Pubblicato il 18/09/20

UN CAPOLAVORO La Ferrari F2004 è una monoposto già entrata nella leggenda: si tratta della vettura con cui Michael Schumacher ha vinto il suo settimo e ultimo titolo mondiale, il quinto con la scuderia di Maranello, e che dominò quella stagione, vincendo 12 dei primi 13 gran premi. Recentemente, l'abbiamo vista in azione sul circuito del Mugello prima del GP Toscana, pilotata da Mick Schumacher nel weekend in cui il Cavallino Rampante ha festeggiato i 1000 gran premi in F1 e il rombo del suo motore V10 è tornato ad affascinare tutti i presenti.

F1, GP Toscana: Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 del padre Michael

LA PREFERITA DI SEB Al fascino della F2004 non resiste neanche Sebastian Vettel, in quegli anni adolescente e tifoso del suo connazionale Schumacher. Il quattro volte campione del mondo l'ha descritta così: ''Questa è la mia macchina preferita. Se guardi alle nostre monoposto, sono molto più grandi oggigiorno. Ovviamente abbiamo molta più deportanza, ma questa macchina è 160-170 kg più leggera della nostra, quindi fa una grande differenza''.

TROPPO CARA ANCHE PER UN PILOTA Tanto è il fascino esercitato da questa vettura che Vettel ha persino provato a comprarla per aggiungerla alla sua collezione: ''Ce n'era una, non esattamente questa, ma una dello stesso anno in vendita. Però era troppo costosa. È un'auto incredibile''. Solitamente, le monoposto Ferrari dei primi anni 2000 andate all'asta sono arrivate a quotazione ben superiori ai 10 milioni di euro.

F1, GP Toscana: Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 del padre Michael

CHARLES VORREBBE PROVARLA Il compagno di squadra di Vettel, Charles Leclerc, è altrettanto affascinato dalla F2004. Come pilota della Ferrari, ha già avuto modo di guidare una monoposto degli anni di Schumacher, ma non questa: ''Sembra pazzesca, molto molto bella. Soprattutto, ha un sound migliore rispetto a quello che abbiamo ora. Fa parte della sotria della Ferrari ed è bellissima. Ho avuto la possibilità di guidare una volta la macchina del 2003, ma mai quella del 2004. Spero che in futuro ne avrà l'opportunità''.


TAGS: f2004 vettel f1