso su una vettura dell'attuale stagione. Un'idea che sembrava inizialmente assurda, ma che si è via via concretizzata fino al via libera ufficiale ottenuto dalla FIA questa settimana. Assieme allo spagnolo, è già stata confermata la presenza di altre due vecchie conoscenze della F1: Sebastien Buemi e Robert Kubica.

F1 2020, Fernando Alonso fa la prova sedile Renault

FERNANDO INVITA A RILASSARSI Ad Alonso non è piaciuto molto il clamore che si è creato attorno alla sua presenza: ''Sono felice quando loro sono preoccupati. So che al momento si parla molto di me, ma per me si tratta solo di rimettermi in moto di nuovo. Non svilupperemo nulla in questo test. Dovrebbero tutti rilassarsi. Per quanto ne so, guideranno anche Kubica e Buemi ma nessuno ne parla''. Tuttavia, il due volte campione del mondo non nasconde l'utilità di questa giornata in vista del suo rientro del prossimo anno: ''Non sappiamo quale sarà l'impatto delle nuove regole per il 2021, non sappiamo quanto siano simili le vetture del 2020 e del 2021, ma più giri puoi fare con questa vettura meglio è. D'altronde, anche se faremo molti chilometri, dopo quasi due anni non saranno mai sufficienti. Ho guidato la macchina del 2018, quindi mi considero al 99,5% lì''.

VETTEL FA UN PENSIERINO Oramai che il tabù è stato rotto, anche altri piloti del Circus guardano con interesse a questi test. Uno è Carlos Sainz, che già nelle scorse settimane ha confermato il suo interesse verso la possibilità di avere un primo assaggio della Ferrari, e un altro è proprio il pilota che verrà sostituito dall'attuale alfiere McLaren, ossia Sebastian Vettel. Il tedesco sarebbe felice di esordire subito al volante della Racing Point: ''Sono un po' stupito di come sia emersa l'intera questione. Le squadre erano effettivamente d'accordo, ma all'apparenza no. Ora ci sono queste regole speciali per certi tipi di persone. Non so a che punto siamo oggi, ma ovviamente un test del genere mi aiuterebbe''.


TAGS: vettel alonso f1 Test Abu Dhabi